Subscribe via RSS Feed

Varco di Via dei Serpenti. E Marchi ne fece un’altra delle sue…

Anche voi eravate tra quelli convinti che Sergio Marchi, assessore all’immobilità del Comune, ne avesse combinate talmente tante che non c’era più nient’altro da distruggere? Anche voi pensavate che dopo aver smantellato i cordoli delle preferenziali, dopo aver aperto la ztl a cani e porci all’ora di cena, dopo aver affossato la delibera che cacciava dalla ztl le insidiosissime macchinette, dopo aver depenalizzato di fatto la sosta selvaggia (-20% di multe nel 2009), dopo aver smontato il fragile equilibrio delle strisce blu, questo individuo si fosse stancato? Illusi che non siete altro! Mister Sciagura non solo sta lavorando a che i motorini possano passare sulle corsie dei bus (con enorme pericolo dei motorini e dei bus), ma con una determinazione dirigenziale ha provveduto ad aprire ai tassinari il varco di Via dei Serpenti, preludio all’apertura totale a tutti gli autorizzati ztl di Roma (ovvero praticamente tutte le automobili della città). E purtroppo una fosca previsione che ci tocca leggere anche nei blog di certi amministratori del nostro territorio, che invece di impegnarsi a mettere in pratica le promesse di Marchi sull’Esquilino (strisce bianche riservate solo ai residenti, ztl merci…) si arruolano per l’ennesima (proprio ennesima!) volta nel partito della maghina. Eccheccivuoifà!
Cosa comporta la scelta? Comporta che dopo alcuni tempi di pace, Via del Boschetto tornerà ad essere quello che è sempre stata: una volgare scorciatoia per tassisti coatti che così possono tagliare il percorso da Via Cavour a Via Nazionale e di lì verso Piazza di Spagna. Una vera pacchia per i tassinari, una vera onta per il fiero Rione Monti che infatti -fatti salvi i soliti cafoni- è in rivolta. Tra l’altro, nel frattempo, Via del Boschetto è stata in parte riqualificata e si è trasformata in una strada civile (almeno nel tratto sino a Via Panisperna), una strada dove passeggiare, amichevole verso i portatori di handicap, gli anziani, i bambini.
Come al solito -visto che non c’è altro metodo per far ragionare certi selvaggi- ci auguriamo che un incidente, magari grave, ponga il problema all’attenzione di tutti e faccia tornare il Comune sui suoi passi. Le caratteristiche specifiche del Rione Monti e di Via del Boschetto in particolare richiedono che il varco ZTL di Via dei Serpenti abbia delle caratteristiche specifiche rispetto a tutti gli altri varchi consentendo il passaggio solo ai mezzi Atac. Chi è davvero motivato ad entrare nel Rione (ad esempio un tassinaro che deve andare a prendere un cliente) potrà tranquillamente entrare dal varco di Via di Santa Maria Maggiore, per tutti quelli che invece vogliono solo fare la scorciatoia-gimkana tra la gente che passeggia per Via del Boschetto, invece, le porte devono essere chiuse. Sigillate.

Share

si parla di: , ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (12)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. zanazzo says:

    questi animali stanno massacrando tutto: tuttoooooooooooooooooooo

  2. NOOOOO says:

    No, dico, ma avete letto cosa chiede Mollicone. Ma dalla parte di chi sta!?

  3. MattSid says:

    Scusate il leggero OT, ma da ex centauro romano devo dire che l’apertura delle corsie prefereziali per gli scooter è un ottima idea, ed da esperienza personale posso dire che è molto più sicura di quelle normali. Pensate che nei Paesi Bassi anche le piste ciclabili sono aperte agli scooter.

  4. Sessorium says:

    Forse non hai chiara la differenza di entità tra gli scooter presenti nei Paesi Bassi (5 in tutto) e gli scooter presenti a Roma (600mila circa).

    Significa che se apri una preferenziale agli scooter a L’Aja, ti ci trovi dentro 10 scooter al giorno, mentre se l’apri a Roma ti ci trovi dentro 70 scooter al minuto.

    E’ chiara la metafora?
    Ma non temere: ora faranno passare gli scooter anche da Via del Boschetto, apriranno il varco anche a loro!

  5. tommygun says:

    Da NON ex centauro, che si muove quotidianamente a Roma sia con uno scooter che con una moto da 100cv, dico che k’apertura delle preferziali al traffico a due ruote mi pare un’idiozia e una follia.

    Non ha alcun senso paragonare Roma con l’Olanda, la Germania o l’Austria quando lì rispettano il codice della strada come se fosse legge (toh, in effeti lo è…) e anche i motorini fanno la fila ai semfori incolonnati con le auto!

    Con il totlae dispregio che c’è a Roma delle norme anche più elementari, aprire le preferenziali a moto e motorini vuol dire solo mettere in difficoltà ancor di più il servizio pubblico, oltre che cercarsi l’incidente col morto.

  6. tommygun says:

    Scusate gli errori ho scritto di getto. :-)

  7. Sessorium says:

    Menomale che Tommygun c’è!!!

  8. tizio says:

    …ma vuol dire anche accaparrarsi i voti dei guidatori di motorini e moto…

  9. carlo says:

    LA ZTL DI VIA DEI SERPENTI è INGANNEVOLE!!! PENSI CHE SIA UNA ZTL E INVECE TI BECCHI LA MULTA PER CORSIA PREFERENZIALE ASSURDO!!!! SE è UNA PREFERENZIALE PERCHè CI SCRIVONO ZTL??? SE SI HA IL PERMESSO ZTL CIò NON VUOL DIRE CHE SI POSSA PASSARE PER LE PREFERENZIALI!!!!
    IL COMUNE CERCA DI RUBARE I SOLDI AI ROMANI!!1
    cmq peer quanto riguarda la possibilità dell’apertura delle referenziali ai motorini sono più che d’accordo!!!

  10. Massimiliano Tonelli says:

    Ztl o preferenziale che sia entrare in auto nel cuore del Riono Monti mi pare una cosa così disdicevole che la multa ci sta a pennello!

  11. adriano says:

    Vorrei segnalare a tutti che le zone ztl sono state create per diminuire il traffico in centro, mi sembra veramente assurdo che un residente in via dei serpenti debba fare circa due km in più del previsto per andare a casa solo perchè alcuni residenti di via del boschetto si siano fatti su misura una piccola zona personale da sfruttare a loro piacimento, vi rendete conto quanto smog in più viene emesso dalle automobili che sono costrette a fare via cavour via s. maria maggiore, via panisperna via milano e un pezzo di via nazionale per arrivare a via dei serpenti, e poi i parcheggi di via del boschetto rimediati a via dei serpenti avete visto che caos creano? doppie file continue il minibus che non riesce a passare, per non parlare dei corrieri costretti a scaricare in pochi secondi bloccando sistematicamente il traffico, l’egoismo e il potere di alcuni stanno solo deviando il problema su strade limitrofe a via del boschetto, danneggiando i residenti che pagano le tasse come loro. e poi mi spigate perchè solo il primo pezzo di via del boschetto deve essere tutelata?
    un residente in via dei serpenti

  12. Fa più schifo Berlusconi o chi lo vota? says:

    appunto

Inserisci un commento



(facoltativo)