Subscribe via RSS Feed

Numero chiuso per i rom? E non solo!

Visto che lo critichiamo sempre, ma davvero sempre, allora per una volta che dice qualcosa di condivisibile noi, il sindaco Alemanno, lo dobiamo omaggiare della nostra attenzione. La materia del contendere? I rom. La proposta interessante di Aledanno? Il numero chiuso. “A Roma ne possono stare 6000, di più non riusciamo ad accoglierne.
Parole sante (anzi, se invece di 6000 fossero zero, come accade per molte altre città europpe, sarebbe meglio) che -se tanto ci dà tanto- verranno presto adeguate a tutti i mille altri settori che deturpano la città come e più dei rom.
I cartelloni, le auto immatricolate, le bancarelle, i camion-bar. Su queste cose cosa si aspetta ad approvare un numero chiuso? Cosa si aspetta a compilare, ad esempio, un piano regolatore del commercio ambulante? Paura di dover censire una situazione che sarebbe ridicola anche nella profonda Asia e nell’Africa nera forse?

Share

categoria: la nota

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (1)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Alessandro says:

    E’ un discorso che si può applicare a qualsiasi cosa di dannoso, in fin dei conti.

Inserisci un commento



(facoltativo)