Subscribe via RSS Feed

Il Rione senza légge che almeno lègge

Come i nostri lettori sanno, il legame c’è, il percorso c’è, il trait d’union c’è e noi lo tracciamo sovente. Stiamo parlando del filo rosso che collega il Rione Esquilino con il Quartiere del Pigneto.
Una traiettoria, in senso inverso, che è stata intrapresa anche dalla Libreria il Corsaro, storica presenza nel VI Municipio che raddoppia la sua sede di Via Macerata con una dépandance stretta stretta e lunga lunga piantata come uno spillo nel cuore dell’Esquilino. Chissà, magari sul raddoppio avrà anche pesato una certa delusione di quanto sta succedendo al di là di Porta Maggiore, basti vedere proprio Via Macerata, trasformatasi dal 2003 -anno di apertura del Corsaro- ad oggi da promettente strada bohémienne a hub del peggiore spaccio di droga, povero Pigneto, abbandonato alle grinfie della Camorra.
Via di San Vito, con i suoi paletti che impediscono la solita sosta selvaggia rendendo invisibili negozi e botteghe, ha quella giusta atmosfera parigina che fa al caso. La vicinanza con la buona&bella Trattoria Monti regala un barlume di speranza per il commercio nel nostro Rione che nelle ultime settimane -lo stiamo documentando passo passo ogni giorno- sta cercando di esprimere un ritorno alla cura, all’investimento privato di qualità, all’attenzione ai particolari, alla proposizione di nuovi progetti e idee.
Ma torniamo al Corsaro. La formula, in piccolo, resta la stessa di Via Macerata: in parte libri nuovi, in parte usati. Difficile, tuttavia, che nello spazio mignon dell’Esquilino si possano organizzare presentazioni, talk e concerti come è stato fatto negli anni al Pigneto. Ma magari Il Corsaro riuscirà nel futuro ad utilizzare la piazzetta antistante o l’area pedonale dell’Arco di San Vito.
Ultima curiosità, come la casa madre del Pigneto anche la librerietta dell’Esquilino è di proprietà della famiglia Telese. Ed è un po’ un omaggio al proprio territorio in particolare per Luca Telese, noto giornalista della carta stampata e televisivo, che così apre una attività commerciale qualificante nel Rione dove vive.
E allora, tutti di corsa al Corsaro.

LIBRERIA IL CORSARO
Via di San Vito 13b
0645598789

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (11)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Filosofo says:

    Sbaglio o stanno aprendo un sacco di librerie? Esquilino la nuova rive gauche?

  2. Gaia says:

    Aho, la libraia è bellina tanto

  3. Oppiaceo says:

    L’ho vista e mi piace tanto. Stiamo diventanod il quartiere delle piccole librerie indipendenti, daje!!!!!

  4. Massimiliano Tonelli says:

    Esquilino la nuova rive gauche? Carina come cosa. Intanto noi facciamo il nostro mestiere: suggriamo percorsi e diamo conto a chi ci segue di quello che sta succedendo. E in effetti qualcosa sta succedendo. Conter, Os Club, la Fenice, il Corsaro, la nuova Orientalia (di cui parleremo nei prossimi giorni), il dehor di Panella. Sotto Veltroni avrebbero già parlato di rinascimento, fatto uscire uno speciale sull’Economist e una pagina sul New York Times. Sotto Alemanno se ne sono accorti solo i commentatori di Degrado Esquilino…

  5. anonimo says:

    ma sai a loro gli piaacciono di più le baancarelle soto i portici e i video poker nella metro

  6. anonimo says:

    E’ finalmente ufficiale!
    Il teatro Ambra Jovinelli è in riapertura. I contratti sono stati firmati
    e l’attività teatrale ripartirà a breve – Dopo una risistemata ai locali.
    Dobbiamo essere soddisfatti di questo risultato raggiunto, a cui abbiamo
    contribuito riuscendo a mantenere viva l’attenzione del mondo economico,
    politico e culturale sulla questione.
    Tra poco sarà sui giornali il tutto – se non c’è già.
    Marco Balsamo e Gianmario Longoni, in società, sono i nuovi gestori della
    struttura. Sono degli storici imprenditori teatrali, di diversa
    estrazione, di grande valore. Ho potuto vedere il cartellone annunciato, e
    mi sembra di ottima qualità, in grado di contentare molti palati.
    La riapertura della struttura corona un anno di lotte e discussioni, che
    molte volte sono sembrate inutili, ma che oggi acquistano finalmente
    valore. E’ però, la riapertura solo un primo passo. Occorre dare tutto il
    nostro aiuto alla struttura affinchè si fortifichi, occorre far si che
    l’Ambra abbia sempre forti rapporti con il territorio e che le sue
    strutture siano aperte verso questo. Occorre che la riapertura dell’Ambra
    sia il primo passo del risanamento di tutta l’area di via Guglielmo Pepe.
    Occorre cioè non abbassare ancora la guardia e continuare a lavorare per
    questo.
    Il mio appoggio, e credo quello di tutti, non mancherà anche per il domani.
    Per l’oggi però, solo festeggiamenti, che presto faremo pubblici.
    A presto e mi raccomando, tutti a teatro!!
    Fabrizio Rasori

  7. Massimiliano Tonelli says:

    La notizia è già passata sui giornali.

  8. anonimo says:

    ma è sempre una buona notizia, otteuta grazie proprio alla tenacia dei cittadini , ai gruppi di sostengno su facebook modestamente anche ll’impegnoo del municipio ciao Letizia Cicconi

  9. Marcus says:

    Mi sono quasi commosso nel vedere quella piccola libreria! Ho già comprato qualcosa. Ma è bello semplicemente passeggiare tra quei vecchi testi. In una zona come la nostra, dà quasi l’impressione di muoversi tra i libri segreti del film Fahrenheit 451…
    Ci sono su via Merulana altri 2 0 3 locali sfitti che presto riapriranno. Possiamo sperare in altre belle sorprese?!!

  10. Antonio says:

    Ciao a tutti.
    Sono estremamente felice che si sia aperta una libreria nel quartiere dove sono nato e cresciuto e, in particolare, nella strada (Via di S.Vito) dove ho vissuto per 48 anni.
    Spero che possa essere solo l’inizio della rinascita culturale e commerciale di una zona di Roma affascinante.
    Ringrazio, anche se ora abito a Ciampino, tutti coloro che hanno contribuito all’apertura de “Il Corsaro”.
    Sicuramente passerò per visitarla.
    Ad maiora

  11. Luca telese says:

    Grazie per questa bellissima recensione e per i commenti affettuosi. Avete colto lo spirito…. Di amore per l”esquilino, prima di tutto. E poi per i libri. E poi per questo tipo di libri e di negozio e di quartire… Riceviamo dei complimenti affettuosisssimi, come se avessimo aperto un ospedale…

Inserisci un commento



(facoltativo)