Subscribe via RSS Feed

E intanto a Napoli, altro che monnezza…

Il riscatto morale e civico di Napoli, della nuova Napoli che necessariamente doveva cambiare faccia guidata dal sindaco De Magistris sta passando attraverso la lotta alle vetture. Giustamente. Bella scoperta. Per trasformare una città allo stato brado in un posto civile occorre, in primis, combattere le auto. Non sembra difficile: a Napoli l’hanno capito subito, a Roma fanno finta di niente.
La mega ZTL inaugurata in questi giorni da De Magistris, peraltro, è attiva, come è ovvio che sia, 24 ore su 24. Avete capito?

Share

categoria: la nota

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (8)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Andrea Rossi says:

    Se vabbe’…pure quando si insedio’ Bassolino si parlava di “rinascimento napoletano”, poi sappiamo tutti com’e’ finita…

  2. SC says:

    Il commento di Rossi può anche essere pertinente. Ma a Roma Capitale cosa si fa?
    Quali risultati sul fronte mobilità (es. incremento della rete metropolitana)?
    Possibile che in tutto l’Esquilino non si possa pedonalizzare neanche una strada?
    Sul fronte decoro, chiunque passeggiasse ieri per il quartiere poteva riscontrare che il lavaggio delle strade risaliva a molti giorni prima. Probabilmente i mezzi rivisti nei primi giorni di settembre servivano a generare un effetto “parata” (modus operandi dell’amministrazione comunale). Del resto si affaccia la stagione delle piogge…le strade possono pulirsi da sole.

  3. Flo says:

    Bassolino sarà pure finito male, ma delle cose buone per Napoli le ha fatte.
    Ad esempio, tra qualche anno Napoli potrà contare su 7 linee di metro più le ferrovie regionali. Nessun’altra città italiana ha investito così tanto sul trasporto su ferro, e a fare partire questi investimenti è stato proprio Bassolino.

    A Roma la metro va avanti solo se si possono costruire quartieri da 30.000 persone accanto alle nuove stazioni.
    Mi chiedo fino a quando Roma potrà sopportare le non-scelte e le non-decisioni che vanno avanti almeno da 8 anni. E la situazione continua a peggiorare.

  4. piero says:

    Anche Alemanno ne ha fatte tante a Roma!!!!

  5. Andrea Rossi says:

    Bassolino ha svergognato Napoli in tutto il mondo, il problema dell’immondizia a Napoli e’ addebitabile soprattutto a lui sia come governatore della Campania sia come Sindaco, persino le tv arabe mandarono le immagini di Napoli invasa dalla monnezza, per non parlare della guerra di camorra che ci fu’ qualche anno fa tra il clan Di Lauro ed i cosidetti scissionisti, una guerra che provoco’ decine e decine di morti, ora e’ vero che un Sindaco non ha competenze dirette sulle forze dell’ordine e sulla sicurezza ma se si addebitano ad Alemanno i gambizzati a Roma allora per coerenza e per logica si devono addebitare i morti ammazzati a Napoli ai Sindaci di quella citta’, insomma delle due l’una.

    La differenza tra un sindaco incapace di “sinistra” ed uno incapace di “destra” sta nel fatto che quello di “sinistra” piace comunque di piu’ ai giornalisti, agli attori, ai nani ed alle ballerine ed a tutto il mondo cosidetto culturale, ecco perche’ c’e’ sempre stata e c’e’ questa indulgenza nei confronti dei sindaci incapaci e cementificatori di sinistra.

  6. SC says:

    Continuo a non capire perché un’iniziativa (potenzialmente interessante) come la ZTL a Napoli sia giudicata da Rossi come un fallimento necessario, mentre fallimenti effettivi che riscontriamo a Roma debbano essere sottovalutati perché a Napoli le cose andrebbero peggio per definizione. Stiamo ragionando su Amministrazioni in carica, non facendo retrospettive storiche pur legittime.
    Ma vi rendete conto che Roma é una città molto più ricca di Napoli, con poteri criminali meno radicati, con attenzioni (che giustamente le derivano dal ruolo di capitale) molto maggiori?
    Forse fare il sindaco a Napoli é più difficile?

  7. Anonymous says:

    però vorrei chiarire un punto….ma di cosa stiamo parlando ? de magistris ? quale ztl ? Anche a Bassolino i primi anni è stato esaltato eppoi è crollato tutto ! Fatemi il piacere, e giudichiamo con i dati alla mano.
    Marazzo è tornato e protesta contro la discarica, ma quando stava alla regione che faceva ? Boh !

Inserisci un commento



(facoltativo)