Subscribe via RSS Feed

Da domani wi-fi libero. Dove lo troveremo?

Concludiamo l’anno con una notizia positiva, dai. D’altronde nel “paese disperato” impeccabilmente fotografato da un tagliente editoriale di Ernesto Galli della Loggia apparso ieri sul Corriere della Sera, ogni tanto bisogna pur sforzarsi a vedere quel poco di buono che viene dalla peggior classe dirigente d’occidente. Anche quando queste buone notizie non sono altro che un tornare sui propri passi, correggendo -con un lustro di ritardo- errori patetici che avranno conseguenze gravide per anni e anni.
E’ il caso del wi-fi libero, negato in Italia manco fossimo in Cina a partire dal 2005. Una bizzarra misura antiterrorismo che da domani cessa definitivamente. Perché ne parliamo? Cosa c’entra tutto questo con un urban blog che segue le vicende di piccoli appezzamenti di territorio cittadino nel centro di Roma? Ne parliamo perché vorremmo, col vostro aiuto, monitorizzare quanti e quali saranno gli esercizi commerciali a Monti e all’Esquilino che si prodigheranno a offrire ai propri avventori il graditissimo plus di una connessione gratuita per lavorare o leggere le ultime news mentre si sorseggia un buon the o si legge un libro. O magari mentre si divora un pranzo veloce.
Cosa vi chiediamo? Occhi aperti, innanzitutto, per “pizzicare” i locali che per primi sfrutteranno l’abrogazione della legge liberticida. Chi sarà il primo bar, il primo ristorante, il primo caffe letterario a offrire connessione per tutti?
I maggiori iniziati? Senz’altro i frequentatissimi locali di Monti, anche i bar della Stazione potrebbero fornire il servizio. E poi il plotoncino dei newcomers che hanno iniziato le loro attività nel 2010, Conter, OsClub, la libreria caffe Orientalia. Anche il celebre Panella, naturalmente, e chissà magari anche il buon Ottavio, così finalmente si farà un indirizzo di posta elettronica visto che la nostra lettera dell’altro, qui sotto pubblicata, giorno abbiamo dovuto mandargliela col piccione viagg… ehmm via fax!
Insomma, fateci caso e teneteci al corrente sugli orientamenti che il popolo dei commercianti avrà a partire dal 1.1.11.
Cosa faranno? Si butteranno nella novità convinti in un aumento della clientela? Ignoreranno il cambiamento come è nello stile della città? Oppure volutamente lo boicotteranno, come ad esempio succede a Berlino dove, presi d’assalto dagli scroccatori di linea che sverfnavano nel locale, molti esercenti vietano espressamente l’utilizzo dei computer in determinati orari per consentire ai tavoli una rotazione più sostenibile che non penalizzi gli incassi.

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (13)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    secondo me i primi saranno senz’altro i tanti call center-internetpoint a gestione pakistana.
    e Dio non voglia che non avremo mai a pentirci di queste decisioni.

  2. Anonymous says:

    sapete se per caso per collegarsi bisognerà ancora fare la registrazione?

  3. luca says:

    A via Giolitti Convoglia offre ,tramite la privincia , un’ottima connessione WiFi

  4. anonimo says:

    Anche il Centro Commerciale Primavera, a viale della Primavera (Centocelle), offre il wi fi gratuito. Almeno così recitano i cartelli affissi della provincia fuori il centro commerciale.

  5. max44 says:

    Anche la provincia nei giardini dell’Acquario romano in piazza M.Fanti.

  6. Anonymous says:

    Segnalo che a Via Monte della Farina molti paletti a protezione del nuovo percorso pedonale sono stati già divelti o segati dai soliti incivili per parcheggiare l’auto “come me fa più commodo”.

    Perchè siano davvero efficaci occorrerebbero dei ROBUSTI PARAPEDONALI CEMENTIFICATI DIRETTAMENTE AL SUOLO, SOTTO AI SANPIETRINI.

    Mc Daemon

  7. max44 says:

    Segnalo ad Anonymous che questa mattina alle ore 7,30 in Buongiorno Regione sul 3°RAI,hanno difeso l’abbattimento dei paletti in favore della sosta per i “poveri residenti” ed i poveri pedoni?ciao

  8. sessorium says:

    Stai scherzando? Spiegati meglio.

  9. max44 says:

    Per sessorium,in breve,tg3 buongiorno regione si fà portavoce presso le autorità(quali?)del disagio dei residenti della via che vogliono l’abolizione dei paletti poichè non hanno spazi per parcheggiare,se vuoi puoi vedere la registrazione della puntata,come ho fatto io in quanto effettivamente mi era preso il dubbio di aver capito male(anzi lo speravo).

  10. sessorium says:

    Vabbe, chiacchiere a vanvera di un giornalista cretino voglio sperare. Ma di che strada si parlava?

  11. max44 says:

    Via Monte della Farina,segnalata da Anonymous

  12. Caterpillar says:

    Pure a Villa Lazzaroni hanno messo la Provincia Wifi

Inserisci un commento



(facoltativo)