Subscribe via RSS Feed

Riuscireste ad indovinare che posto è questo?

Certo che siamo all’Esquilino. Certo che siamo in una zona dove siete passati mille volte senza rendervi conto. Sciogliamo il mistero? Si tratta dell’Istituto delle Suore Francescane Missionarie di Maria che si trova tra Via Ferruccio, Via Machiavelli ecc ecc. Dalla nostra mappa capite perfettamente di che isolato (perché di un intero isolato si tratta!) parliamo. Dentro ci stanno naturalmente chiese e aree conventuali, un chiostro grande come un parco pubblico e poi tanti tanti altri metri cubi. Il tutto, da anni, è in fase di fervente restauro. A che fine? Qualcuno conosce gli obbiettivi immobiliari di questi lavori? Semplicemente per dare più confort a suore e missionarie oppure per realizzare l’ennesimo hotel rigorosamente al netto dell’ICI? Chi sa, parli…

Share

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (9)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    albergo a 5 stelle, ma la mattina danno panini agli ubricaconi di piazza vittorio x pulirsi l’anima, tutto senza pagare una lira di ici gratis et amoris dei

  2. Anonimo says:

    però meglio un albergo che il nulla… è anche il nulla che genera degrado

  3. we says:

    Ecco la sciocchezza del 12/08/2011 at 10:17

  4. Marcus says:

    Albergone e residenze chic, confermo. Almeno hanno restaurato la cappella del convento che e’ da vedere…

  5. Anonymous says:

    Meglio residence chic e albergo che degrado…non mi sembra una sciocchezza!

  6. Giulio says:

    Hanno restaurato la cappella perchè così l’albergo a 5 stelle non paga l’ICI!

  7. dionisio says:

    albergo, hanno comprato il palazzi limitrofi per farvi delle camere… l’isolato ora appartiene solo a loro !

  8. Massimiliano Tonelli says:

    Benvenga un albergo di lusso. Credo che il decoro e il degrado delle strade circostanti, in stato davvero pietoso, non potrà che migliorare.

    Certo pensare che vi siano alberghi che non pagano le tasse e che dunque fanno concorrenza sleale a tutti gli altri alberghi fa una rabbia immensa. Specie in questo periodo in cui a tutti viene chiesto un sacrificio in termini di contributi allo stato. Se la chiesa, con tutti i suoi averi, pagasse quanto correttamente dovrebbe pagare di ICI Roma sarebbe la città più ricca del mondo.

    Si tratta di un privilegio ignobile.

  9. anonimo says:

    l’albergo, essendo una attivita’ a scopo di lucro deve pagare le tasse. Non aggiungo altro.
    Purtroppo il clero e’ esentato da questo impegno.

Inserisci un commento



(facoltativo)