Subscribe via RSS Feed

All’Ombra del Colosseo. Quest’anno non ci andate, se non volete essere complici del degrado

Visto che sappiamo che gli amici dell’Associazione Castellum ci seguono, con grande piacere pubblichiamo questo post. Post per dirvi, anzi per ordinarvi, quest’anno, di non frequentare la manifestazione All’Ombra del Colosseo. Perché? Perché gli organizzatori, l’Associazione Castellum, appunto, vicina alla destra che evidentemente in questa maniera interpreta i suoi miti di ordine e sicurezza, ha deliberatamente deciso di promuovere la propria manifestazione estiva con una campagna virulenta e micidiale di affissioni abusive in tutta la città. Uno scandalo vero, vergognoso, infame. Questi cartelli, delle stesse dimensioni di quelli dei partiti politici e attaccati con lo stesso sistema e servendosi, supponiamo, dello stesso racket di attacchini e “agenzie”, sono stati affissi addosso al palazzo dell’Agenzia del Demanio, rendetevi conto. Ma è tutta la città ad esserne piena. Evidentemente pagare le regolari tariffe per la pubblicità non era considerato dagli amici di Castellum sufficientemente figo, assai figo, invece, massacrare e torturare la città con questi stupidi e patetici manifesti celesti. Chi tra i nostri lettori quest’anno si recherà alla manifestazione lungo Via di San Gregorio sappia di essere complice di questo degrado, di questa prepotenza. Di questo atteggiamento che non ha eguali in nessuna città del mondo.
Pier chiedere spiegazioni -ovviamente ci auguriamo di sbagliarci e di avere avuto un abbaglio- questa è la strada: http://castellumacsd.blogspot.com/http://www.allombradelcolosseo.it/

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (6)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    IO NON CI VADO!

    BASTA BARBARI A ROMA.

    Mc Daemon

  2. Marcus says:

    In un’altro paese avrebbero una multa stratosferica e forse neppure il rinnovo della licenza per la manifestazione!!

  3. Anonymous says:

    Bellissimo reportage sul malaffare da abusivismo commerciale sulla scalinata di Piazza di Spagna (SIC!) su MALAROMA.BLOGSPOT.COM.
    leggetelo, lo consiglio.
    Mc Daemon

  4. Massimo Livadiotti says:

    Per non parlare della cabina elettrica all’inizio della panoramica via S.Gregorio davanti al Colosseo tutta arrugginita e ricoperta di manifesti abusivi! Il tutto per dare “luce” a questa manifestazione….sarebbe bastato in tutti questi anni far pagare a questi signori i lavori per una vera cabina eletrica murata e decorosa e invece….i milioni di turisti che provengono da via S.Gregorio e diretti al Colosseo si trovano davanti questo relitto industriale a 50 metri dal Colosseo!!!

  5. Francesco says:

    Ma invece di attaccare questa manifestazione che dopo anni, perchè vi ricordo che se alla sua nascita trovava spazio all’interno del parco di Colle Oppio, poi fu mandata via sempre grazie alla sovrintendeza ai beni culturali del Comune di Roma, mentre vorrei sapere che dice oggi su tutte quelle persone che di solito dormono dentro al Parco e fanno i bisogni, ma vabbè, negli ultimi 3 anni è riuscita a tornare nel I municipio ed ha portato un pò di Cultura, come lo scorso anno con la presentazione di libri d’autore, e un pò di divertimento ai cittadini del Rione, con gli innumerevoli spettacoli di cabaret e non solo, inoltre per quanto mi riguarda ha fatto riscoprire una parte del Celio a molti romani, rifacendo vivere per qualche mese Viale parco del Celio che nel resto dell’anno rimane desolatamente deserta, sessorium e sovrintendeza preoccupatevi di più sullo stato dell’antiquarium presente in quella porzione di via e sulle sue condizioni di degrado.
    Per quanto riguarda la cabina elettrica avete ragione fa schifo, ma più che dare contro all’associazione io mi domando, ma l’Acea in un anno non la poteva togliere? non credo sia un problema della Castellum…

    “Chi tra i nostri lettori quest’anno si recherà alla manifestazione lungo Via di San Gregorio sappia di essere complice di questo degrado”

    E sappiate di essere complici del degrado anche se partecipate alla manifestazione di SEL (sinistra e libertà) del PD a Caracalla, se andate a vedere qualche opera a teatro sarete complici anche dei manifestini che vengono attaccati sui pali, sarete sempre e comunque complici, ve lo dice Sessorium…

  6. sessorium says:

    Quindi siete pienamente titolati di imbrattare abusivamente e illegalmente tutti i muri della città visto che fate rivivere il viale del Celio, gusto? Nel nostro codice penale c’è scritto che chi fa rivivere un’area desolata è esentato dal rispettare le leggi?

    Ma è così difficile farsi promozione in maniera legale? E’ così difficile rispettare le regole? E’ così difficile decidere di non trasformare la propria città in un vomitevole suq?

Inserisci un commento



(facoltativo)