Subscribe via RSS Feed

Qualcosa di decente, please

Già il fatto che la sala giochi che qualche tempo fa aveva aperto a Piazza Vittorio sia stata costretta a chiudere è una notizia eccellente. Notizia ancora più eccellente -ed ecco qui il ruolo di questo blog che cerca ogni volta di selezionare e porre in evidenza gli affittasi\vendesi più interessanti che appaiono sul territorio- sarebbe che qualcuno di serio, di in gamba, di onesto e di qualità subentrasse nell’ampio fondo su Piazza Vittorio.
Sappiamo che l’affitto è qualcosa di proibitivo. Sappiamo che Comune e Municipio fanno di tutto (si pensi all’ignobile normativa sui tavolini all’aperto, un plus che esiste in tutta Europa e che a Roma viene vissuta come una crociata…) per ostacolare le iniziative di qualità. Però noi ci proviamo, a segnalare l’opportunità e il numero di telefono qui sopra da chiamare. E sappiamo anche di cittadini interessati a tentare la sorte, cittadini tuttavia che cercano partner, finanziatori, soci. Che noi possiamo mettere in contatto facendo da tramite semplicemente ricevendo una mail da parte di chi fosse interessato. E chissà se il sogno di vedere qui aperto un bel book bar o qualcosa del genere non diventi un giorno realtà…

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (17)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. p@blito says:

    vorranno come minimo 1 mln…..

  2. dionisio says:

    non direi … basti pensare che in via buonarroti per più di 500 mq voglioni tipo 350 mila euro..
    per un appartamento si che si beccano 2 o 3 milioncini.

  3. Anonymous says:

    per il negozio in vendita (cartello in cinese..) sul lato coerto, poco prima di v.napoleone III, chiedono 1 mln.

    ovviamente dipende da quanti mt sono

    cmq. è facile fare un ck

  4. Marcus says:

    Un book shop sarebbe un sogno!
    Triste sorte invece per il nuovo ristorante italocinese sotto i portici che, vuoto, tetro e con l’insegna ancora coperta ha un aspetto piuttosto losco e tale da non attirare certo una clientela di livello.

  5. Marcus says:

    Felice di contraddire me stesso! Sono stato a pranzo ieri con amici: abbiamo preso piatti italiani e cinesi. Soprattutto i cibi orientali erano eccellenti (ingradienti molto freschi).
    Il personale poi è gentile.
    Dovrebbero solo togliere il sacco nero dall’insegna.. ma per il resto gli dò un bel 6 e 1/2 !!!!

  6. anonimo says:

    piccola libreria largo san vito vicino alla mitica trattoria monti, il propritario e luca telese, graziosa, ci sono pure libri usati ,da vedere

  7. Marco says:

    Io ho telefonato alcuni mesi fa per informarmi sul canone di affitto perché vorrei aprire un book bar, una libreria-caffé in piazza Vittorio.Mi hanno chiesto ben 12000 euro per l’affitto mensile!
    Ovviamente mi hanno scoraggiato…sono pazzi a chiedere un prezzo del genere.
    Ecco perché nessun attività sociale-commerciale potrà mai affittarlo quel locale e finirà in mano al solito negozio cinese.

  8. Max says:

    Ci sarebbe da chiedersi come farebbe il solito negozio cinese a pagare un canone di affitto simile…

  9. Marcus says:

    Ho visto anch’io la piccola libreria “Il Corsaro” accanto alla trattoria Monti.
    Sono segnali incoraggianti, che fanno sperare per il futuro del rione.
    L’ Esquilino avrebbe le carte in regola per diventare un quartiere un pò intellettuale come il cugino rione Monti !!!

  10. Dylan says:

    a proposito di librerie ne ho vista una a via emanuele filiberto vicino piazza vittorio(non ricordo il numero civico) davvero bella.
    l’ho visitata e anche qui c’è un buon reparto degli ultimi libri e dell’usato .
    visitatela

  11. Ludo says:

    A piazza Vittorio manca un supermercato come quello aperto da non molto, in Via dello Statuto angolo Via Merulana dove vi era Trombetta. Non sarebbe male aprirlo dove vi era la sala giochi, considerato che sotto il bel portico non ce n’è neanche uno!
    Pensateci.

  12. Marcus says:

    Un supermercato(di qualità), una palestra,un negozio di fiori, un’agenzia immobiliare, un corniciaio… quante possibilità ci sarebbero per tirare su i portici!!
    Comunque sono stato a mangiare alla “Sorgente” e mi sono trovato benissimo… Provate!!

  13. sessorium says:

    Vabe, sarà senz’altro decente il cibo, ma sembra una carta ed una proposta banale e ordinaria. A sto punto mi faccio una cena all’aperto da Panella, che ne so. O all’Osteria Monti. Non capisco perché dovrei andare alla Sorgente…
    Basta posti banali, basta posti ordinari, ci vogliono idee, nel commercio!

  14. Marcus says:

    Ti dò atto che è un locale arredato senza fantasia, ma è quasi un miraggio, se consideri quello a cui siamo abituati sotto ai portici!!!
    Poi è pulito ed i prezzi sono molto abbordabili.L’altro giorno c’erano parecchi impiegati degli uffici vicini il che promette bene.
    Anche io vorrei un Camponeschi a piazza Vittorio… ma per il momento mi accontenterei.
    Tanto ormai mi sembra evidente: se ci sarà la rinascita della piazza, questo non potrà non passare anche attraverso gli investimenti cinesi. Può non piacere ma è così.

  15. Massimiliano Tonelli says:

    E ben vengano!!! Ma speriamo solo che, a Roma, non ci siano capitati delle tipologie di cinesi… romani. Ovvero disposti a vivere nella zella vita natural durante. Nopperché, lo dico essendo stato in Cina, ormai Pechino e Shanghai fanno ridere, in quanto a decoro e arredo urbano, rispetto a Roma… Ma i “nostri” cinesini non sono di lì… Comunque, mi vien da dire, temo che saranno alla lunga sicuramente meglio dei loro colleghi italiani. Ne riparleremo…

  16. Massimiliano Tonelli says:

    Ah, e eviterei di considerare Camponeschi come orizzonte gastronomico!!!

  17. Chiara says:

    Ciao a tutti, nessuno di voi ha pensato che non sarebbe male se, al posto della sala giochi, aprisse un McDonald’s o qualche catena simile visto che in zona non ce ne sono? Inoltre credo che sarebbe un ottimo richiamo per molte persone dai giovani ai meno giovani. Un indotto non indifferente per il nostro quartiere abitato da diverse etnie, perchè credo che solo l’aperture di attività del genere possano sopravvivere nella nostra meravigliosa Piazza Vittorio!
    Un saluto

Inserisci un commento



(facoltativo)