Subscribe via RSS Feed

Vigili Urbani. Il dramma nel dramma

Si è chiuso il 2010 e come capita ogni fine d’anno fioccano le statistiche, i dati, i resoconti. Se qualcuno, mentre vi lamentate del vostro Rione e di come è in mano alla più totale e volgare anarchia, vi sventola sotto al naso certi dati secondo cui proprio all’Esquilino vi sarebbero le strade più “attenzionate” dalla Polizia Municipale nel 2010, beh, vi diamo qualche elemento per poter controbattere senza fare la figura dei citrulli.
Innanzitutto vediamo il dato generale: il Primo Gruppo della Polizia Municipale chiude il 2010 con quasi 205mila multe elevate: 173.104 sono quelle che per infrazioni alla sosta e 31.372 quelle relative alle norme di comportamento al volante. In particolare, sono state 26.468 le contravvenzioni per violazioni della sosta nelle isole pedonali e 23.725 quelle per intralcio alla circolazione. Per quel che riguarda le isole pedonali, la ‘classifica’ delle multe vede in testa via del Corso (2.856 contravvenzioni) seguita da piazza Farnese (2.773), piazza di Spagna (2.654), piazza Navona (1.375) e piazza S. Pantaleo (1.208).
Avete capito? 173.104 infrazioni alla sosta in un anno. Sapete quanto fa? Fa 474 contravvenzioni al giorno. Cioè tutti i nonsoquantimila agenti del Primo Gruppo della Municipale, in un giorno riescono a fare meno di 500 multe. Praticamnete ciascuno di loro ne fa, in media, una ogni tre o quattro giorni: e ci fanno pure un dispaccio per le agenzie di stampa, confidando che la gente non sappia fare le divisioni.
Ma il bello deve ancora venire. Vi ricordate il tizio che potenzialmente potrebbe rinfacciarvi che vivete nelle strade più controllate di Roma? Ebbene leggete qui: “La lotta all’intralcio alla circolazione vede in testa via Giulia (4.026 multe), in via di Propaganda con 1724 sanzioni, piazza del Popolo (1.437) via Marsala (541) e di nuovo via del Corso con 460 contravvenzioni“. Uau, a via Marsala, costantemente e quotidianamente preda dei mascalzoni della sosta, una fiammante media di una multa e mezza al giorno. Significa che, fatte tutte le debite proporzioni e il calcolo delle probabilità, chi entranel parcheggio a pagamento è un coglione, chi paga la striscia blu è un coglione, chi gira e gira per trovare un posto regolare è un coglione. E bravi Vigili Urbani.
Ma andiamo avanti: “Per il carico e scarico delle merci, sono state registrate 10.432 contravvenzioni. Le aree vicine alla Stazione Termini le più interessate: via Giolitti (725) via Principe Amedeo (706), via dei Sabini (584), via Marsala (572) e piazza di Spagna (536)“. Avete letto bene: si vantano perché hanno comminato in un anno, le sanzioni che avrebbero dovuto fare in un giorno. E’ uno scandalo pensare a Via Principe Amedeo, o a Via Giolitti, costantemente ingombre da decine di furgoni in divieto, che vengono “vessate” con una media di due multe al giorno…
E per finire la ciliegina sulla torta. Sempre nella zona della Stazione Termini si sono registrate le violazioni più ricorrenti per la sosta in doppia fila: via Filippo Turati (838) via Principe Amedeo (600), via Merulana (458) via Giolitti (380) e via Cavour (323) guidano questa lista delle vergogne. Delle vergogne perché pensare a Via Merulana (nella nostra foto) che ad ogni singolo minuto del giorno e della notte presenta decine e decinedi pericolosissime auto in sosta selvaggia in mezzo alla carreggiata, beh, pensarla con una media di 1,2 multe al giorno significa immaginarsi che non c’è speranza alcuna di cambiare.
Anzi c’è, ma non transita dai Vigili Urbani: corsia preferenziale a salire lato marciapiede, a scendere idem e unica carreggiata doppio senso per le auto al centro. Così sparisce la doppia fila e non ci dobbiamo manco far prendere per il culo dai vigili.

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (15)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. anonimo says:

    bravo queste cose le sai dire solo tu

  2. sessorium says:

    Mha, direi che sono cose invece che possono leggere tutti. Semplicemente numeri. Più facile di così…

  3. Flavio Gioia says:

    Purtroppo è vero, siamo a tolleranza-1000.

    Tutti sanno che sulle strade di Roma non c’è legge, e si diffondono sempre più abitudini barbare come posteggiare mezza macchina sul marciapiede e mezza fuori.

    Dove vivo io, quando i vigili arrivano nel gabbiotto si limitano a fare multe tutto intorno per un raggio di trenta mentri, mentre oltre continua a regnare tranquillamente l’anarchia. Eppure in un quarto d’ora potrebbero coprire mezzo quartiere.

    Interessante questo video su Bologna dove si vede che i vigili fanno multe con la telecamerina senza dover scendere dalla macchina. Un bel risparmio di tempo e guadagno di efficienza! (minuto 1.50)
    http://it.euronews.net/2011/01/11/domare-il-traffico-a-bologna/

  4. TheMax says:

    Ieri, ore 17:03: faccio notare al vigile nel gabiotto di Pzza Numa Pompilio, si è degnato di ascoltarmi dalla finestrella abbassando la radiolina che ascoltava a tutto volume, che a 50mt, in piena zona pedonale davanti alle terme di caracalla, c’è parcheggiata una macchina con targa polacca, e che ci sono indumenti intimi sul portapacchi, stesi ad asciugare e che VISIBILMENTE qualcuno dorme nell’abitacolo. Per tutta risposta (rialzando il volume della radiolina) mi dice “OK faremo una segnalazione”.
    Stamene, ore 8:05 la vettura (con cartello AVARIA) era ancora li.

  5. Andrea Rossi says:

    La polizia municipale e’ uno dei veri cancri di Roma e’ da qui che un Sindaco serio dovrebbe ripartire, loro si difendono dicendo che sono pochi ma cio’ e’ solo parzialmente vero, la verita’ e’ che ci sono tanti, troppi assenteisti, troppa corruzione, troppi imboscati e probabilmente anche direttive politiche tese a mantenere lo status quo.

  6. Flavio Gioia says:

    Assenteisti? Il problema sono quelli in strada che non fanno NULLA!

    Nella mia zona ho staccato tutti i volantini dei capodannari tranne quello appiccicato al palo davanti al gabbiotto della municipale: è ancora lì, scommetto che non se ne sono mai nemmeno accorti!

  7. Anonymous says:

    “corsia preferenziale a salire lato marciapiede, a scendere idem e unica carreggiata doppio senso per le auto al centro. Così sparisce la doppia fila e non ci dobbiamo manco far prendere per il culo dai vigili.”

    Finalmente , questa è l’unica soluzione per evitare la doppia fila.

    Aggiungo però che la preferenziale deve essere protetta .

    Nei paesi scandinavi basta una striscia a terra da noi serve un cordolo invalicabile.

  8. Non bisogna mai generalizzare, però sono veramente troppi i nullafacenti in questo corpo… Per non parlare dei possibili accordi criminosi che stipolano (così si dice).

  9. Anonymous says:

    Un tempo qualcuno (un nano, per la cronaca) parlò di poliziotti panzoni…beh la municipale ne è stracolma, vedo vigili (e vigilesse) in forma fisica pessima (evito di essere volgare), che non riuscirebbero a rincorrere un ambulante nemmeno per 10 metri….Immaginatevi l’identikit del vigile medio, beh immaginatevelo ora che rincorre un lavavetri che scappa…

  10. Marcus says:

    Ci sono segnali di una totale deregulation: macchine a frotte parcheggiate col muso rivolto in senso contrario (credo che non sia piu’ considerata infrazione).
    Poi ce ne è un’altra che, mi lascia esterefatto: moto in doppia fila che bloccano le macchine regolarmente parcheggiate! Capisco (e non accetto) l’auto in doppia fila, ma la moto? Qualcuno sa spiegarmi il motivo?!

  11. Andrea Lesti says:

    Ieri ho incrociato un auto che percorreva Via Abetone completamente contromano…quando ho fatto presente la cosa a chi la guidava, mi ha risposto che non gli andava di fare il giro fino a Piazzale Adriatico e riscendere giù per Via Alpi Apuane…

  12. Patrizio says:

    Vi racconto di un mio amico che finalmente dopo 2 anni dal concorso vinto è riuscito ad entrare nel corpo della polizia municipale.
    Prima anomalia che lo ha colpito: la struttura della municipale non è quella classica piramidale ma assomiglia più a…una bottiglia di vino! Cioè oltre la dirigenza c’è una vastissima presenza di ufficiali e funzionari che stazionano in ufficio che è quasi pari agli agenti in strada. E probabilmente quelli in ufficio non penso proprio che si spezzino la schiena di lavoro.
    La questione della vigilanza del territorio: se un cittadino chiede l’intervento di un vigile per sanzionare ad esempio un’auto in divieto, per regolamento questo DEVE assolutamente procedere a sanzionare TUTTI i veicolo per quasiasi infrazione entro tot metri pena nullità della multa e cazziatone del superiore. Ecco perchè in genere i vigili preferiscono girarsi dall’altra parte piuttosto che magari passare 2 ore a fare multe.
    Ovviamente i vigili devono barcamenarsi nelle difficoltà degli altri corpi di polizia del nostro stato: benzina razionata, auto in pessime condizioni, equipaggiamento ridotto all’osso. Per fortuna questo mio amico insieme al gruppo di neo assunti si vuole dare da fare per addestrarsi ed equipaggiarsi in modo decente, ma devono pagarsi tutto di tasca propria: giubbotto antilama, spray urticante tiro con l’arma al poligono e difesa personale(ha scelto di entrare al GSSU, quindi occupandosi di sgomberi, prostituzione e abusivismo è molto più a rischio aggressioni).
    Nota positiva per quanto riguarda il corso di preparazione al servizio che hanno svolto:a quanto mi ha detto è la prima volta a Roma, è stato fatto da persone preparate e sarà ripeduto periodicamente (si spera anche per i vigili anziani) come corso di aggiornamento.

    Piccolo aneddoto: sapete come il ministero dell’interno ha imposto di chiamare quello che tutti chiamano manganello? distanzimetro!! ahahhaah

  13. mario says:

    il 30 dicembre dei miei amici hanno avuto un incidente in auto. una pattuglia dei carabinieri subito accorsa si è messa a dirigere il traffico perché non potevano redigere il verbale. Loro stessi ci confermano che in 5 minuti avrebbero potuto farlo e mandarci via togliendo l’ingombro dalla strada, invece abbiamo dovuto aspettare 3 ore L’unica pattuglia di vigili disponibili. Ma dico se c’è una sola pattuglia di vigili a Roma (era di sera ma è cmq ridicolo) almeno si dia la possibilità alle altre forze armate di aiutare. I carabinieri erano cmq bloccati lì non potevano andar via quindi non li si distoglie da altri compiti.

  14. Caterpillar says:

    Ragazzi è il popolo delle libertà!

  15. theDRaKKaR says:

    Patrizio, fai sempre presente al tuo amico che Roma ha bisogno di Agenti di Polizia Municipale preparati, scrupolosi e coscienziosi come sembra essere lui.

    Se dall’interno del colpo non si cominciano a isolare e stigmatizzare i fancazzisti, i parassiti e i corrotti rimane inutile stare qui a lamentarsi.

Inserisci un commento



(facoltativo)