Subscribe via RSS Feed

Ecco perché il Concerto del Primo Maggio potrebbe non spostarsi mai

Intorno alla proposta – che è null’altro che qualcosa di squisitamente ragionevole – orchestrata dal consigliere comunale Antonino Torre (su abbrivio anche di qualche dichiarazione, giorni addietro, del capo della Commissione Cultura, Federico Mollicone) per spostare in località più acconcia il Concertone del Primo Maggio, stanno succedendo cose gravissime.
Come succede quando di mezzo ci stanno interessi economici più o meno legali, le divisioni tra destra e sinistra sono completamente saltate. Le dichiarazioni a favore della proposta di Torre (firmata da un cospicuo manipolo di consiglieri e speriamo prestissimo calendarizzata in Aula) sono state positive da sinistra (una bella nota di Giuseppe Lobefaro, ex presidente del Primo Municipio) e sono state negative da destra. Soffermiamoci su queste ultime perché di paradosso trattasi. Il difensore del caos, dell’insicurezza, dell’illegalità è stato proprio lui Giorgio Ciardi, delegato del Sindaco alla sicurezza. Ciardi forse non sa, o finge di non sapere, giusto per parlare di sicurezza, che è la sua delega, la quantità di arresti per spaccio che si sono susseguiti in Piazza San Giovanni lo scorso primo di Maggio. Ma evidentemente questo non è abbastanza per passar sopra le logiche di corrente e di schieramento. E questo è quello che accade in una capitale europea (in una capitale europea, cazzo!) quando alcuni consiglieri comunali invece di puntare al buon governo della cosa pubblica, invece di garantire l’applicazione di buone pratiche internazionali, invece di lottare per il decoro, la legalità, il benessere, la cura, la manutenzione della città, stanno lì con l’unico scopo di fondo di difendere porchettari e bancarelle. Perché, cari lettori, questo è. Questo c’è dietro alla scarsa volontà del sindaco. Questo c’è dietro l’attivismo dei Gabbiani di Mollicone che qualche difetto ce l’avranno, ma almeno non sono dalla parte dei luridi clan di faccendieri che trasformano la nostra città in un unico sconfinato inguardabile suq che lascia senza fiato i turisti e i pochi cittadini che ancora hanno occhi per vedere le condizioni in cui vengono lasciati vivere.
Il governo della città è eterodiretto dai bancarellari, signori miei, e le decisioni strategiche per l’urbanistica e la funzionalizzazione delle piazze (Piazza San Giovanni in primis) passano non da scelte di opportunità, non da scelte di rapporto con la Santa Sede, non da scelte politiche, non dal rapporto con la Triplice Sindacale. Ma dai margini che il sindaco ha o non ha di ridurre gli spazi per chi vende boccette d’acqua a tre euro, gelati rancidi e velenosi panini alla porchetta. Comandano gli ambulanti, comandano gli zingari. E la cosa non cambierà, finché non ve ne renderete conto e finché il tutto non inizierà profondamente a farvi raccapriccio almeno un quinto di quanto lo fa a noi.

Share

si parla di: , ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (29)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. sebastiano says:

    Certo che tutto ciò era facilmente immaginabile e poi subito ha messo bocca qualche noto esponente del PD (che magari viene trovato a parcheggiare regolarmente l’auto sui posti riservati a portatori di handicap…) per difendere questo colorito evento!
    Non molliamo e mandiamo avanti la mozione.
    C’è molta gente di sinistra che si lamenta di questo strazio però, meglio non parlare contro!
    Altro che sindacato e lavoro….Solo portafogli gonfissimo per i soliti noti!

  2. Chi e` causa del suo mal... says:

    Se il Vs. partito mette in lista, e voi col voto li aiutate ad andare in Comune, i proprietari delle bancarelle che vendono “boccette d’acqua a tre euro, gelati rancidi e velenosi panini alla porchetta” pensate davvero che questi penseranno ai Vs. interessi e non ai propri ?

  3. anonimo says:

    pensate invece agli 11 milioni e mezzo dieuro che il comune ha messo in bilancio per comprare il palazzo di casapuond per darlo poi ai suoi amici, sottraendo risorse al rione

  4. sebastiano says:

    Pensate a come vengono presi in giro tutti quelli che stanno 48 ore sotto al palco a bere le paanzane di gente strapagata per leggere comunicati e belle frasi sul lavoro!..
    E intanto c’è chi si arricchisce alla faccia loro!
    Ma com’è che il vero sindacato si è fatto trovare a Marsala e non nella mitica piazza dei lavoratori?
    Aprite gli occhi.

  5. Alice Brunswig says:

    Ho apprezzato la vostra mobilitazione, ma «luridi zingari» è un’espressione razzista, idiota, inaccettabile. E la fine di una sana campagna di decoro civico. Rimuovete quelle parole esecrabili finché siete in tempo.

  6. sessorium says:

    Vabuo, per evitare le polemiche abbiamo sostituito. Ma tutti i nostri lettori sanno che l’attacco non è di certo razzistico e diretto all’etnia rom, ma a delle… famiglie ben specifiche…

  7. Alice Brunswig says:

    D’accordo, apprezzo il ravvedimento, segno di intelligenza. E grazie per quel che state facendo.

  8. Anonymous says:

    Io invece voglio fare un’altra domanda…tralasciando razzismo e cospirazioni (i “bancarellari ” dietro il primo maggio…? bah).
    Ti rifaccio la stessa domanda per l’incontro gay a piazza vittorio e te la metto in maniera più diretta. Ma non sei diventato troppo politicizzato ?
    Ecco tralasciando ambulanti e parentopoli all’atac . Il punto è un altro, ma non stai diventando troppo politicizzato ? Possibile che ci devi proporre ogni idea di questi come la Sacra Sindone ?
    Ora cerco nel blog una tua precedente discussione sul primo maggio. Vediamo se la trovo.

  9. sebastiano says:

    Non ci impantaniamo sulle polemiche interne…
    Che cazzo c’entranogay, ambulanti e parentopoli?..
    Lasciamo da parte questi patitari che vogliono solo spaccarci in tanti gruppetti per non muovere assolutamente nulla!
    Tutti in una direzione: basta con il Concertone!
    Senza se e senza ma.

  10. sessorium says:

    Dove sta il problema? Mi politicizzo volentieri. Un giorno con la destra, uno con il centro, uno con la sinistra. Insomma, con chiunque proponga delle soluzioni di qualità ai problemi che poniamo.

    Non v’è niente di male ad essere politicizzati. Quello che contano sono i risultati. C’è di male semmai ad essere ideologizzati, da quello rifuggiamo sempre.

  11. Anonymous says:

    sebastiano, cosa c’entrano gli ambulanti ? Ma hai letto il post ? comunque la mia domanda era sulla politicizzazione .

  12. Anonymous says:

    scusa ho letto solo ora la risp. Non c’è niente di male ad essere politicizzati ma comprenderai che con la politicizzazione non si risolvono di certo i problemi. Magari San giovanni con il concertone, magari i cartelloni e gli ambulanti…ma altri problemi non di certo. Comunque sei liberissimo…io ho cominciato a vedere che propendevi da una parte quando ti arrivarono delle “paroline” da un gabbiano perchè parlavi di un politico che metteva cartelloni elettorali…da quel giorno sei un pò cambiato ! In bene o in male non so…ma di certo politicizzato !

  13. sessorium says:

    Ma queste puttanate te le fa dire l’invidia per quello che stiamo facendo qui o la paura per quello che stiamo facendo qui? Propendere per una parte? Eccerto, dalla parte, qualsiasi sia, che considera i cartelloni e gli ambulanti come problemi primari, non cose secondare come, per interesse, cerchi di fare tu. Non attacca amico mio. Ormai non attacca più, il vento è cambiato. Ma tanto!

  14. Anonymous says:

    scusate ma cosa c’entra l’essere politicizzati o meno…..adesso è di destra o di sinistra volere una via pulita?….rimuovere i cartelloni abusivi….??? avere un minimo di viabilità decente??….desiderare che la propria città o il proprio quartiere non diventino una discarica???
    ma siamo impazziti??…
    è solo civiltà…..certo ci sono molti problemi..sicuramente più importanti…..ma iniziamo a risolverne qualcuno….partiamo dai più “semplici” (che semplici, si è visto, non lo sono)…non ci si può dividere in fazioni anche su questo non è accettabile

  15. Anonymous says:

    certo che non bisogna essere ne di destra o di sinistra per una via pulita…però qui stiamo parlando del concertone ! Cosa c’entra essere politicizzati ? leggiti gli ultimi post poi magari me lo dici (da piazza vittorio a san Giovanni) .
    Comunque non volevo fare polemica . Personalmente spero che il concertone resti lì !

    PS
    le puttanate non me la fa dire l’invidia…è quello che successe ! Chi ti segue se lo ricorda.

  16. anonimo says:

    i soldi spesi sono stati 30.OOO euro, del tutto insufficienti a sistemare l’area,basta vedere il parco giochi, pensateinvece che il comune ha stanziato 11.5 milioni di euro per comprare il palazzo di casapound e regarlo agli occupanti

  17. Massimo Livadiotti says:

    Davvero c’è chi pensa che una piazza progettata (Giubileo 2000) con due aiuole (dico aiuole e non due sterri) che avevano la giusta funzione prospettica di valorizzare la facciata straordinaria (ma forse c’è qualcuno che non sà neanche cosa sia una facciata barocca…) della Cattedrale di Roma possa convivere con un evento che ormai porta un mega palco di 300 metri quadri e decine di tir e camion oltre a 500/800.000 giovani (di lavoratori se ne vedono pochini al concerto..)che vengono solo per sballarsi e ubriacarsi tutto il giorno con musica gratis a saltare per ore non su un semplice prato ma appunto su aiuole che erano dotate un tempo anche di un costoso impianto di irrigazione e che nessuno si è mai sognato di ripristinare?La verità appunto è l’incompatibilità tra le due cose….che senso ha progettare aree verdi (con relativi impianti d’irrigazione) che hanno solo la funzione estetica di abbellire una piazza e una bella facciata con manifestazioni che (inevitabilmente) hanno un impatto così pesante!Pensate ad esempio solo un secondo come sarebbe un prato di uno stadio di calcio se non venisse mai innaffiato o curato? Sarebbe inaccettabile….e non si capisce perchè si deve accettare invece di vedere una piazza ridotta così!! Per Anonymous avrei voluto farti vedere la faccia dei turisti e dei pellegrini l’altro giorno del sopralluogo mentre passavano davanti a quello che rimane delle aiuole….tra l’altro nessuno aveva il coraggio di fare una foto da lontano della facciata.Come Romano (d’adozione)mi sono un pò vergognato….

  18. sebastiano says:

    E’ la solita storia…
    Parliamo di situazioni di vivere collettivo ma è solo un semplice ritrovarsi di ragazzi senza famiglia, sbandati e reietti, ubriachi e strafatti che fanno piacere ai soliti intellettualodi del cazzo che dicono che non bisogna reprimere queste piacevoli forme di aggregazione!..
    Intanto la società che si spaccia per sindacato si frega più soldi del dovuto e quella zona rimane una landa desolata.
    Basta con questo scempio e facciamo valere le nostre ragioni!
    Via il concerto da San Giovanni!

  19. michele says:

    il concerto del 1 maggio di tradizione si tiene li ed è giusto così… solo perché a voi 4 gatti no va dovrebbe essere spostato, e perché….

  20. sebastiano says:

    A Michè…Ancora parli di tradizioni e di sindacato!..Al prossimo grande incontro si presenteranno solo uil e cisl!..E la cigl?
    Non basta il concerto per farti bere che il sindacato e i lavoratori sono uniti!
    Svegliati e ricorda che non mi sembra siamo 4 gatti!
    Se poi ci tieni tanto il clamoroso e colorato evento te lo puoi andare a vedere ancge a Tor Vergata…

  21. michele says:

    a sebastiano, puoi anche andare via qualche giorno quando c’è il concerto e non rompere le palle… è un bel concerto e una volta l’anno non fa male a nessuno…

  22. valerio says:

    Siete voi che non ci dovete rompere le palle!…
    Ma vai a farti una bella gita tu e tutti quelli che la pensano come te!
    Il 1°Maggio lo vogliamo vivere anche noi e non stando chiusi dentro casa per 36 ore!
    Basta!
    Andate a farlo altrove e ubriacatevi come vi pare!

  23. MarcoAurelio says:

    Mandiamo la ns protesta con fax e email!
    Partecipiamo compatti e liberiamoci dal Sacco di Roma che viene fatto ogni 1°Maggio!
    Basta coi lanzichenecchi!
    Il 1°Maggio non si festeggia solo a suon di musica e belle parole!…

  24. michele says:

    a valerio e compagnia, ma non rompete… godetevi pure voi la musica o andate a farvi una scampagnata… ma possibile che sapete solo lamentarvi su tutto… e poi c’è sempre qualcosa che non sta bene a qualcuno, ma è così, punto.

  25. Sebastiano says:

    Ragazzi, ancora un volta siate più produttivi e non cadete nelle provocazioni di gente come Michele che sicuramente fa parte di quell’orda fatta di birra e canne…
    Lasciateli perdere e agiamo nella legalità!
    Contestiamo con tutti i mezzi leciti e facciamo si che questa cosa si realizzi!
    E’ dura, ma ce la faremo!

  26. Paco says:

    Ma quale sindacato!…
    Dietro questa storia ci sono sempre e solo i soliti porci camorristi che fanno soldi sulle spalle di disoccupati e reietti che si fanno incantare da 4 note del cazzo!
    Svegliatevi e buttate giù questa enorme pagliacciata!
    Il concerto fatelo nei vostri bei paesini se proprio ci tenete!
    Non ci rompete più le palleeeeee!

  27. Ernesto says:

    Per caso sono capitato su questo blog. Mi vengono i brividi. Il Primo Maggio sarebbe un evento per ubriaconi, drogati, a cui i lavoratori non partecipano… ??? Poi leggo in altre sezioni che ce l’avete addirittura con chi dà da mangiare ai piccioni…. Per curiosità: qualcuno di voi Illustri Signori conosce la storia, il motivo, la ragione per cui, in tutto il mondo civilizzato, si celebra il Primo Maggio come festa dei lavoratori? Chisaà…..

  28. Anonymous says:

    Ernesto dai un’occhiata qui
    http://www.romafaschifo.com/2011/06/vicino-san-giovanni-per-il-primo-maggio.html

    Dubito che il primo maggio a Londra, Berlino, Parigi, Madrid o qualunque altra città civilizzata qualcuno attacca cartelli “Don’t piss here” o simili…

Inserisci un commento



(facoltativo)