Subscribe via RSS Feed

Se Augusto Caratelli imbratta se stesso

E poi dite che siamo strani quando vi indichiamo di astenervi, alle imminenti consultazioni elettorali per il rinnovo della Regione Lazio! Che altro dovreste fare, se siete cittadini per bene? Del perché non votare il PD abbiamo parlato già qualche giorno fa (a proposito, volete sapere perché l’articolo in questione era e resterà a lungo il più letto del blog? Perché è stato linkato da Wittgenstein, il blog di Luca Sofri, uno dei più letti del paese. Da lì sono arrivati qualcosa come duemilacinquecento lettori in due giorni, e continuano ad affluire!!!), ora passiamo al PDL che colleziona -le foto si riferiscono alla giornata di ieri- una figura di merda al quadrato rispetto al Partito Democratico.
Se abbiamo chiamato “devastatori” coloro che hanno imbrattato la nostra Piazza Vittorio Emanuele II spedendoci attacchini maledetti da chissà dove, come dovremmo chiamare chi la massacra di affissioni abusive abitandoci sopra, facendoci politica dentro, conoscendone come le proprie tasche tutte le gioie e i dolori, presiedendo un comitato che si chiama, ehmm, “Difesa Esquilino”? Se abbiamo, dicevamo, chiamato “devastatori” quelli del PD, cosa dobbiamo dire a quelli del PDL che sfregiano Piazza Vittorio con manifesti firmati da uno dei rappresentanti più in vita del partito all’Esquilino?
Augusto Caratelli, a nostro modo di vedere, l’ha fatta davvero grossa: non c’è altro da aggiungere (tanto lui avrà tutte le scuse, i ragazzi hanno sbagliato, gli avevamo detto di non affiggere fuori dai posti, li abbiamo rimossi subito e tutto il solito bla bla cui non crede più nessuno e che fa parte dell’armamentario dei politici di ogni colore). Noi non possiamo fare altro che invitare tutti i nostri lettori non solo a non votare (ma per quello è sufficiente leggerne il sito, raccapricciante) tale Tarzia, ma anche a non votare mai e mai più Caratelli stesso. Ci spiegate voi che credibilità può avere chi fa politica in un territorio, ma poi ne imbratta la piazza più rappresentativa? Alzino la mano i cittadini (magari elettori di Caratelli) che non si sentono presi per il culo guardando queste foto.
Ci domandiamo anche cosa ne pensa il PDL di tutto ciò, proprio mentre si accinge a chiudere la propria campagna elettorale (con tanto di Rampelli, Marsilio e Meloni) proprio a Piazza Vittorio. Ci domandiamo cosa ne pensa Stefano Tozzi, che del PDL è capogruppo in Consiglio Municipale. Invece  cosa ne pensano gli elettori della destra (gente che dovrebbe avere a cuore l’ordine, il rispetto delle regole e la pulizia), sappiamo già noi senza bisogno di domandarcelo.
Quando arriverà quel giorno in cui i politici, anche i politici idioti, comprenderanno che la prepotenza delle affissioni abusive fa perdere mooooolti più voti di quelli che fa guadagnare? Non è neanche una somma a risultato zero: è proprio una perdita netta. Perché all’Esquilino, caro Caratelli, la tua Tarzia non piglierà manco una preferenza e su questo ci puoi mettere le mani sul fuoco. Dopodiché, nel fuoco, buttaci i manifesti. Ché le campagne elettorali nel 2010 si fanno via mail, via facebook, via blog e via internet, nei paesi civili…

Share

si parla di: , ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (15)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Steid says:

    Quando vedo queste foto mi rendo conto che qui a Padova siamo molto più vicini all’Europa di quanto non lo siate voi a Roma. E’ proprio un dispiacere constatare la pochezza di certi amministratori.

  2. p@blito says:

    Questa la mail appena mandata a Tarzia, Caratelli & Co.

    siete liberi (anzi invitati, a fare lo stesso)

    —– Original Message —–
    From:
    To: ufficiostampaolimpiatarzia@gmail.com ; segreteriaelettorale@olimpiatarzia.it ; difesaesquilino@gmail.com ; alessandro.vallocchia@gmail.com ; giacoma16@alice.it
    Sent: Thursday, March 25, 2010 10:41 AM
    Subject: manifesti abusivi Piazza Vittorio

    Vi invitiamo a far rimuovere immediatamente le VOSTRE affissioni abusive comparse nella NOSTRA piazza

    Come pretendete di essere credibili, nella difesa del territorio, se questi sono i risultati ?

    http://www.degradoesquilino.com/2010/03/augusto-caratelli-imbratta-se-stesso.html

    saluti
    p.v.

  3. alessandro vallocchia says:

    Ritengo utile scusarmi con i cittadini, per la grave superficialità con cui abbiamo dato incarico per le affissioni abusive ed imbrattanti.Sono il solo responsabile per non avere adeguatamente vigilato. Consapevole che le scuse sono insufficienti le porgo comunque a tutti i cittadini e ringrazio coloro che hanno segnalato il fatto increscioso.

    Alessandro Vallocchia

  4. Les says:

    Steid, i manifesti abusivi dei politici (già dirlo fa piangere) sono il sintomo della totale incoscienza di decoro urbano in Italia.
    Nel resto d’Occidente, le persone cercano di rendere le città pulite e gradevoli visivamente.
    Ma in Italia no, è il contrario.
    Gli italiani si occupano solo di casa loro, il resto è terra di nessuno.
    Siamo l’unico paese occidentale in cui graffiti, pubblicità abusiva e giardini-discarica sono la normalità.

  5. Alessandro says:

    Sarà curioso vedere se alle prossime elezioni (tra 3 anni se non cade qualcuno) i politici romani avranno imparato la lezione dei cittadini stacchini e si guarderanno bene dal dare appalti a malavitosi di prima specie.

  6. Tommygun says:

    Nel post di ALessandro Vallocchia manca l’unica frase necessaria: “le togliamo subito”.

  7. Anonymous says:

    quoto Tommygun che mi ha tolto le parole di bocca

  8. Anonymous says:

    manifesti, macchine, sporcizia, motorino sul marciapiede
    che incubo fotografare roma

  9. Max says:

    Piazza Vittorio, come “vetrina” principale dell’Esquilino, è un chiaro esempio di come questo quartiere sia divenuto ormai TERRA DI NESSUNO.
    Pochi passi, Trieste-Salario, Monti; il mondo civile. Una differenza enorme a pochi metri di distanza.
    Ma come diamine è stato amministrato questo quartiere negli ultimi 20 anni??
    Ancora nessuna fazione politica che si sia voluta rimboccare seriamente le maniche per cambiare il volto di questo rione.
    E siamo nel I° municipio!!

  10. Leo says:

    Risposta a Max, ci saranno delle criticità ma non eccediamo in commenti negativi. Sicuramente c’è ancora molto da fare…non credo che il resto dei rioni e quartieri siano isole felici. Giusto sollecitare ed incitare le istituzioni a fare di più, il rione rispetto a qualche anno fà è migliorato, basta vedere i valori immobiliari. La strumentalizzazione per fini politici a danno di noi residenti non mi piace, chiaro a danno di noi residenti, non dobbiamo pagare noi per le vostre beghe politiche….per qualche voto in più. Alemanno ha firmato un patto per l’Esquilino…risultati…vedete un pò….

  11. Anonymous says:

    i due manifesti di Caratelli sono stati rimossi dopo 10 minuti vergogna per la propaganda assurda. E allora che dire di Gargano del PD che ha veramente imbrattato l’Esquilino. Chi è senza peccato scagli la prima pietra

  12. Tommygun says:

    Hai ragione chiediamo sommessamente scusa a Caratelli per averlo così ingiustamente e assurdamente maltrattato.

    Digli anzi che se vuole venire ad appiccicare manifesti abusivi anche sotto casa mia è sempre il benvenuto.

    Di Gargano dico e penso tutto il male possibile.

  13. Anonymous says:

    In via conte verde i manifesti abusivi di Caratelli sono ancora lì e ben visibili, se neanche gli altri banditi di candidati li hanno ricoperti è segno che hanno attaccato proprio oltre quelle che sono le pessime abitudini.

  14. Tua mamma in calore says:

    mi sa tanto che quei manifesti li avete messi voi per farvi belli!!! Che uomini falliti siete e falliti resterete!!

  15. Anonymous says:

    sarebbe di attaccare al muro direttamente questo tipo di politici

Inserisci un commento



(facoltativo)