Subscribe via RSS Feed

Archivio di March, 2011

Da qui al 2013 spariranno tutte le corsie preferenziali?

In principio furono le borchie: le corsie preferenziali vennero private dei cordoli che le proteggevano. Si installaro inutili borchiette che resero inservibili le corsie per i mezzi pubblici e fecero, finalmente, tornare la doppia fila su quelle poche strade dove era stata debellata. Ma l’amministrazione Alemanno non fu soddisfatta a pieno. E da qualche tempo [...]

Share
L’amministrazione ci proverebbe pure, però…

L’amministrazione ci proverebbe pure, però…

I nuovi stalli per la sosta su Via Merulana -tentativo dell’amministrazione di rendere civile il posteggio facendoci guadagnare tutti- sono stati un flop. Perché la gente preferisce autoflagellarsi pur di rendere la vita facile ai propri concittadini prepotenti e abusivi.

Share
Ci stiamo facendo l’abitudine?

Ci stiamo facendo l’abitudine?

Lavori su sotto servizi che sono partiti ad agosto del 2010, che dovevano concludersi a settembre del 2010 e che invece sono ancora lì, oltre un semestre dopo, a assillare la zona. Ci apprestiamo a festeggiarne il primo compleanno…

Share

Chiamare “furbetti” i criminali è già una presa di posizione

Il fine ultimo è farli sembrare simpatici, quasi personaggini dei fumetti, persone da imitare magari. Compiono azioni antisociali, rubano, mettono a rischio la vita del prossimo, devastano, truffano lo stato e gli anti pubblici e dunque tutti noi, ma i giornali, almeno a Roma, continuano a chiamarli “furbetti”. Quelli che quando vengono eletti al consiglio [...]

Share
Com’era la storia dei posti auto?

Com’era la storia dei posti auto?

L’ultimo incontro pubblico sul Parco di Via Statilia è servito per spiegare ulteriormente a politici di maggioranza e di opposizione che la richiesta di non diminuire i posti auto è istanza completamente inventata. Sia perché i posti auto, da progetto, effettivamente già aumentano; sia perché di posti auto -come dimostra il video che abbiamo girato- non c’è alcun bisogno.

Share
E’ davvero così che si puliscono i muri?

E’ davvero così che si puliscono i muri?

L’Ama sta facedo la sua parte, in tutta la città, nella ripulitura delle superfici attaccate dalle scritte vandaliche. Ma alle volte basterebbe poco per fare dei lavori più accettabili, meno pressappochisti e dunque meno attaccabili, di nuovo, dalla prepotenza dei vandali. Si può evdere un graffito cancellato con una vernice che lo lascia intravedere in trasparenza?

Share
E intanto si chiacchiera

E intanto si chiacchiera

L’ennesmo incontro pubblico. Basato sul nulla. Come se per fare un parchetto più piccolo di un giardino privato sia necessario parlamentare per mesi. Oggi altra riunione sul Parco di Via Statilia dove, profittando di chi chiacchiera, i senza tetto stanno stabilendosi in pianta stabile.

Share

Vi prego, ditemi che non è vero…

Ditemi che no è vero quello che si dice in giro. Ovvero che la fermata Cipro Musei Vaticani della metro ha cambiato nome ed è diventata solo Cipro, “cedendo” il suffisso Musei Vaticani alla fermata Ottaviano. Il cambio di toponimo sarebbe derivato non da una più facile segnaletica per le migliaia di turisti che ogni [...]

Share
Sistemata!

Sistemata!

Altro pezzettino di strada sistemata. Altro marciapiede strappato alla prepotenza delle auto e dei loro poprietari. Metro a metro l’azione dei comitati, tutti alleati contro lo strapotere del Partito daa Maghina, sta rendendo meno incivile l’Esquilino del Sud

Share
C’erano una volta i negozi di videocassette. E ora?

C’erano una volta i negozi di videocassette. E ora?

Degrado Esquilino insiste nel monitoriare il mercato del real estate di Esquilino e dintorni per far si che la domanda (di qualità) si incontri con l’offerta. Ad esempio su Via Emanuele Filiberto l’ex affitta-film se ne va e un grande fondo in posizione più che strategica è in affitto…

Share
Così parlò la Cooperativa Santa Croce

Così parlò la Cooperativa Santa Croce

Qualche giorno fa parlammo di uno strano volantinaggio di disturbo che puntava a minare la partenza dei lavori per il Parco di Via Statilia. Oggi riceviamo una lettera di risposta non dagli autori del volantinaggio, bensì dal presidente della Cooperativa Santa Croce all’interno della quale il volantinaggio si era svolto. Una risposta che in parte ci rassicura, ma che in parte ci fa strabuzzare gli occhi…

Share

Affittopoli? Ma che no ci facciano ridere, così è e così sempre sarà

Io non capisco tutto lo stupore per le irregolarità Ater; come se fossero una novità. Non c’è bisogno di essere investigatori privati per conoscerne gli illeciti capillari, e senza scomodare grandi nomi. C’è quello che ha casa di proprietà a Labico e si è introdotto in un immobile al Flaminio, pagando il “condono” sottobanco, per [...]

Share
Nuove idee per salvarla

Nuove idee per salvarla

Dopo il nostro post dell’altro ieri, che denunciava le cento auto in sosta selvaggia che ‘adornano’ Porta Maggiore, il bravo Giuseppe Pullara, del Corriere della Sera, dedica una intera pagina ad un’idea: interrare il traffico che circonda la più bella porta delle Mura Aureliane. Aggiungendo anche una fondamentale infrastruttura…

Share
Sommersa e circondata

Sommersa e circondata

Ottanta vetture in mezzo al piazzale di Porta Maggiore. Uno dei monumenti più imporanti di Roma è cinto d’assedio da una prateria di lamiere. Ma volete ridere: nessuna delle auto è parcheggiata regolarmente perché questo enorme garage è tutto abusivo e i posti auto sono completamente fantasma. Un motivo in più per intervenire con nettezza.

Share
Libera chiesa in libero stato?

Libera chiesa in libero stato?

Così la pensava Cavour, ma poi vennero altri al suo posto e le cose cambiarono. Fino al punto che, oggi, una Basilica, complice il comune, può autorizzare la sosta sul terreno italiano. E non soltanto sulla strada, che già sarebbe un assurdo, ma anche sul marciapiede. Nuova guerra di civiltà, sul sagrato di Santa Maria Maggiore

Share
Questa è la Cattedrale di Roma

Questa è la Cattedrale di Roma

La solita ignobile occupazione di piazza San Giovanni merita ancora di andare sul blog? La sporcizia, la trasformazione della piazza in una rivendita di birra e salcicce interessano ancora qualcuno? Non bastavano i gladiatori al Colosseo, per gli amanti dei travestimenti ecco sbarcare (da un pullman) le camice rosse a San Giovanni. Manca solo un [...]

Share

Sta nascendo un contro-stato? Così la pensa un lettore (e ha ragione da vendere)…

Sta nascendo un contro-stato. Gruppi di gente riunita sotto bandiere politiche, religiose, di apparente solidarietà sociale, che pretendono di stabilire regole contrarie a quelle condivise da tutti. Ho avuto a lungo un brutto daffare con gruppi di persone che bivaccano rumorosamente sotto le mie finestre, intente a varie attività. Non c’era verso di farle desistere: [...]

Share
Parco di Via Statilia. Ci mancavano le polemiche

Parco di Via Statilia. Ci mancavano le polemiche

Dopo i ritardi in effetti ci mancavano solo le plemiche sul parco di Via Statilia. Polemiche sottoforma di volantino che sta girando in zona e che, come al solito, ha un solo obbiettivo: buttarla in caciara sparandole grosse. Perché?

Share
La lettera della disperazione

La lettera della disperazione

Sfiancati da uno tsunami di degrado ch sembra inarrestabile e che ricopre di fango, rumenta e detriti tutto il territorio e in particolare la zona di Via Principe Amede e del Mercato Esquilino, una amplissima rosa di associazioni, blog e comitati del territorio ha realizzato e sottoscritto una lettera. Un appello che ha la speranza e l’auspicio -vani?- di sensibilizzare le autorità a tutti i livelli. Leggiamolo e sottoscriviamolo pure da qui…

Share

Le lettere che fanno pensare che arrivano in redazione

La Roma che abbiamo un po’ ce la meritiamo. Ero sotto la metro e ho visto un vigilante intervenire per allontanare una donna che chiedeva la carità con un minore in braccio. E’ intervenuta immediatamente una “signora” che con fare isterico ha inveito contro il vigilante, e poi un paio di ragazzi sono venuti a [...]

Share
Non lasciamogli spazio

Non lasciamogli spazio

Un piccolo quadrilatero di strade riqualificate a regola d’arte nel quale anche una minima sbavatura diventa ottima scusa, per i soliti noti, per rovinare ciò che è bello. Una tirata d’orecchie ad Atac che ha curato la riqualificazione dell’area attorno a Via Manin ed alla Stazione Termini: non bisognava lasciare neppure uno spazio libero per i cafoni.

Share
Se lo racconti non ci credono

Se lo racconti non ci credono

Se non ci fosse da strapparsi i capelli per la rabbia, ci sarebbe da sbellicarsi dalle risate. Se non fosse tragico, sarebbe ridicolo. In una capitale europea così è gestita la segnaletica -fondametale per la sicurezza stradale- nel pieno centro città. All’imbocco di una medesima via a senso unico, da una parte il segnale di divieto di transito e dall’altra quello di senso vietato. Contemporaneamente…

Share

Stavate in pena per Cartellopoli?

La risposta può essere solo una: sì!!! Cartellopoli è stato il più formidabile strumento di informazione, aggiornamento, denunzia e pungolo contro lo scandalo delle affissioni nella città di Roma. Un caso “editoriale” a suo modo che, proprio a causa del suo successo e del suo essere scomodo, è stato denunciato alla magistratura e, lo scorso [...]

Share
Se Gian Lorenzo Bernini si rivolta nella tomba

Se Gian Lorenzo Bernini si rivolta nella tomba

Cinta d’assedio tra la ferrovia e il trenino, tra la trada e il tunnel, la chiesa di Santa Bibiana è un capolavoro firmato Gian Lorenzo Bernini, principale interprete del barocco romano. Un capolavoro che deve sopportare addosso alla sua pelle l’arte dei vandali graffitari e la volgarità della sosta selvaggia sul suo sagrato.

Share