Subscribe via RSS Feed

Se proprio dovete pigliare un taxi…

Qualità certificata, automobili di buon livello e pulite, tutte dotate di pos per il pagamento elettronico, autisti che non parlano a vanvera, discreti, educati, percorsi di certificazione ambientale e di responsabilità sociale. Onestà. Vi pare che questi concetti possano essere avvicinati a dei taxi romani? Tutto il contrario, penserete voi. E invece, nel mare magnum del mondo tassinaro capitolino, potrete trovare anche qualche cooperativa che non associa pregiudicati tatuati in canottiera e bermuda alla guida di Fiat Regata del 1987. E’ il caso, per esempio della cooperativa Samarcanda, 350 associati che puntano, udite udite, alla qualità. Il resto delle informazioni le potete trovare sul loro sito, ma noi vi diciamo: se proprio dovete prendere il taxi, magari provateli e fateci sapere…

Share

si parla di:

categoria: la nota

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (11)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Paolo says:

    E’ vero, le auto sono tutte molto comode e generalmente si tratta di station wagon (per cui è facile caricare anche più valige). L’unico problema è la difficoltà a reperire in breve tempo auto in zone non centralissime, per cui l’attesa potrebbe prolungarsi. E visto che l’attesa si paga…

  2. MATTEO says:

    Confermo anche io che il servizio è buono (a parte un taxista che l’altro giorno quasi metteva sotto un passante e per giustificarsi ha cominciato a delirare contro le biciclette che, a norma del codice della strada che ha studiato lui, dovrebbero circolare solo sulle piste ciclabili).

    Segnalo che ne servizio da e per fiumicino hanno una tarifa che fuori dalle mura aureliane prevede comuqnue un tetto massimo. In più da fiumicino, basta una telefonata e vengono a prelevarvi (velocemente) alle partenze.

  3. mario says:

    ma i prezzi? almeno se pago col bancomat son sicuro che paghino le tasse

  4. Anonymous says:

    magari provateli e fateci sapere…”

    Ma tu li hai provati ? ed in base a cosa parli di qualità e li pubblicizzi ? Ti piace il sito ? conosci qualche autista ?
    Francamente credo che dovresti provarli prima di pubblicizzarli.

  5. Marina says:

    Ottimo servizio . Preso ieri sera già in tarffa notturna e pagato il prezzo giusto credo. Infatti da via Palermo a via di Porta Maggiore 9€.

  6. Massimiliano Tonelli says:

    Ma lasciate perdere il prezzo, che è una tariffa comunale imposta. Quello che volevamo sottolineare è la qualità del servizio, la pulizia, la tipologia di automobili e l’educazione dei tassinari…

  7. Andrea Lesti says:

    A detta di mia madre, ma parliamo ormai di circa cinque anni fa, la Cooperativa Samarcanda non era facile da utilizzare, perchè avendo pochi associati, aveva poche macchine a disposizione da trovare, quindi spesso e volentieri la risposta era che non c’erano macchine nei paraggi…

  8. Patrizio says:

    Ohhh grazie Massimiliano che per una volta fa un post costruttivo sui taxi!
    Andrea Lesti ha probabilmente ragione e uno dei motivi potrebbe essere il fatto che Samarcanda si è specializzata nelle prenotazioni per stazioni e aereoporti e nel settore business.
    Comunque anche noi 3570 stiamo per partire con il progetto taxi gold che prevede standard molto simili a quelli di Samarcanda. Per ora siamo circa 800 su circa 3800. La nostra speranza è che questa volta sia fatto tutto seriamente, non come una decina di anni fa con la certificazione iso 9001 che finì a taralucci e vino (anche perchè ora dobbiamo risultare a zero all’etilometro :p )

  9. sessorium says:

    Fosse l’alcool il problema. Ci vorrebbe decisamente il cocainometro e il cannabissometro a mio parere…

  10. Patrizio says:

    Ehm veramente il nuovo regolamento prevede esami annuali obbligatori, purtroppo ancora una volta a carico nostro. Oltre ovviamente a controlli a campione in piazza. Ti dico la verità, sinceramente penso che in servizio sia giusto e sacrosanto che si guidi con tasso zero e senza aver assunto droghe, mi sembra assurdo però che finito il servizio non possa neanche bere una birra e mettermi al volante del mio taxi (ad uso privato) come qualsiasi altro cittadino. Perchè è quello che siamo una volta finito il turno!
    Sembra invece che la norma si presti ad interpretazioni delle forze di polizia e che possiamo essere denunciati anche con un tasso minore di 0,4. Ho chiesto delucidazioni ad un comandante di polizia di stato ed è andato nel pallone, un mio amico vigile ha chiesto al suo comandante e non sapeva che pesci pigliare…siamo proprio in Itaglia!!

  11. AssoTaxi says:

    Ragazzi sarebbe opportuno che per pubblicizzare una compagnia di taxi non si massacri tutto il resto che la circonda… La qualità non ha mia interessato nessuno ne il Comune ne l’utente taxi. Il Comune in questi anni ha “bollato” ovvero immesso in servizio autovetture taxi della Fiat Panda,Fiat Punto o Fourfor, per cui è palese il disinteresse verso il servizio. Il cliente spesso pretende una qualità senza volerva pagare, adducendo come congruo il tassametro a bordo. Insomma per un mercedes o una Punto il prezzo non cambia…:-(
    Noi di AssoTaxi abbiamo fatto una scelta aziendale di qualità, puntando sulla prenotazione urbana o extra-urbana a costi certi e fissi, forniti in anticipo ai cliente. Trasparenza e nuovi servizi di trasporto, questa è la strada per vendere Qualita..

Inserisci un commento



(facoltativo)