Subscribe via RSS Feed

Metti una sera, di martedì…

Il nome è epico “I Martedì Critici”. Roba da “venerdì nero” della borsa di Wall Street o qualcosa di simile. In realtà i critici sono da intendersi come critici d’arte, che intervistano e fanno parlare artisti, più o meno giovani, riguardo al loro lavoro. Il tutto accade, da mesi e fino a ieri quando si è svolto l’ultimo appuntamento della stagione, in un piccolo loft di Via Carlo Botta, a Colle Oppio. E’ qui, a tre passi dalla Domus Aurea, che il critico d’arte Alberto D’Ambruoso ha inventato questo format che, via via, ha ‘convinto’ sempre un maggior numero di persone -anche del quartiere- fino a raggiungere, in alcune serata, presenze superiori alle cento unità.
La formula è sempre la stessa: appuntamento alle 19.30, chiacchiere e qualche birra all’esterno. Dentro c’è allestita una piccola mostra con una selezione necessariamente ristretta di lavori dell’artista protagonista che verso le 20.30 inizierà il suo talk (ma anche la sua proiezione di video o la sua performance) aiutato dalle imboccate del critico ospitante e soprattutto dalle domande del pubblico.
La formula rimarrà la stessa -e probabilmente anche la giornata, tant’è che “I Martedì Critici” sono ormai un brand in città nel milieu che segue l’arte contemporanea-, ma dalla prossima stagione a partire da marzo il progetto si rinnoverà di molto cambiando spazio e approdando in una sede di altissimo livello: l’Auditorium di Mecenate. In questo spazio assai connotato gli organizzatori cercheranno di coinvolgere, dati gli ambienti e la quantità di posti disponibili, anche artisti internazionali e celebrità dell’art world mondiale. Vedremo come andrà, senz’altro un valore aggiunto per la città e ancor più per il Rione.

I MARTEDI CRITICI
Via Carlo Botta 28 – damalb40@hotmail.com

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Inserisci un commento



(facoltativo)