Subscribe via RSS Feed

Se una capitale europea non riesce manco ad accendere l’aria condizionata

V’è una differenza sostanziale tra lo scandalo dei vagoni della metro con 50 gradi centigradi di temperatura di quest’anno e la stessa identica situazione dello scorso anno. Quale? Bhe, lo scorso anno i politici -facendo l’ennesima figura di merda- si affrettarono nel dichiarare che sarebbe stata l’ultima estate torrida per gli utenti della Metro B, quest’anno neppure ci hanno provato. Consapevoli come sono -almeno questo- di governare una città che non è neppure in grado, in 12 mesi, di montare qualche condizionatore.

Share

si parla di:

categoria: la nota

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (11)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Alessandro says:

    Non ha senso montare condizionatori se si è in attesa da CAF dei convogli. Ora io non so se la colpa sia attribuibile ad un ritardo della casa spagnola o se mancano le autorizzazioni di collaudo dei nuovi treni, però hanno fatto comunque una figura di merda perché avevano assicurato che sarebbe stata l’ultima estate sofferta. Se non erano sicuri al 99% era meglio non dirlo…

  2. Marcus says:

    Ancora più grave secondo me è che, in una similie situazione, il comune non si prenda la responsabilità di sospendere il servizio nelle ore più calde, ma faccia finta di niente, sperando forse che i numerosi casi di malore, non facciano troppa notizia…

  3. Alessandro says:

    Basterebbe qualche ventilatore con nebulizzazione d’acqua, come a Milano per cambiare di molto la situazione.

  4. Les says:

    Il piano annunciato era: 8 nuovi treni + 7 vecchi ristrutturati.
    Vuoi sapere com’è finita?
    Due treni nuovi e il resto vecchi senz’aria condizionata. In circolazione anche un vecchio treno con esterno pulito dai graffiti, le novità finiscono qui. La maggioranza dei treni in servizio ha carrozze vecchie, senz’aria condizionata, totalmente coperte di graffiti.
    Il problema, oltre allo scandalo in sé di una metro non climatizzata nel 2010, è la politica degli annunci dell’Atac, oggi hanno detto che 2 nuovi treni si aggiungeranno il mese prossimo, sarà vero?

  5. Les says:

    Io prendo spesso la metro B e i treni climatizzati non li becco mai, saranno 2-3 ma pure fossero 4 è difficile che siano il 50% delle corse. 8 + 7 fa 15, numero del parco rotabile della linea B, a meno che non abbiano diminuito i treni, allora il calcolo è un pò capzioso.

  6. Alessandro says:

    I treni nuovi sono 6, ho visionato le matricole di servizio. Anche io, pur viaggiando poco sulla B, non li ho mai beccati.

  7. Les says:

    Prendo atto, li avranno aumentati negli ultimi giorni.

  8. Marcello says:

    E che c’e’ di strano? Ieri sono stato al CTO, dove l’aria condizionata non funziona da due settimane… non a caso proprio ieri i medici italiani hanno scioperato contro i tagli alla Sanita’.

  9. Sato says:

    Capitale europea? Roma? Questa città a stento può fregiarsi del titolo di capoluogo di provincia. Una città così incivile ed assurda non l’ho vista nemmeno in Africa. Autobus e metropolitane privi di impianti di condizionamento dell’aria in una città dal clima notoriamente tropicale-mediterraneo è scandaloso. Però abbiamo le fontanine, eh!, che tutto il mondo c’invidia…

  10. Anonymous says:

    i romani dovrebbero rendersi conto di ciò che accade alla loro terra. Le famiglie dovrebbero invece educare i figli a considerare la proprietà pubblica alla stregua di quella privata.
    Non ha senso aspettarsi miglioramenti infrastrutturali se non si rispetta ciò che di buono si fà. E’ cosa nota che in Italia il sistema è viziato da corruzione e cattiva amministrazione delle risorse, ma allora perché noi cittadini, in quanto tali, non ci uniamo per cambiare il nostro presente e quindi il nostro futuro!? Spero che ciò accada presto!

Inserisci un commento



(facoltativo)