Subscribe via RSS Feed

Ora però ci dovete spiegare cosa c’è dietro lo stallo di Piazza Pepe

Il progetto di riqualificazione c’è, non ci vede particolarmente d’accordo ma c’è. Non è però questo il punto. Il punto è che non si capisce a che gioco stiano giocando le varie istituzioni a vario titolo coinvolte nella partita. Le istituzioni in questione sono il Primo Municipio, con il presidente Corsetti; il delegato per il centro storico, ovvero Dino Gasperini; l’Ufficio Città storica che dovrebbe avere competenza sull’area e che dipende dall’Assessorato all’Urbanistica capitanato da Maco Corsini.
Chi sta menando il can per l’aia? Perché Dino Gasperini dice che ha a disposizione i soldi per finanziare un progetto che però non ha mai ricevuto? Perché il Municipio dice di avere invece i soldi da parte dell’Assessorato all’Urbanistica  che in realtà non si sa se ci sono? Perché una importante opera di riqualificazione -senza della quale non ha senso tutta la eventuale riqualificazione del quadrante a partire dalla direttrice di Via Principe Amedeo sulla quale si sta concentrando anche l’impegno e l’attenzione dei gruppi più attenti di cittadini, ultimamente coordinati da Cittadinanzattiva e dunque da Roberto Crea-, perché una importante riqualificazione, dicevamo, deve a quanto pare subire i dissapori tra uomini politici su vari schieramenti.
La sensazione, ma saremo felici di essere smentiti, è che il PD e in particolare il presidente Corsetti, non abbia voglia di accettare i quattrini stanziati da Gasperini per non dover correre il rischio di dover ringraziare Gasperini stesso. E che questo comporti uno stallo operativo su questa partita che così rimane sospesa. Gli unici a rimetterci? I cittadini che non riescono a veder partire un progetto di riqualificazione. D’altro canto, perché, se l’area è di competenza dell’Ufficio Città Storica, il delegato del centro storico vuole metterci bocca? A che titolo? Perché, piuttosto, non pensa a fare uscire fuori i famosi 4 milioni che sono in sospeso da anni e anni sul quadrante di Piazza Vittorio e di Via Carlo Alberto e che non si sa come fare a impiegarli?
Insomma, i cittadini vorrebbero vedere iniziato almeno un cantiere di riqualificazione senza che necessariamente tutto debba ridursi a battibecco politico. Di cortile per giunta.

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (7)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. emiliano monteverde says:

    la buona notizia che devo darti è la “felicità di essere smentito”. Sul progetto di Via Pepe non ci sono problemi. 1) il Municipio ha approvato il testo da tempo e lo ha inviato agli uffici competenti del comune, i quali normalmente lo avrebero dovuto dare all’Assessorato che da tempo sta dicendo a tutti di voler contribuire ( cioè quello di Gasperini). Comunque per non entrare nelle beghe e divisioni della maggioranza in Comune dove si litiga su quale assessore deve seguire il progetto, e quindi preoccupandosi dei cittadini e non delle polemiche, oggi il progetto è sul tavolo dell’Assessore.Vedano loro per noi l’importante è che il lavoro delle associazioni, del Municipio e dei consiglieri dell’Esquilino non vada perduto. Il Municpio ha fatto la sua parte, la nostra consigliera Letizia Cicconi (PD) che per prima ha immaginato e si è battuta per questo progetto ha fatto la sua parte, le associaizoni e i comitati che hanno stretto Gasperini perchè contribuisca finanziariamente hanno fatto la loro parte, ora tocca all’Assessore. il progetto deve andare in porto perchè come dici tu è indispensabile per l’attività in tutto il quadrante, attività che associazioni, cittadini ed anche il Pd Esquilino come la consigliera Stefania Di Serio portano avanti ognuno nel proprio ambito, nella propria autonomia e funzione ma con grande spirito di collaborazione e partecipazione.

    Troppo spesso la politica invece di risolvere problemi dei cittadini li complica. In questa occasione, per via Principe Amedeo e il suo quadrante c’è un lavoro comune che sono certo porterà a risultati concreti.

    Emiliano Monteverde
    segretario PD Esquilino

  2. anonimo says:

    non c’è niente sotto, sra facendo il suo normale corso. non cercate necessariamente il complotto o chissà cosa, dai.

  3. anonimo says:

    Emiliano Monteverde ha chiarito le cose , il progetto redatto dal municipio con il contributo di alcune associazioni le cito per correttezza genitori scuola di donato, dhumcatu, piazza vittorio cricket club, agricoltura nuova , il progetto è stato inviato all’assesorato il giorno dopo la presentazione, tutti ci hanno assicurato anche l’opposizione municipale che sarà finaziato, c’è anche l’interessamento del teatro e del gestore del ristorante con il quale il municipio sta stipulando una convenzione per la manutenzione esterna, forse qualcuno che è rimasto fuori vuole metterci le manine per far vedere quanto è bravo, ma le beghe non sono politiche ma solo condominali .Gasper ini con il quale mi sono incontratas più volte ha assicurato il contributo, non vedo dove sta il problema, bisogna solo attendere che il bilancio comunale sia adottato e poi agire di conseguenza.

  4. anonimo says:

    firmato LETIZIA CICCONI

  5. sessorium says:

    Bene allora dopo il bilancio, il 30 giugno, dovremmo avere le idee più chiare !?

  6. anonimo says:

    spero proprio di si, siamo tutti in attesa abbiamo anche quantificato la somma circa 250.000 euro,io sono abbastanza fiduciosa, in molti si sono mobilitati per piazza pepe e credo proprio che le beghe personali non vadano assecondate, qui si tratta dell’interesse della collettività e non di dire che è stato più bravo a farlo finanziare ciao Letizia

  7. roberto crea says:

    Ciao a tutti. Credo sia importante sottolineare che Cittadinanzattiva Roma Centro è solo uno dei molti pezzetti di società civile che, in gruppo o da soli, come associazioni o come singoli cittadini che si comportano civilmente, si stanno dando da fare in campi diversi per migliorare il nostro rione. Rispetto a Piazza Pepe nello specifico, c’è una ricchezza di impegno e passione che sarà ancora più visible quando quest’area sarà finalmente sottratta al degrado assoluto in cui versa e restituita all’Esquilino. Grazie a tutti quelli che ci credono e spendono del tempo tutti i giorni per questo.

Inserisci un commento



(facoltativo)