Subscribe via RSS Feed

All’attacco di chi attacca

Passando questa mattina per la zona di Via Biancamano e Via Ludovico di Savoia non ho potuto fare a meno di notare il rifiorire di cartelli immobiliari di Toscano Immobiliare (oltre a quelli presenti da alcuni giorni del locale C1 troppo alti per essere tolti).
Ho strappato un paio gli altri li lascio ai numerosi volontari disposti a ripulire la zona… Ma prima di straparli ho fatto un paio di foto che vi invio, non è che sia contro le transazioni immobiliari ma mi sembra che questi cartelli alla fine vengono dimenticati per secoli e contribuiscano a rinforzare la sensazione di abbandono postnucleare che ha tutta Roma.
Jose C.

Ha ragione Jose, ma comunque anche se i cartelli venissero tolti il giorno dopo del perfezionamento dell’acquisto non andrebbero mica bene: si tratta di affissioni abusive pure e semplici, gli unici cartelli consentiti di questo tipo sono quelli in corrispondenza dello stabile entro cui si trova l’immobile in vendita o in locazione. Confermiamo l’impressione del lettore Jose: in questi giorni, complice forse la crisi del mercato immobiliare, le agenzie stanno di nuovo tornando, impunite, sui nostri pali pubblici: rendono la strada ancor più brutta, generano degrado, distraggono pedoni e automobilisti alla guida inquinando la visuale della segnaletica. Strappare è un dovere civico che nessuno può mancare: diamo loro il tormento, non facciamoli durare neppure un giorno, facciamogli capire che non ce n’è, che l’investimento per stampare, distribuire, pagare (poco) il bangladesh che gli affigge i volantini è antieconomico. Rendiamo il nostro territorio un luogo inospitale per l’Economia del Degrado. Costa un minimo di sacrificio, ma è una gran soddisfazione.

PS. E’ vero, ci sono dei cartelli altissimi, su pali lunghi lunghi che pare che ce li hanno montati con la scala. Toglierli non è impossibile, basta aiutarsi con il palo in metallo e darsi una spinta. Un po’ scimmie, in effetti. Ma pensate alla soddisfazione di immaginare la faccia degli stronzi che passeranno in rassegna la zona e guarderanno quel palo esclamando tra se e se “ma come, anche da lì ce l’hanno tolto…“!

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (59)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. sessorium says:

    In questi giorni i lettori unici (UNICI!) superano le 600 unità al giorno. Se anche assumiamo di avere il 90% di lettori non interessati alla partita contro il degrado, ne rimarrebero anche solo il 10%: 60 persone per le strade a pulire, un vero esercito. CI ARRIVEREMO!!!

  2. Radical says:

    secondo me questo è solo l’inizio… mi piace veramente vedere la risposta di comuni cittadini che dicono basta e che si mettono in moto per cambiare questa città o strappando cartelli o denunciando gli abusi.
    Chissà se siamo testimoni di una nuova tappa?

  3. Fitzcarraldo says:

    Ragazzi
    rinnovo la mia proposta: tutta la zona intorno a Piazza del Popolo è strapiena di locandine di agenzie immobiliari.
    Domenica tornando dalla manifestazione ne ho strappate decine…ma è ancora strapieno.
    Ormai è come una febbre..tra ieri e oggi avrò gettato nel cassonetto della carta almeno 200 volantini e strappato 50 locandine…la mia zona è quasi pulita..ho strappato TUTTE le locandine arancioni “cercasi appartamento in zona”..MA DOBBIAMO USCIRE ALLO SCOPERTO!
    COME UN ANNO FA…RILANCIARE IL MOVIMENTO DEGLI “STACCHINI”!!!!!

  4. sessorium says:

    Torno ora dalla bonifica di Via di San Quintino, che fate dormite??

  5. Radical says:

    dai che con la pioggia cadono prima!
    heheheheh

  6. Marco says:

    Stamattina ho staccato 42 annunci immobiliari nel quadrante tra principe amedeo e via di san quintino, e qualche traslochi di Claudio (dai cassonetti in viale Manzoni) che purtroppo è davvero scientifico, su pali, box acea, retro dei cartelli stradali, ecc (mi sa l’unica soluzione è chiamarlo per preventivi o lavori inesistenti). Con la pioggia si apprezzano le potenzialità dell’ombrello per i cartelli dannatamente alti :) , ma i cartelli sotto gli archi di piazza vittorio sono qualcosa di impossibile – Robba che te fà desiderà quarche infortunio sul lavoro ma de quelli brutti, per gli attacchini…

  7. Massimiliano Tonelli says:

    In piedi ad applaudire Marco.
    Due cose:
    1. fate le foto ai vostri bottini che facciamo un bell’album di famiglia.
    2. annotatevi nome e email della agenzia immobiliare e mandatelo al blog che abbiamo una lettera tipo da inviare, alcuni hanno smesso dopo questo ‘trattamento’…

  8. Francesca says:

    Ho iniziato a staccare gli adesivi dai cassonetti dell’Esquilino, dove vivo. Anche se mi rovino le unghie continuerò: mi dà troppa soddisfazione la pulizia!!!

  9. Luca says:

    Ciao sessorium, anche se l’ho mandato all’indirizzo del blog, posto anche qui il link all’album:
    http://img833.imageshack.us/i/motorinosenzatarga.jpg/
    http://img833.imageshack.us/i/motorinosenzatarga2.jpg/

    Il motorino in questione si trova in Via Principe Amedeo, 163, proprio di fronte al negozio Bangladesh As-Safa.

Inserisci un commento



(facoltativo)