Subscribe via RSS Feed

Ancora sul Parco di Via Statilia. Una lettera a Tozzi e Pittueo

Gentilissimi,

in una assemblea pubblica di alcuni mesi fa, nel centro anziani di Via Statilia, emerse la questione dei posti auto previsti dal progetto definitivo del Parco di Via Statilia, prima non previsti, poi misteriosamente inseriti non si sa perché, non si sa da chi. Si convenne, tutti quanti, che i posti auto erano assurdi e che avrebbero rovinato le qualità del lavoro che si sta compiendo. Ci lasciammo con questa convinzione che, vista la semplicità di intervento nella modifica del progetto, si sarebbe trasformata in dati di fatto durante il cantiere.

Nell'area dove doveva esserci il marciapiede ci sono le strutture di cantiere, ma nessuno sembra intenzionato a allargare lo square


Il cantiere è partito, è andato avanti, si è fermato, è ripartito e si sta avviando verso la sua conclusione. Gli operai stanno gettando la soletta di calcestruzzo per il piazzale esterno all’ingresso del parco, ma a quanto si può vedere i posti auto saranno mantenuti. Eravamo tutti d’accordo sul fatto che questi inutili tre stalli deturpavano tutto l’ottimo lavoro fatto per la riqualificazione del parco, dunque vi chiedo una attenzione speciale, immediatamente dopo Ferragosto, per segnalare alla direzione dei lavori (Arch. Marocco) l’opportunità di allargare il marciapiede come convenuto con tutti i cittadini.

Grazie davvero.

Share

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (5)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Luigi V. says:

    Per cortesia, davvero, facciamo che almeno all’ingresso di questo piccolo parco non ci siano degli in utili posti auto. Ce ne sono a sufficenza tutt’intorno! Grazie.

  2. Massimiliano Tonelli says:

    La disponibilità di posti auto (considerando che una enorme fetta di popolazione possiede automobili che poco o niente utilizza) è sovrabbondante. Specie in questa zona. Lo avevamo spiegato ai politici e loro avevano condiviso la cosa, poi però bisogna dare precise indicazioni al direttore dei lavori tramite l’Ufficio Città Storica che è la stazione appaltante del cantiere. Coraggio che sennò poi è troppo tardi ed avremo un’opera a metà.

  3. Sale says:

    Quei posti auto non servono e rovinano l’intervento, rendendolo anche meno visibile dalla strada

  4. DONATO MT says:

    Alla cortese attenzione Arch.MAROCCO

    E,p.c. Al Dr.TOZZI
    Al Dr. PITUEO
    Sono un abitante nella zona ove è ubicato il bellissimo rudere dell’acquedotto NERONIANO, ho visto con piacere che finalmente si sta procedendo ha dotare questo monumento di un parco che se pur di piccole dimenzioni ne darà la giusta valorizzazione.
    Ora faccio appello alla sua professionalità che senza dubbio avrà uno adeguato senso estetico,chiedendoLe di non permette che prevalga, come al solito, l’ignoranza e la sciatteria che vuole oscurare quella che sarà la porta d’ingresso del nuovo parco con uno squallido parcheggio per poche MACHINE!!!
    Inoltre mi permetto di suggerire di illuminare
    adeguatamente l’ingesso e i ruderi per dare maggior risalto al sito e maggior sicurezza di notte.
    cordili saluti e buon lavoro

  5. Massimiliano Tonelli says:

    Eccellente lettera Donato, l’hai spedita effettivamente ai destinatari?

Inserisci un commento



(facoltativo)