Subscribe via RSS Feed

Sono dei dementi. E ora abbiamo le prove

Forse qualcuno di voi, obnubilato dall’avvenenza della conduttrice, non si sarà accorto di un passaggio fondamentale durante l’ultima puntata di Exit, su La7, l’unica tv in chiaro che è oggi possibile guardare.
Degrado Esquilino vi fa il regalo di offrirvi qui il link alla replica della trasmissione. Ora piantatela di guardare la D’Amico e correte al minuto 52:00, dopo qualche istante la conduttrice darà la parola ad un individuo completamente inabile a parlare in pubblico, inacapace di determinare un pensiero, assurdamente impresentabile, uno che si mangia le parole, uno che come prima cosa chiede se parlare in piedi o stare seduto, come alle scuole medie. Uno che, udite udite, si fa sbertucciare da Fabio Granata che, giustamente, sfruculia sull’ispirazione ad Ezra Pund da parte di questa accolita di cafonazzi che non fanno altro che farlo rivoltare nella tomba. Uno che quando gli si chiede “chi è l’erede di Almirante” risponde “non lo so”. Uno che quando gli si chiede “perché avete mollato Fini?” farfuglia sciocchezze da autobus. Una destra (ma quale destra!!!) che attacca la magistratura e la giustizia. Uno che sta in un centro sociale di destra e che dice che la figura politica apicale in questo momento in Italia è Silvio Berlusconi, apparentemente senza vergognarsi.
Vedete questo ragazzotto dalla faccia intelligentissssima? E’ lui che imbratta ogni giorno il nostro Rione? E’ lui che in nome dell’orgoglio di essere romani deturpa, massacra, manca di rispetto, umilia la piazza simbolo del nostro territorio. Un tizio che non sa parlare, che non ha idee, che mette sullo stesso piano Ezra Pound e Silvio Berlusconi.
Avete capito perché, dunque, bisogna fare pressioni, in tutti i modi, affinché Roma Capitale liberi il suo Centro Storico da questi centri sociali che hanno un impatto insostenibile sul territorio. Un impatto fatto di affissioni abusive continue, di scarabocchi su ogni muro, di violenza, tensione, di gente che – non essendo in grado neppure di mettere due parole in fila – si trova ovviamente più a suo agio a menare le mani.
Cacciamoli via, loro e tutti gli altri centri sociali di destra e di sinistra. Ma soprattutto loro. Perché? Perché sono degli sporcaccioni incredibili, perché gli altri centri sociali ci stanno sulle palle perché occupano proprietà che non solo loro, ma nessuno, come loro, distrugge tutto il territorio circostante con manifestini ridicoli, graffiti ignobili e sporcizia dappertutto.
Cacciamo via Casa Pound dall’Esquilino, si comportano come rom, vengano trattati come un campo rom: sgomberati! Ammenoché, perché questi sconci babbei decerebrati una possibilità ancora ce l’avrebbero per salvarsi dall’ira del rione che suo malgrado li ospita, ammenoché, dicevamo, non la smettano di imbrattare e anzi, come i tanti comitati di quartiere, si battano contro il degrado, contribuiscano a pulire i muri durante le tante giornate di pulizia collettiva delle strade, che perseguano chi sporca e umilia Roma. Allora luride zecchette di destra, ci state a raccogliere la sfida? Siete i benvenuti se la smettete di rovinare Piazza Vittorio e tutto l’Esquilino. Con un piccolo sforzo ce la fate a essere meno sudici dei bangladesh che tanto criticate, razza di bifolchi pseudorivoluzionari col babbo notaio? Ce la fate o no, coraggio…

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (14)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    POST SACROSANTO!!!

    Un abitante del rione

  2. Marco says:

    Sono d’accordo, ma ci sono centri sociali e centri sociali. Ultimamente sto frequentando la Città dell’Utopia http://www.lacittadellutopia.it/ all’Ostiense e trovo che renda un bel servizio al territorio. Non mi dispiacerebbe che ce ne fossero anche qui all’Esquilino. Ovviamente, quelli di Casapound sono un fattore di degrado del quartiere.

  3. Alessandro says:

    Tutti i centri sociali sono da condannare semplicemente perché frutto di violazione della legge (occupazione abusiva di stabile).

    @sessorium : unico canale in chiaro guardabile? Ora abbiamo centinaia di canali in chiaro guardabili…Mi sembra una frase senza ragione d’essere. La BBC world è inguardabile? Class news? France24 è inguardabile? Cielo è inguardabile? etc. etc.
    Capisco possa non piacere la RAI o la tv commerciale…però ce ne passa a dire che La7 è l’unico canale guardabile del digitale in chiaro.

  4. Marco says:

    Tutti, meno quelli che svolgono attività reali per il territorio, e se non fossero stati occupati, sarebbero esposti al degrado e alla totale incuria. Del resto, viviamo in un paese in cui il Presidente del Consiglio, al netto dei reati commessi, ha occupato patrimonio pubblico di tutti (le frequenze radiotelevisive, senza pagare nulla né avere nessuna concessione), per diventare la persona più ricca e potente d’Italia.

  5. Max says:

    L’ho sempre detto che gli stupidi sono i soggetti più pericolosi.
    I centri sociali di estrema destra/sinistra, gli ultras della domenica…
    Certa gente rappresenta soltanto una piaga della società, e non sa fare nient’altro.

  6. Flavio Gioia says:

    Sono loro che governano la città, fascisti berlusconiani. Poi come stupirsi se abbiamo una giunta e un sindaco così incapaci?

  7. Anonymous says:

    [OT]

    @Marco. La situazione, come saprai, è superata dal riordino delle frequenze avvenuto con il DTT. E in ogni caso, se vogliamo essere sinceri, solo una frequenza era abusiva… Le altre 2 erano in regola. E proprio queste ultime hanno dato i maggiori successi a Mediaset (Italia1 e Canale5) Da soli formano il 90% dell’auditel dell’azienda. Non mi vorrai dire che è per Rete4 se oggi Mediaset è il secondo broadcaster d’Europa.
    Suvvia…

    [/OT]

  8. Anonymous says:

    @ Flavio

    Casapound non governa la città. Dimmi solo il nome di un consigliere che è vicino a Casa Pound e che contestualmente sostiene la giunta.

    Forse ti sei scordato che prima c’era TARZAN con Veltroni…Consigliere delegato all’emergenza casa. Lui,che le case le occupava.

  9. Marco says:

    @Anonymous: parlavo dell’origine. Ha occupato abusivamente frequenze cfr. http://it.wikipedia.org/wiki/Decreti_Berlusconi poi sono d’accordo è OT, e sospendo i miei commenti al riguardo

  10. Matteo says:

    Assolutamente d’accordo, questi estremisti portano solo merda, guardate qualsiasi “centro sociale” (che di sociale ha solo un gruppo di teste calde che si masturba a vicenda sui video del Duce/si ammazza di canne tutto il giorno). La merda non bisogna mai concentrarla, solo diluita può essere gestita.

  11. Flavio Gioia says:

    @ anonimo dell’1.31

    intendevo lo stesso ambiente culturale di provenienza, e si vedono i risultati. D’altronde da una gioventù che dice che Berlusconi è il miglior politico italiano non c’è da aspettarsi nessuna alternativa culturale.

  12. Anonymous says:

    Ogni volta che viene ripulita l’uscita della nuova stazione metro Manzoni, QUESTI MICROCEFALI ANALFABETI la reimbrattano con i loro deliranti E RIDICOLI manifesti inneggianti al vuoto mentale che gli appartiene.

    Così pure oggi 9 ottobre un piccolo intervento che poteva portare un pò di decoro nel rione è un ammaso schifoso di cellulosa appiccicata su tutta la superficie , andate a vedere.

    SONO SOLO ZOTICI ZOZZI!

  13. Piero says:

    Succede la stessa cosa a Piazza Vescovio. Un disastro assoluto, i forzanuovisti (in verità ultras laziali) imbrattano giornalmente tutta la piazza con i loro manifestini. Non basta già una sede che provoca terrore (uno scudo crociato in strada alto 2 metri) ma con i loro poster e le loro bombolette distribuiscono ogni giorno la loro dose di violenza (gratis e gratuita) contro non si sa chi o che cosa. Contro tutti. Anche loro stessi.
    Io vengo dal nord, e nella ‘terribile’ Milano o in una qualsiasi destrosissima città veneta, una cosa del genere è letteralmente impensabile. Probabilmente perchè storicamente Roma non ha conosciuto la Resistenza ed ha conosciuto solo il fascismo. Io sono stufo. E molto avvilito.

  14. Paul says:

    Peccato per la deriva razzista e qualunquista del tuo post. Tutti i centri sociali non sono uguali. In certi si fomenta l’odio, in altri no. Un muro imbrattato si puo’ sempre riverniciare. Una vita ammazzata no. E poi cosa c’entrano i nomadi e gli emigrati che tu dispreggiativamente chiami ‘rom’ e ‘bangladesh’?

Inserisci un commento



(facoltativo)