Subscribe via RSS Feed

Le liti in Consiglio Comunale e gli anticorpi contro la feccia

Lo schifo indicibile e senza paragoni delle bancarelle. L’immonda svendita della città alle mafie cartellonare. Il culo dato ai commercianti sulla sosta. Il grande scempio del piano bus. Tutte cose rispetto alle quali la gente si sta ribellando. Tutte cose che sottolineano che, checché ne pensi Alefascio, la capitale d’Italia non si può governare contentando soltanto i propri bacini elettorali. Specie se questi bacini confinano con la prepotenza quando non con la criminalità.
Una prova lampante di questo c’è stata ieri, in Consiglio Comunale, quando il consigliere Giordano Tredicine appartenente alla famiglia di zingari mafiosi (ehi non lo diciamo noi, lo dicono i loro stessi dipendenti in un notissimo servizio delle Iene) ha tentato nottetempo di far passare degli emendamenti che avrebbero di fatto eliminato ogni vincolo all’oscena attività del suo clan, noto per ingiuriare, insultare, imbrattare, infangare, scarabocchiare ogni monumento della città con la presenza di un putrefacente camion bar dalle sembianze di un carretto siciliano in versione rom. A sollevarsi non è stata la sinistra (assente ingiustificata da due annetti abbondanti a questa parte, completamente incapace di fare opposizione salvo quando bisogna abusivamente imbrattare i muri di manifesti insensati che nessuno legge), bensì alcuni consiglieri della stessa parte politica di Tredicine. Da una parte dunque si dimostra che la destra ha in se stessa gli anticorpi per espellere la feccia che è dentro di lei (non è un caso se i consiglieri che si sono scagliati contro rampollo dei callarrostari sono i nostri più frequenti interlocutori: Federico Mollicone, Dino Gasperini…); dall’altra si sconfessa la logica alemannara dell’arraffiamo finché c’è da arraffare, dello spolpiamo la città finché ce n’è. Non solo c’è mezza città in piazza a protestare (guardate cosa succede contro i cartelloni e contro i pullman), ma la logica non è più accettabile neppure dagli stessi rappresentanti del centro destra.
Resta una riflessione: non è possibile pigliarsela con Tredicine in quanto Tredicine. Se si candida un personaggio di questo calibro, con una famiglia che da decenni è la spina nel fianco della decenza della città, con una famiglia che per la sua attività è una delle maggiori cause di degrado del centro di Roma, poi cosa ci si aspetta? Se si candida il rampollo di un gruppo di rom che si autodefiniscono “mafiosi” attraverso la stessa voce dei loro dipendenti cosa ci si aspetta?
Speriamo che, come spiega perfettametne Ernesto Menicucci in questo articolo sul Corriere della Sera, l’occasione sia propizia per mettere in funzione fino in fondo quegli anticorpi di cui parliamo sopra. Auguriamoci, insomma, che davvero qualcuno abbia i coglioni per cacciare dal Pdl Giordano Tredicine. Che qualcuno capisca che non si può arrivare a certi livelli, per cinque o seimila voti in più.
Altrimenti domani in Consiglio Comunale avremo il partito degli evasori fiscali, quello dei lavavetri, quello dei topi d’appartamento, quello degli attacchini abusivi, quello dei parcheggiatori, quello dei writer imbrattatori e via dicendo. E’ del tutto evidente che la feccia va tenuta fuori dagli organi di rappresentanza, ci sbagliamo?

Share

si parla di: ,

categoria: la nota

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (10)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Alessandro says:

    Magari lo cacciano dal PDL! Sarebbe ora che le menti brillanti di quella parte si sveglino! Pero’ scommetto che trovera’ subito ospitalitá in qualche altro partito…E il problema Tredicine si riprorra’alle prossime elezioni.

  2. Les says:

    Un barlume di speranza nel PDL romano, fuori Tredicine!

  3. Man says:

    Beh se lo cacciano davvero fanno un’opera di legalità mai vista nel partito, a quel punto mancherebbe soltanto un “Piccolo” sforzo… ;)

    Comunque tranquilli che tanto il partito dei palazzinari sarà pronto ad accoglierlo…

  4. Man says:

    Se lo cacciano davvero fanno un’opera di legalità mai vista nel partito, a quel punto mancherebbe soltanto un “Piccolo” sforzo… ;)

    Ma tanto il partito dei palazzinari sarà pronto ad accoglierlo…

  5. Anonymous says:

    voglio fare una sola battuta….se lo cacciano forse gli fanno pure un favore. Visto com’è ridotto il carozzone di questa giunta !
    Comunque non credo, dopo aver visto il naziskin all’ama (come dirigente!!!) le ho viste veramente tutte.
    Qual’è il partito dei palazzinari ? a prescindere dal colore della giunta comandano sempre loro. E anche i vari quotidiani non li sfiorano mai con mezzo articolo…

  6. Andrea72 says:

    Siamo al giugno 2013… e non mi sembra che il PDL abbia cacciato Tredicine, lo zingaro mafioso di cui sopra. Anzi: lo ha fatto nuovamente eleggere a Roma. Ecco chi è il PDL…

  7. i giostrai di roma says:

    Giordano,
    piu’ lo conosci
    piu’ lo eviti!!!

  8. Slots Pharaoh’s Way Hack APK Dowload…

    Le liti in Consiglio Comunale e gli anticorpi contro la feccia | Degrado Esquilino…

  9. Zombie Lane Cash Hack Android…

    Le liti in Consiglio Comunale e gli anticorpi contro la feccia | Degrado Esquilino…

  10. clash of lords 2 hack no survey download…

    Le liti in Consiglio Comunale e gli anticorpi contro la feccia | Degrado Esquilino…

Inserisci un commento



(facoltativo)