Subscribe via RSS Feed

La piccionara, finalmente l’abbiamo trovata


Cara Signora Piccionara, ora basta. Non confonda il suo amore verso questi animali come un atto a fin di bene. I piccioni non sono animali qualsiasi, ma bestiacce infestanti e sporche che in molte città sono state giustamente sterminate o, almeno, decimate. Con grandi divieti nel dargli cibo. E qui invece? Qui invece c’è gente come lei che, senz’altro in buona fede, foraggia questi sorci con le ali. E nel farlo spande a terra, sempre nello stesso punto, all’angolo tra Via Statilia e Via di Santa Croce, un impasto informe e appiccicoso di pane e acqua che, una volta sparso sull’asfalto, rappresenta un rischio sicuro di caduta per chi dovesse passare malauguratamente per quel marciapiede. Allora, signora Piccionara, che dice se la facciamo finita?

Share

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (18)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Andrea Rossi says:

    Questa gente mi fa pena nel letterale senso della parola, questa Signora deve essere cosi’ sola che compensa la sua solitudine con l’ “amore” per gli animali, io la capisco, conosco gente che tratta il suo cane esattamente come se fosse un bambino rasentando la follia, spesso si tratta di donne sole, senza figli o vedove, questa Signora in particolare mi sembra abbastanza giovane ed allora propongo ai frequentatori del blog giovani e scapoli di farsi avanti…magari con una fava si riescono a prendere due piccioni…!

    Tonelli non so se sei libero o occupato ma potresti farti avanti con questa Signora ed alleviare la sua solitudine, che ne dici ? Scherzo ovviamente…

  2. Magica says:

    Ma tu che l’hai colta in flagrante non le hai detto niente? Te la sei fatta sfuggire così ? E sta cretina non si e’ accorta che la stavi fotografando, non ha reagito o pensava che fossi un ammiratore?

  3. Claudia says:

    I piccioni sono animali come tutti gli altri, non accetto che se ne parli in questi termini: il fatto che siano nocivi per la vita cittadina non vuol dire che siano ‘sorci’.

  4. Andrea Rossi says:

    Piccioni di tutto il mondo unitevi sostiene Claudia ! Egalite’ ! Fraternite’ ! Basta discriminazioni per i piccioni !!! Piu’ diritti per i piccioni ! Piccioni Pride 2011 subito !

  5. Emiliano says:

    Oooooh bravi, le piccionare hanno rotto le palle

  6. Sebastian says:

    Francamente non credo la “piccionara” sia uno dei maggiori problemi di Roma!…
    Come pure i piccioni stessi!…
    Allora vogliamo perseguitare pure le gattare, o quelli che fanno cagare il cane dappertutto o quelli che danno da mangiare ai passeri?..
    Magari non fare pure il Piccioni Pride 2011…

  7. Anonymous says:

    e adesso che avete trovato la temibile criminale, l’untrice, che farete, la lapiderete sulla pubblica via?
    il caldo vi sta dando alla testa, credetemi. andate a farvi un bagno.
    più che degrado esquilino questo sito si sta trasformando in psico-patologia esquilino (e non mi riferisco certo alla piccionara)

  8. Anonymous says:

    Insomma i piccioni non sono una priorità, le bancarelle non sono una priorità, il concertone non è una priorità…..allora visto che i problemi sono “ben altri” ci fate una lista concreta?

  9. dionisio says:

    in realtà ce n’è un’altra di piccionaia.. porge le briciole vicino al ninfeo di mecenate.. è una vecchia sua 90 vestita di nero..

  10. Sebastian says:

    Si sa che ci sono problemi ben più grossi e perchè non impegnare energie per risolvere quelli?
    Il concertone, le bancarelle, la sporcizia dilagante, la delinquenza gratuita, la mancanza di verde pubblico…
    Penso che questi siano molto più importanti dei piccioni e di chi li nutre!

  11. anonimo says:

    questa segnalazione non mi piace affatto, non mi piacciono i toni e i modi.

  12. cattivo says:

    ‘sorci con le ali’ è stupenda! alla faccia delle ravere e di tutti questi corifei del pensiero corretto e ben pettinato…

  13. wglianimali says:

    E’ indegno quanto qui viene affermato: piccioni giustamente sterminati? Ma vergognatevi!

    Segnalerò quanto qui scritto a chi di dovere sperando che si provveda ad azioni giudiziarie nei vostri confronti…

  14. wglianimali says:

    Ah, dimenticavo: il peggiore degrado per Roma è rappresentato proprio da chi si erge comicamente a paladino antidegrado.

  15. antonio says:

    Direbbe qualcuno: “Oooh, ragazzi, siam pazzi?”. Ma come vi permettete di “braccare” una persona e, dato che probabilmente non avete nemmeno il coraggio di confrontarvi con lei, pubblicare la sua foto e attaccarla su Internet? Ma non vi vergognate?

  16. Santacrocina says:

    Grazie! fantastico! sei riuscito a beccarla!
    Io sono parte lesa nel senso che a luglio con la pioggia sul guano e sul pane molliccio misto a piume, feci uno scivolone enorme, si fermaro addirittura le macchine al semaforo per soccorermi. ancora il ginocchio mi duole.
    certo,antonio,wglianimali, anonimo,Sebastian, non è il problema n*1 di Roma, ma per chi come me ci passa a piedi è un pericolo, inoltre l’igene dov’è? Vi auguro ora che arriva l’autunno e la pioggia di non passare di la.
    poi è veramente uno smacco ora che si sta facendo finalmente il parco di via Statilia.
    se la becco io!

  17. Fabrizio says:

    Urge una convenzione internazionale sui diritti dei piccioni! Ma per favore

    Il piccione in se non è il problema, il problema è che a Roma la gente pensa che gli spazi pubblici siano il cesso di casa loro (la signora che da da mangiare ai piccioni) o la loro bacheca personale (cartelloni ed affissioni abusive), o il loro garage (seconde e terze macchine dei botegari in doppia fila). La gente deve capire che non c’è differenza da come si deve trattare il salotto di casa proprio con ogni altro spazio pubblico della città.
    Nel caso specifico, se la signora ama tanto i piccioni, i gatti o il cazzo che vi pare, allora se li portasse a casa sua e smerdasse il suo di pavimento.

    Per wglianimali: domani vengo a casa tua a portare a cagare il cane ed i piccioni. Sono sicuro che capirai, sai com’è, il mio di salotto l’ho pulito adesso….

    Fabrizio

  18. Shanti says:

    Ma perché non li invita a mangiare sulla finestra di casa sua?..I piccioni sono sporchi e pieni di malattie..ratti con le ali mi sembra azzeccato!
    Io comunque multerei anche quelli che imbrattano i marciapiedi con gli escrementi dei loro cani, quelli che gettano i mozziconi di sigaretta, cartacce e quant’altro…il Rione è sporco lurido! Tutto ciò contribuisce al degrado.

Inserisci un commento



(facoltativo)