Subscribe via RSS Feed

La nota del 23/12/2009

la nota\\\ Ogni tanto ci piace elencarli, i mitici 10 punti grazie ai quali Aledanno ha sminchiato la mobilità urbana guadagnandosi un crollo verticale nella classifica di Euromobility (qui tutto il rapporto) che ha visto la città capitombolare dal quinto al diciottesimo posto in un anno.


1. abolizione delle ztl serali
2. depenalizzazione della sosta selvaggia (non esistono più vigili e purtroppo neppure ausiliari)
3. soppressione di tutto il sistema della sosta a pagamento (chi prima evitava l’auto per non pagare il posteggio, ora la utilizza eccome)
4.via libera alle machinette in centro storico (c’era una ordinanza, già approvata, che le vietava)
5. stop alle domeniche a piedi (ai fini dell’inquinamento non servivano a granché, ma erano assai educative)
6. stop alle targhe alterne
7. smantellamento delle corsie preferenziali (la conseguenza sono bus più lenti, aumento della sosta selvaggia e ancor minore appeal del mezzo pubblico)
8. sanatoria per i multati: chi si comportato male alla guida -quindi, anche, generando traffico- non deve pagare pegno
9. soppressione di fatto del bike-sharing, dove funziona drena il 10% dei flussi di spostamento
10. errori su errori per quanto riguarda l’arredo urbano e le dimensioni delle carreggiate: l’unico sistema che permetterebbe di eliminare doppie file e soste selvagge in curva e sulle strisce

Con queste semplici, banali, normali, ordinarie, silenziose dieci scelte lorsignori sono riusciti, nel breve volgere di un annetto e mezzo a smontare quel poco (pochissimo) di buono che era stato fatto nel quindicennio precedente. Ed a consegnarci una città che sembra appena uscita dagli anni Settanta: inquinata, caotica, senza speranza. Complimenti davvero, in questo siete stati super efficienti…

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (3)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    sottoscrivo, e non si vede neanche una luce di speranza con questi incompetenti

  2. Alessandro says:

    Tutto un po' estremizzato in vero…

    1. Scritta così è una falsità. Se tu avessi scritto che sono meno utili ti avrei dato ragione, ma così rimane una falsità.

    2. D'accordo. Anche se oggi, dopo tanto tempo, ho trovato dei vigili che multavano motorini in sosta selvaggia nelle zone di carico/scarico merci a S. Lorenzo in Lucina: miracolo!

    3. Anche qua è una falsità. Del tutto no. Sono state emanate delle INOPPORTUNE tariffe per far risparmiare (abbonamento mensile e giornaliero) che rendono più difficoltoso il ricambio. Comunque chi vuole evadare parcheggerà sempre in curva, sulla fermata del bus, sulle strisce, etc.

    4. L'ordinanza prevedeva che dovessero sottostare alle regole per i veicoli. Cosa sacrosanta e spero che venga fatta al più presto!

    7. Le corsie preferenziali funzionano bene anche adesso secondo me. L'estetica delle borchie, poi, è 40 volte migliore dei cordoli deteriorati che c'erano prima (e che tu hai fotografato più volte!)

    8. Quoto.

    9. Io oggi l'ho usato (non ho pagato niente, meno di 6 minuti).
    Si deve introdurre una tariffa flat per rifarlo decollare come i primi tempi. E le stazioni solo nel centro sono limitative perché chi utilizzava il bike sharing quando era solo nel I municipio difficilmente sottaeva traffico. Io utilizzavo il bike sharing per spostamenti che prima facevo a piedi…Non so se mi spiego.
    Comunque c'è da dire che ho visto troppi ciclisti andare contromano.

    10. Mega quotone! Ma questo c'è da sempre, mica da Alemanno in poi…

  3. tolleranzapuntozero says:

    Sul punto 1, credo che Degrado Esquilino si riferisca al fatto che averle così è come non averle (quelli già entrati prima delle 23 vengono poi multati?), e in ogni caso non è così difficile violarle. Comunque sì, messo così è formalmente inesatto.

Inserisci un commento



(facoltativo)