Subscribe via RSS Feed

E’ ora di smetterla

E’ come in un film dell’orrore… si apre una crepa nel marciapiede, e ne esce uno scheletro spettrale. Scuro, rigido, freddo… è l’ennesimo orologio piantato nottetempo su Via Emanuele Filiberto.
Uno, due, tre quattro… come gli zombies, difficile prevedere quanti ne arriveranno ancora. Ormai percorrere questo marciapiede, infestato dagli orologi pubblicitari è come un incubo: si ha quasi paura di mettere un piede in fallo e di essere sbalzati da un nuovo orologio che sbuca dalle viscere della terra!
Nota: questo delle foto è il quarto orologio pubblicitario piantato sul tratto di marciapiede tra via Fontana e viale Manzoni. Lo spazio di quello precedente è ancora in vendita, ma questo non ha scoraggiato i cartellonari che hanno agito approfittando della preparazione del concertone.

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (11)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Scrocchia says:

    Che schifo, le installazioni di cartelloni continuano DOVUNQUE, in totale spregio alla legalità che questo sindachetto che gira in scooter e fa le arrampicate blaterava di voler far rispettare.

    http://www.alemanno.it/it/notizie/1557-sport-alemanno-si-arrampica-per-inaugurare-torre-alpinismo-dedicata-a-marco-forcatura/default.aspx
    Fai le arrampicate Alemanno, bravo, mentre la tua giunta ricopre Roma di me…

  2. Anonymous says:

    MANDATE LE SEGNALAZIONI ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA procura.roma@giustizia.it

  3. Livia says:

    Pare che questi orologi purtroppo siano legali… pure a via Nazionale ad ogni passo ci sbatti la testa!

  4. anonimo says:

    un altro su via principe eugenio altezza n.60

  5. Fumo says:

    Contro l’alcol bevuto un metro fuori dai locali si possono fare (assurde) ordinanze, e contro i cartelloni a orologio che sfigurano ogni angolo della ZONA UNESCO di Roma no???

    LA LEGALITÀ A ROMA È SOLO UNA SCUSA.

  6. Paolo says:

    Per i cittadini dell’Esquilino sono comunque illegali ed abusivi e invito tutte le persone che la pensano così a segnalarli mettendo sopra alla loro pubblicità dei bei cartelli con su scritto “Abusivo” e “Illegale”.

  7. Anonymous says:

    E’ UN DOVERE CIVICO PRENNELLI A SERCIATE APPENA VI E’ POSSIBILE!

  8. Livia says:

    Paolo, siccome foooorse sono autorizzati proporrei di scriverci su il refrain di un altro commentatore:
    MUNNIZZA!!!!

  9. Max says:

    Ma questi cosi sono illegali o no??

    Comunque noto con piacere che diversi cartelloni schifosi anche ai Parioli sono ricoperti spesso e volentieri con scritte di denuncia.

  10. Livia says:

    Max, ho inviato la foto di un altro orologio a Bastacartelloni e mi hanno risposto che purtroppo se hanno la targhetta e riportano l’indirizzo esatto sono legali…

  11. Massimiliano Tonelli says:

    E ti hanno detto una stronzata! Purtroppo il sito Basta Cartelloni -spero sempre di essere smentito- appare ormai da mesi più affascinato dall’idea di mantenere buoni rapporti con l’amministrazione comunale piuttosto che dall’idea di rendere Roma una città normale.

    Legali? Semmai autorizzati (e non è neppure detto, visto che le targhette si rilasciano anche per gli impianti abusivi autodenunciati). Anzi, illecitamente e illegalmente autorizzati. Legali un paio di ciufoli.

Inserisci un commento



(facoltativo)