Subscribe via RSS Feed

Villa Borghese secca e riarsa sei mesi l’anno. Che ne pensate?

Il Comune ha intessuto un fertile dialogo con le tante associazioni che si occupano la tutela di Villa Borghese. Queste ultime non hanno soltanto chiesto un aumento della tutela e degli investimenti (aho, mai che si parli di sviluppo, sempre e solo di tutela; aho, mai che si parli di togliere di mezzo i camion bar mafiosi e osceni e sostituirli magari con dei bei ristoranti fissi di qualità architettonica e gastronomica elevatissima, come accade negli altri parchi pubblici in tutto il mondo; aho, mai che si lamentino del fatto che la camorra dei cartelloni ha circondato la Villa rendendo irriconoscibile Via Pinciana e altre strade), ma in un caso hanno chiesto una diminuzione degli oneri da parte dell’amministrazione.
Su cosa? Sull’irrigazione. “Il parco deve essere al naturale”, hanno detto le associazioni “e se in primavera è verde, in estate deve vestirsi di giallo”.
Che ne pensate? Siete d’accordo? E allora che differenza c’è tra una riserva naturale ed una villa urbana? Che cosa cambia tra la Caffarella e Villa Borghese? E’ più storicamente corretto non trattare i nostri parchi come ville inglesi oppure sarebbe il caso di mantenere i prati verdi d’estate e non lasciarli spazzati dal sole e dalla polvere?

Share

si parla di:

categoria: la nota

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (8)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Kafiero says:

    Ma questi comitati, come al solito, sono indifendibili.

  2. JANAZ says:

    Ma pensassero ai camion bar dei quindicine porcocazzo!

  3. Marcus says:

    Io so solo che con tutto ciò che giustamente si può recriminare alla precedente giunta, una cosa va ammessa:
    Quando Veltroni se ne è andato Villa borgese era tornata un gioiellino. Alemanno l’ha distrutta!!!

  4. marco says:

    “L’eccessiva irrigazione accelera la marcescenza degli alberi storici e ha già contribuito a modificare il microclima del parco, con conseguenze devastanti per il patrimonio arboreo e naturale.”
    Letto sul sito di MiglioraRoma:
    http://www.miglioraroma.com/2010/11/dieci-punti-per-salvare-villa-borghese.html

  5. Massimo Livadiotti says:

    E’ vero il discorso sull’eccessiva irrigazione che facilita la marcescenza sopratutto nelle zone del parco più ombrose ma vorrei aggiungere che purtroppo la situazione climatica di Roma negli ultimi anni è sostanzialmente cambiata!Sopratutto l’estate è divenuta una stagione molto più torrida e con lunghi periodi di siccità!Tutti ci ricordiamo i famosi (ormai un lontano ricordo…) temporali d’agosto? Quindi credo che una moderata irrigazione nei mesi di maggiore siccità oggi come oggi sia un beneficio…anche per i numerosi uccelli che vivono nel parco e non certo per avere i prati come a Vienna o Londra che hanno infatti altri climi!Piuttosto gli impianti dovrebbero funzionare (per settori) in maniera differenziata…nelle zone con più vegetazione e più ombrose con meno acqua irrigata e viceversa nelle zone più assolate con maggiore irrigazione!

  6. Max says:

    Ma sì, lasciamo marcire anche villa Borghese!
    Oltre che depredata, deturpata, vandalizzata, adesso aggiungiamo anche “abbandonata”!
    Ricordiamoci comunque che ,quando Veltroni se ne è andato, il Pincio era devastato dai cantieri degli amichetti suoi, i camioncini erano sempre lì e i busti decapitati c’erano anche allora.
    Diciamo che l’involuzione di villa Borghese è proseguita con “questi altri” al campidoglio.
    Tutto molto triste…

  7. marco says:

    @Massimo Livadiotti:
    “Sopratutto l’estate è divenuta una stagione molto più torrida e con lunghi periodi di siccità!”

    Sono d’accordo sul clima, ma infatti l’articolo di Martina (miglioraroma) parlava proprio di piante adatte al clima secco:
    “erba naturale romana, che è xerofila”

    Ma non entro oltre nel merito ci sono persone in zona che conoscono villa borghese la amano e vorrebbero difendere.
    io ci capito raramente in bici di domenica.

    marco

  8. Renato says:

    “Quando Veltroni se ne è andato Villa borgese era tornata un gioiellino. Alemanno l’ha distrutta!!!”

    Villa Borghese faceva schifo sotto WATER Veltroni e fa schifo oggi sotto Alemmanno.
    Punto.

Inserisci un commento



(facoltativo)