Subscribe via RSS Feed

E i lavori di Piazza Vittorio?

E’ una cosa che abbiamo denunziato già più volte. L’abisso di sciatteria, a tutti i livelli, nel quale stiamo sprofondando (vogliamo parlare del fatto che le ‘feste’ si sono concluse un mese fa e mezza città è ancora addobbata di orridi decori natalizi? Li terranno fino a Pasqua?), ha come conseguenze anche la clandestinità totale di ogni cantiere pubblico. Non esistono più cartelli di cantiere. Sistematicamente non si sa chi sia la ditta, quanti soldi siano stati stanziati, quale sia l’ente, l’istituzione, il dipartimento che ordina i lavori. Niente di niente. Lo stesso meccanismo perverso si è ripetuto a Piazza Vittorio, nel giardino. I lavori sono iniziati a sorpresa, zero trasparenza. E nella totale mancanza di trasparenza sono continuati. Ora sembrano finiti e risulta opportuno sia fare un bilancio, sia ospitare eventuali commenti e precisazioni da parte dei nostri amministratori che vorranno spiegarci quanti quattrini sono stati spesi, quale è stata la ditta a realizzarli, come è stata scelta e chi ha pagato.
In attesa di questi dati fondamentali perché sono i nostri strumenti per giudicare buono o meno buono un intervento, siamo chiamati ora a dare un’occhiata ed a giudicare cosa è stato fatto, se la Piazza ed il suo giardino sono migliorati, cosa è necessario ancora fare. L’irrigazione è stata migliorata e riqualificata? Non ci pare. L’ingresso lato sud, lato Via Conte Verde, ha visto sanare la immonda ferita del micidiale solco centrale, questo è molto positivo. Si è lavorato poi molto sulla “collinetta”, i lavori sono stati effettuati a regola d’arte? Sono utili? Cosa è urgente fare ancora? La cifra impiegata, se non abbiamo capito male (visto che ormai i lavori pubblici sono affare da chiacchiera di corridoio purtroppo), ammonta a poche decine di migliaia di euro. Okkay, ma allora i quattrini veri dove cazzo stanno? Ci perdonerete il francesismo! Dove diavolo sono i milioni promessi a più riprese e dichiarati “disponibili nei cassetti da anni”? Dove sono stati dirottati? Perché non vengono impiegati per una riqualificazione complessiva della Piazza (non solo del giardino) che sta crollando a pezzi? Dove sono i milioni di Via Carlo Alberto? Dove sono gli oneri concessori dell’Enpam? Se questi soldi non torneranno, in maniera trasparente, sul territorio si chiama furto con destrezza. E tutti devono esserne consapevoli.

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (6)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Massimo Livadiotti says:

    A parte il fatto grave di dove siano finiti i milioni che dovevano finanziare la tanto strombazzata riqualificazione di tutta l’area….queste migliaia di euro a mio modesto parere sono stati soldi buttati!Per l’ennesima volta!Il famoso solco (ex fontana)come da me previsto ora è diventata una autostrada pronta ad accogliere i tir e i camion delle numerose manifestazioni estive,per cui prevedo che durerà poco. La piramide degli orrori ha visto per l’ennesima volta rifatto il suo impianto di irrigazione (è la terza volta che viene rifatto!!)che tra l’altro è inutile perchè il prato in estate muore per il fatto che lo strato di terra è insufficiente e perdipiù poggia su una guaina!Le staccionate dureranno anche quelle al massimo 1 anno…l’impianto di irrigazione idem (fintanto chè non si vieterà ai mezzi pesanti di scorazzare nel giardino è inutile ripristinarlo!)….con gli stessi soldi si potevano ripulire intanto tutte le griglie (ormai piene di terra) lungo il perimetro del giardino che causano grossi ristagni d’acqua con le piogge,fare una bella aiuola al posto del solco,ripristinare le siepi d’alloro mancanti,abbattere le palme morte per salvaguardare quelle rimaste….mi fermo anche perchè appunto i soldi sono finiti!

  2. RomaNove says:

    Questa storia dell’assenza dei cartelli dei lavori pubblici è gravissima.
    A volte ci sono ma sono illegibili e soprattutto manca il committente da contattare in caso di problemi o lavori fatti male.
    A volte poi i lavori vengono fatti e rifatti diverse volte e non si sa se è sempre la stessa ditta e quanto è stato speso.
    http://romanove.blogspot.com/2011/02/che-gioco-giochiamo.html

    marco

  3. Anonymous says:

    Sessorium ha ragione nel sollecitare i “soldi veri” sul quadrante di Piazza Vittorio e me farò carico quanto prima visto che siamo stati noi a sollecitare ed a farli stanziare. Per i lavori dei Giardini non abbiamo ancora fatto l’inaugurazione perchè la volevamo collegare ad un altro evento (molto piccolo per carità) che consideriamo simbolico. I soldi per rifare i giardini erano circa 35 mila euro (con il ribasso) che però hanno consentito di togliere quella orrenda fontana centrale criticata da tutti e di istituire un’area cani come da tanti anni sollecitato. La collinetta è stato deciso di tenerla fuori dal lavoro perchè sennò avrebbe portato via la maggior parte dei fondi per la sua sistemazione. Sono stati inoltre messi dei pali parapedonali agli ingressi dei giardini per impedire l’accessio indiscriminato degli automezzi.
    Saluti Stefano Tozzi

  4. Anonymous says:

    ai giardini servono più che mai bagni custoditi!
    e all’area giochi bimbi panchine e alberature
    …tutto molto elementare

    il progetto del giardino era e continua ad essere zeppo di errori di progettazione

    a molti di noi risulta uno stanziamento con tanto di piano di riqualificazione già approvato e coperto di circa 3 milioni di euro per l’area piazza vittorio…. mi sbaglio?

  5. anonimo says:

    non hanno nemeno risistemato la staccionata dell’arra giochi, per non parlare dei giochi stessi eppoi i caraibinieri fuori e dentro i soliti ubriaconi, fattoni e spacciaotori e vecchi bavosi in cerca di emozioni ,che tristezza, la sera nell’ampia area tutto buio e pericoloso da attraversare, complimenti!!!!

  6. Max says:

    veramente la sera c’è il coprifuoco a pzza Vittorio…

Inserisci un commento



(facoltativo)