Subscribe via RSS Feed

La sapete l’ultima di Sergio Marchi?

Tenetevi forte, comunicato stampa di ieri. Dice più o meno così: se davvero sarà confermato che il vetturino della botticella ha fatto quello che ha fatto, ovvero ha pigliato a cazzotti una ragazza solo perché gli ha chiesto informazioni sullo stato di salute del cavallo, bhe, allora è possibile che la sua licenza possa essere sospesa. Avete capito? E’ possibile.
E allora non possiamo fare altro, per una volta, di unirci al coro di tutta la stampa romana, Messaggero in testa ed a seguire Corriere e gli altri: chi li protegge?
Non pagano le tasse, non hanno un tariffario e dunque capita di sentire che per fare Navona-Spagna becchino 300 euro che manco un gondoliere in tutto il giorno, maltrattano i cavalli, li tengono in stalle abusive, estorte, aggrediscono e malmemano turisti e romano che gli fanno notare che quello o questo cavallo stanno per svenire dal caldo, le loro vetture sono completamente al di fuori del Codice della Strada, i percorsi che gli sono stati imposti non vengono rispettati.
Insomma: chi li difende? Oltre a Marchi, naturalmente…

Share

categoria: la nota

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (2)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    Però dobbiamo dirla tutta, senza una vera condanna come si può sospendere un a licenza ? E soprattutto vale per tutti ? se un dipendente pubblico ( magari un agente di polizia) ti da un pugno viene licenziato ?

  2. anonimo says:

    Bè sinceramente l’ho sempre pensato: i vetturini delle botticelle romane hanno tutti delle facce da far paura. Per cui non mi stupisco più di tanto se fosse accaduto un episodio del genere. Ma sono tutti ex galeotti o cos’altro?
    Faccio un esempio: i vetturini delle carrozze di Central Park a NY indossano tutti il cilindro e dei vestiti storici caratteristici, le vetture sono tutte verniciate in modo impeccabile con colori allegri e sono decorate con fiori applicati sulla scocca e sopratutto su ognuna ci sono le tabelle con il tariffario.
    I vetturini romani… che ve lo dico a fare…? Ma li avete notati? Jeans sdruciti, magliettacce raffazzonate da bancarella da quattro soldi, sporchi quasi impresentabili, facce da assassini degne del terzo braccio di Regina Coeli, carrozze decrepite, cavalli al limite dello spolmonamento, dei prezzi che applicano non ne parliamo nemmeno…
    La colpa di tutto è dei turisti fessi che ancora danno soldi a questa gentarella poco degna di una società civile.
    Benvenuti a Roma

Inserisci un commento



(facoltativo)