Subscribe via RSS Feed

Mai più!


Di video, la Degrado Esquilino Television, ne ha girati a bizzeffe in questi anni, ma mai come questa volta la nostra troupe si è rammaricata di non poter riportare sullo schermo anche il lezzo pestilenziale di questa immonda sagra di paese che qualcuno ha ritenuto di allestire davanti alla Cattedrale di Roma e del Mondo, davanti ad uno dei centri planetari della cultura, della religione, della cristianità. Davanti alla cattedra del Vescovo di Roma. La tanfa di caciotta rancida, il fetente kebap che diffonde effluvi di carcassa e così via.
Perché ogni anno questa storia? Perché non si può fare a meno di allestire davanti a San Giovanni in Laterano un orribile slum indiano che tuttavia desterebbe ripulsa anche a Bangaluru o a Mumbai?
E poi ci sono le stranezze. Non solo negli improbabili e risibili generi merceologici inseriti nel mercato di cui potete avere riprova dal video, ma anche dalle modalità. Alcune domande: come mai il mercatino in questione è pubblicizzato da manifesti che hanno la stessa grafica (orribile, di pessimo gusto, zingara) che hanno solitamente i mille manifesti abusivi di un consigliere comunale (uno a caso)? E come mai proprio nel sito di questo consigliere comunale si trova ampia pubblicità sul mercatino con tanto di jpg del manifesto? Cosa ha fatto, ha scansionato il manifesto ed è riuscito a metterlo sul sito? Oppure davvero è lo stesso raccapricciante studio grafico che ha seguito le comunicazioni? Perché un mercatino comunale non fa comunicazione con manifesti istituzionali e si rivolge a studi esterni? Materiale ampio per qualsiasi consigliere comunale onesto che, una volta ricomposta l’attuale crisi politica, volesse procedere -anche forte delle nostre foto e delle nostre deduzioni- ad una interrogazione al sindaco che punti a interrompere, di netto, queste abitudini, queste ingerenze, questi abissi di vergogna in cui la città, per guadagno di chi?, vien fatta precipitare.
Chi ha dato i permessi? In base a quali parametri? C’è stato un bando? Si è selezionato in base alla qualità? Chi è il dominus delle bancarele?
E ancora: perché alcuni banchi, quelli che vendono ridicoli foulard falsi e pashmine in puro filato di parafango, sono gestiti da quegli stessi vu cumprà che solitamente umiliano la piazza girando in su e in giù sul sagrato della cattedrale rendendolo un bazar di Tangeri? Non è che, gratta gratta, si va a scoprire che certe famiglie oltre a massacrare la città di bancarelle e camion-bar sovraintendono anche ai vu cumprà, alla loro logistica (che non può essere di certo gestita in maniera autonoma), alla loro protezione, alla loro strategica dislocazione, alla opportuna unzione degli eventuali agenti della Polizia Municipale che non fossero disposti a chiudere entrambi gli occhi? Altrimenti come vi spieghereste che un ambulante ieri era abusivo davanti a San Giovanni a vendere stuoie a spalla e oggi è dentro ad un mercatino comunale col suo banchetto di stuoie? Altrimenti come vi spieghereste che ogni giorno San Giovanni è assillata, recintata e circondata non solo da camion-bar raddoppiati, ma anche da vu cumprà impuniti (nonostante ci si trovi in un percorso giubilare, fulcro della cristianità mondiale) e ignorati dalle forze dell’ordine e, per la verità, anche dalla curia?
E proprio alla Curia facciamo un appello: cacciate i mercanti dal tempio, voi che siete specializzati. Mai più bancarelle, mai più camion bar, mai più vu cumprà e mai più mercatini davanti a San Giovanni in Laterano e davanti alla Scala Santa.

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (18)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. zio Karol says:

    Raccapricciante. Lo stesso mercatino natalizio di merda a Eur Palasport ha completamente distrutto il lastricato sopra la stazione, sembra esserci passato un ciclone. Per non parlare poi della merda che lasciano i bancarellari della vicina Eur Fermi.

  2. Peppe says:

    la cosa vergognosa è che piazza san giovanni potrebbe essere una bellissima piazza con un verde e un arredo urbano in condizioni, invece è “umilliata” costantemente da concerti, manifestazioni, mercatini… e alla fine le zone verdi sembrano una marana puzzolente, i marciapiedi, sono rovinati, e gli angoli più nascosti, tra cui la cabina telefonica della telecom (quando si degneranno a sistemarla o a toglierla), diventano pisciatoi pubblici per zingari, punkabestia e altri animali….

  3. anonimo says:

    Ieri sono passato per San Giovanni nel momento in cui i bancarellari fissi di fronte alla Scala Santa smontavano i loro catafalchi. Inutile dire che se sono andati e hanno lasciato in terra un immondezzaio, cartacce e monnezza varia. Che schifo d’immagine che diamo ai turisti!

  4. anonimo says:

    Sicuramente c’è chi gestisce tutto il giro, ricordo il giorno della befana ero nei pressi di Corso Vittorio Emanuele e davanti al Palazzo della Cancelleria c’erano decine di nordafricani che gonfiavano palloncini e quello che sembrava il “caporale”, italiano, dava istruzioni sulle zone da raggiungere, percorsi, postazioni. Sembrava di vedere il negriero e gli schiavi, a questo è ridotta la città di Roma nel 2011.

  5. Caterpillar says:

    spero che almeno entro il “13″ se ne siano andati

  6. Giovanni San says:

    Che schifo, un insulto a Roma.

    Un immondo mercatino di schifezze che non accetterebbero manco davanti al circo orfei di Sgurgola Marsicana. Poi l’ex isola pedonale inondata di macchine. I cortei dei lavoratori a San Giovanni non vanno bene, ma venti giorni di questa pagliacciata sì? Fa accapponare la pelle, anche pensando che è l’immagine che abbiamo dato di Roma ai milioni di turisti passati per San Giovanni durante le feste.

    Questi governanti stanno strozzando Roma, non vedo l’ora che se ne vadano.

  7. Flavio Gioia says:

    Sono gli stessi bancarellari che si sono impossessati d’estate delle banchine del tevere. Vendevano solo cianfrusaglie, birra annacquata e carne arrosto andata a male. Non ci andava nessuno e ora ho capito perchè… Spero che questo tentativo di uccidere i luoghi storici di Roma venga fermato prima che abbia successo…

  8. Ale77 says:

    Consideriamo che sta zozzeria era pubblicizzata nell’home page der Mutanda…
    Quindi che te voi aspettà?

  9. Max says:

    Io ancora non capisco perchè questa gente è lì a governare. Ignoranza(palese),cattivo gusto,arroganza,raccomandazioni,favoritismi di ogni genere,lassismo su tutti i fronti, questo è quello che promana dalla politica Italiana. Il meglio che riescono a fare è insultarsi a vicenda attraverso i manifesti abusivi da prima elementare e nei salotti televisivi; ovviamente è tutto un siparietto, in realtà sanno benissimo che giocano TUTTI allo stesso gioco.
    C’è divario cittadino-politica ormai insanabile, che porterà prima o poi (speriamo presto!) ad una situazione insostenibile e insopportabile per i cittadini.

  10. Anonymous says:

    Una SOZZERIA inverosimile. E noi, romani, che assistiamo, inermi, zitti, a questi cialtroni che si approfittano dell’illegalità diffusa, dove la magistratura LATITA e dove tutto è concesso. NON se ne può più.

  11. Mi piange il cuore a vedere una piazza ben ristrutturata diventata simile ad una piazza di periferia.

    Concerti, manifestazioni, pankabestia, zingari, venditori di foular, camion-bar, bancarelle, cartelloni…C’è veramente di tutto. E ora forse si scopre che il tendone del circo è su commissione ai Tredicine. Ma che schifo…Veramente.

  12. Massimiliano Tonelli says:

    Eppure mi sarebbe assai piaciuto sentire qualche parere di amministratori, politici, consiglieri su questa storiaccia…

  13. francy says:

    ma qualcuno compra qualcosa?

    è talmente ributtante che mi domando se funziona

    il giorno dell’epifania abbiamo assistito alla stessa scena descritta dall’anonimo sui venditori di palloncini….questo mercato si, funziona, lo posso garantire………. abbiamo ceduto e comprato anche noi uno spiderman per 5 euro, mentre assistevamo a piazza navona super trash dove non ero mai stata per l’epifania e dove cercherò di non tornare più

  14. Massimiliano Tonelli says:

    A PIAZZA NAVONAAAAAAAA???????????
    Potevi chiedermi prima… E’ il catalogo della bruttezza, portarci i bambini gli assicura un futuro da coatti romani. Eh no!

  15. sebastiano says:

    Veramente questi mercati ormai fanno solo pena per non dire di quelli che ci lavorano e la merce che vendono…
    Puzzo di Kebab, dolci che sembrano di tre mesi prima, collanine, articoli per la casa..Ma cosa c’è di caratteristico?
    meglio andare d’inverno al mercato di Pontelungo!..Tutt’altra aria!
    Poi riguardo S.Giovanni quella piazza è diventata un area dove poter fare tutto!
    Comunque, se vi interessa io sono uno dei promotori delle varie iniziative per non autorizzare più concerti,e in primis quello del 1°Maggio

  16. anonimo says:

    francy, non cedere più, così si alimenta la criminalità organizzata che c’è dietro questo sistema. E poi 5 euro per uno spiderman è un furto!

  17. Enzo says:

    Ma poi non capito perchè ogni volta che si autorizza qualche iniziativa in un’area pedonale o in una piazza del centro storico, si autorizza subito il parcheggio selvaggio dei “commercianti” e venditori vari in quell’area.
    Sono dispensati questi signori dall’uso del mezzo pubblico e dal rispetto delle regole di traffico di tutta la città?
    UNO DEI MOTIVI PER CUI LE AREE PEDONALI DEL CENTRO STORICO SONO COSTANTEMENTE VIOLATE È CHE SI PERMETTE A COMMERCIANTI E RISTORATORI DELLA ZONA DI PARCHEGGIARE A 5m DALLA LORO ATTIVITÀ.

    b a s t a

    Non hanno alcun rispetto. La prossima volta che vado in centro, se trovo una situazione indecente come ieri sera, prenderò provvedimenti personalmente, tanto è chiaro che sono incoraggiati.

  18. Massimo Livadiotti says:

    La curia ha bisogno….di questo squallore! Da sempre buona parte del gregge è stato composto da disperati e sbandati! Cosa ci si può aspettare dai porporati del Vicariato se loro stessi hanno ordinato di inchiodare i megafoni direttamente sui tronchi dei platani di via Merulana x l’ultima processione del Corpus Domini? Più squallore e disperazione c’è attorno ai loro luoghi di potere e più facile è esercitarlo!

Inserisci un commento



(facoltativo)