Subscribe via RSS Feed

Se c’è un sindaco così è solo colpa nostra

Se Giovanni Alemanno, dopo tutto quel che sta succedendo da settimane a questa parte, è ancora al suo posto, è solo colpa nostra. Non perché lo abbiamo votato, ché dopo i disastri di quelli che venivano prima di lui era cosa anche comprensibile, ma perché non c’è stata ombra di protesta da parte della società civile rispetto allo schifo vomitevole dell’amministrazione. Niente.
In un paese normale, avendo appurato ciò che è davvero capitato e non sembrano esserci dubbi, tutti (tutti!) i dipendenti onesti di Atac, Ama e Acea si sarebbero dichiarati in sciopero, sospendendo l’erogazione dei pubblici servizi fino alle dimissioni irrevocabili del responsabile dello scempio. Ma la genialità di questa classe dirigente è stata proprio questa: riuscire a anestetizzare il senso di sdegno e di indignazione. Migliaia di raccomandati e nessuno si indigna, nessuno protesta, nessuno manifesta, nessuno fa baccano. Migliaia di raccomandati e neppure i poveri cristi che sono entrati su concorso e che i figli ce li hanno disoccupati si permettono di dire qualcosa?

Share

categoria: la nota

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (7)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Evidentemente è una prassi MOLTO antica nelle “municipalizzate”. Il dipendente più pulito avrà sicuramente qualche scheletro nell’armadio. Perché non hanno protestato? Perché in quel caso qualcuno avrebbe potuto indagare anche su i “vecchi” dipendenti.

  2. Dimenticavo: che schifo! E non mi meraviglio affatto che AMA fosse piena di debiti (ripianati dallo Stato con la cessione di immobili), che ATAC sia piena di debiti e che ACEA sia la società energetica più scadente sul mercato (viva Eni, viva Enel, viva Sorgenia, viva Edison!)

  3. Anonymous says:

    hai ragione, solo che un’eventuale rivoluzione verrebbe temuta anche dal centro sinistra e sicuramente anche dai giornali ! Tutti hanno interesse a lasciar cosi la situazione e al massimo cercheranno un capro espiatorio (hai letto i nomi dei consiglieri coinvolti?).
    Comunque all’interno delle aziende (soprattutto ACEA) da un pò serpeggiava malumore e hanno fatto anche un blog parentopoli

    Vi segnalo questo scoop di beppe Grillo, in questi giorni è fallito il banco emiliano romagnolo e, per il momento, hanno congelato tutti i conto correnti nel completo silenzio dei mass media.
    http://www.youtube.com/watch?v=6wTOV0iH8CM

  4. Ale77 says:

    Nessuno protesta? Il motivo è solo uno: il più pulito c’ha la rogna.

  5. Andrea Rossi says:

    Purtroppo non mi resta altro che sottoscrivere sia il post e sia i commenti, la verita’ e’ che il piu’ pulito c’ha la rogna…personalmente all’ultimo ballottaggio ho votato Alemanno in quanto non ne potevo piu’ di come le amministrazioni precedenti avevano ridotto la mia citta’, sono deluso da Alemanno ? Non tanto poiche’ non mi sono mai illuso, certamente non mi aspettavo una schifezza cosi’ plateale (parlo della vicenda Atac), che fare ora ? Non lo so, continuare a protestare scrivendo, telefonando e votando, chi votare ? Non so piu’ dove buttarmi, forse qualche partitino piccolo e nuovo che almeno non ha mai mangiato finora…

    Nel frattempo non dimentichiamo i nomi di chi ha fatto dell’Atac carne da porco.

  6. Andrea Lesti says:

    Io stesso purtroppo conosco un mio coetaneo, entrato a Trambus per raccomandazione subito dopo il diploma…il padre era già dipendente Trambus nonchè sindacalista…

  7. anonimo says:

    Gli studenti il 14 un pò di baccano l’hanno fatto…

Inserisci un commento



(facoltativo)