Subscribe via RSS Feed

Il Rione più trendy di Roma?

In un momento di mercato stagnante e di crisi nera dell’economia potrà esistere solo un motivo se la vostra casa aumenterà di valore o se l’appartamento di cui siete alla ricerca diventerà ancor più inaccessibile. E questo motivo si chiama Monocle. Monocle, temiamo che molti lettori non lo sappiano, è ormai da qualche anno la rivista di tendenze internazionali più famosa al mondo. Il suo mitologico fondatore fu, anni fa, l’inventore e l’artefice del successo di Wallpaper, altra rivista che fece epoca tra i Novanta e gli Zero. Ma ora gli occhi dei trend setter dei cinque continenti sono tutti per Monocle.
Si dà il caso, dunque, che sul numero attualmente in distribuzione Monocle dedichi quattro, dico quattro pagine all’Esquilino. Difficile che i giornali nostrani e le patetiche cronache-di-roma dei quotidiani lo noteranno (dunque ringraziate il vostro blog preferito per la dritta) perché a Roma ci si diverte a fare i provinciali e soprattutto, proprio per quanto riguarda Monocle, la città si è distinta nell’opporre un indecoroso silenzio alla sentenza che la rivista sparò qualche annetto fa, quando Roma non venne neppure inclusa nella classifica delle migliori città del mondo con una motivazione che suonava tipo “non possiamo prendere in considerazione un posto dove si parcheggia sui marciapiedi, non si rispettano le corsie preferenziali e non esistono di fatto piste ciclabili”. Allora, nella annuale survey sulle città, Monocle fece la scelta tosta di non far neppure rientare Roma nella classifica, oggi, in parte, torna sui suoi passi incoronando l’Esquilino come meta trendy per personaggi creativi in cerca di stimoli e, magari, di ritorno da una esperienza internazionale.

Resta l’importanza notevolissima di un così ampio servizio su un così prestigioso organo di stampa, tutto il resto tuttavia è di una gran banalità. Non ce ne vorranno a Monocle, ma dalla rivista più trendy del mondo ci aspettavamo molto di più che descrivere l’Esquilino come il posto dove sono venuti a vivere scenografi, artisti e registi. Questa è un film che abbiamo già visto, datato metà-anni-novanta. Un film di cui, tuttavia, si sarebbe potuto fare un bel remake aggiornando gli indirizzi, proponendo mete eat&drink di nuova apertura, segnalando le più recenti avventure del real estate (settore sul quale Monocle punta assai). E invece niente di tutto questo. Benché Monocle avesse contattato proprio la redazione di Degrado Esquilino prima di iniziare a comporre il servizio (questo ci onora, per carità), il risultato è stato all’insegna del più trito cliché pure un po’ fané e i nostri consigli più freschi sono finiti quasi tutti fuori dalle famose quattro pagine.

L’Esquilino che ne esce fuori è un luogo dove si vive bene, molto più pulito degli anni addietro (???), decisamente isolato rispetto al resto del centro città (???) e i cui esercizi commerciali di punta sono Fassi, Regoli e la Trattoria Monti. Tutti posti validi, ma da una rivista famosa nel mondo per essere la bibbia dei trendsetter ci saremmo aspettati ben altro. E invece di originale, nell’articolo che comunque vi consigliamo di leggere, ci sono solo le bellissime foto di Rocco Rorandelli. Buon per voi, dunque, che per essere aggiornati sulle novità più nuove avete l’unico obbligo di seguire con assiduità il vostro blog, senza abbeverarvi alle riviste alla moda…

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (5)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Marchese says:

    La Trattoria Monti è eccellente e fuori ha una vista bellissima sull’arco ormano

  2. Anonymous says:

    effettivamente l’esquilino è uno dei pochi rioni di roma con i prezzi delle case in risalita
    comunque il numero di monocle lo andremo a comprare, almeno per curiosità
    e in ogni caso grazie per la dritta al mio blog preferito!

  3. anonimo says:

    dove si compra?

  4. Max says:

    …scusate ma io proprio non riesco a capire come possa essere considerato trendy l’esquilino.
    Vabbè…

  5. Francesco says:

    Una domanda…
    Dov’è la Trattoria Monti???

Inserisci un commento



(facoltativo)