Subscribe via RSS Feed

Pari e patta

Siete liberi di non crederci, ma pare che alla Regione, dopo aver raggiunto il record italiano sia di commissioni e di spese e sia di tagli ai servizi, abbiano fatto Roberto Carlino (quella faccia da cazzo che non vende sogni ma solide realtà e che ha imbrattato tutta Roma essendo poi eletto solo grazie all’eliminazione della lista Pdl) capo della commissione ambiente. Un tizio che spaccia appartamenti ignobili contribuendo al massacro di Agro Romano e dintorni. Per come la vediamo noi, siamo già al pari-e-patta con la Giunta Marasu e con i suoi tans. Questa è la sorta che tocca al nostro territorio: andare di male in peggio.
Carlino all’ambiente. Come fare il Conte Dracula presidente dell’Avis. Andate a fanculo voi e Caltagirone che dopo Ciocchetti all’Urbanistica, piazza anche un altro suo dipendente all’Ambiente, trasformandosi nel vero presidente della Regione Lazio, ruolo che egli assomma al già detenuto da oltre due anni titolo di Vero Sindaco di Roma.

Share

si parla di:

categoria: la nota

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (11)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    BRAVO ! Finalmente un articolo che condivido in pieno ! Un palazzinaro all’ambiente ! Ora le ho viste tutte !
    Complimenti ! Vediamo domani cosa ne dirà la stampa…giustamente è escluso il messaggero (per ovvi motivi ).

  2. sessorium says:

    Non è escluso il messaggero, sono esclusi tutti visto la quantità di pubblicità che compra il malefico.

  3. Flavio Gioia says:

    Daje i grattacieli de Alemanno famoli sull’Appia Antica!

    E il verde? E la lotta alla speculazione? E i parchi?

    E STI CAZZI!
    Finalmente abbiamo una giunta regionale che vira decisamente verso destra!

  4. Tommaso says:

    Se il malefico (che tra l’altro ringraziando Iddio è morto) o i suoi eredi si comprano la pubblicità sui giornali, il tizio delle solide realtà si compra le pubblicità sulle radio (Radio Globo, per dirne una) e tv private romane (ormai lo spot è storico).

  5. Alessandro says:

    ringraziando iddio è morto?

  6. Anonymous says:

    Tommaso non ho capito bene neanche io…spiegati meglio !Ovviamente se ci riesci !

  7. Marco says:

    Ottima la definizione di Roberto Carlino.

  8. Orgoglio says:

    Ma adesso che Cosentino è disoccupato, perchè non farlo assessore al Bilancio alla regione Lazio?

    Vai Renatona, regalaci pure quest’altra soddisfazione!

  9. Tommaso says:

    @Alessandro e Anonymous

    Il “leggendario” Caltagirone, quello che ha ucciso Roma con Andreotti, è morto 6 mesi fa

    http://www.corriere.it/cronache/10_febbraio_16/morto-gaetano-caltagirone_a927c8d4-1ae6-11df-af4a-00144f02aabe.shtml

  10. Anonymous says:

    Per me il “leggendario caltagirone” è Francesco gaetano (che sarebbe il cugino) l’attuale editore del messaggero e da anni sta al comando da solo dell’azienda di famiglia .

Inserisci un commento



(facoltativo)