Subscribe via RSS Feed

La nota del 20/12/2009

la nota della domenica\\\ Puntuale come la cambiale, come ogni Natale arriva a deliziarci anche quella fragorosa sequela di cantonate che è la classifica sulla qualità della vita del Sole24Ore. Quella stizzosa graduatoria secondo la quale i posti dove si vive meglio, in Italia, rispondono a seconda dei casi ai nomi di Trento, Trieste, Bolzano o Belluno. Ma voi ci andreste a vivere a Belluno? Su, non fate quella faccia… Ma torniamo a parlare di noi. Perché secondo il giornale di Confindustria la situazione di Roma è migliorata. Signori e signore non ve ne eravate accorti, ma nella Capitale il 2009 è stato meglio del 2008. Vi vien da ridere? E ora vi facciamo sbellicare, perché spiluccando nelle varie classifiche per settori vediamo che la situazione è clamorosamente migliorata nel comparto “servizi e ambiente” (infrastrutture, ecosistema…) nel quale stiamo vivendo un totale disastro ma che secondo il Sole ci ha visti scalare le posizioni dal settimo addirittura al quarto posto. Insomma siamo la quarta città del paese con un migliore ecosistema. Nei comparti invece dove possiamo ben immaginare di essere ai primissimi posti (la cultura, la ristorazione, gli spettacoli), il Sole ci avverte che abbiamo preso un abbaglio: nell’ambito del “tempo libero” Roma crolla dalla posizione 14 alla 21. Per gli affari le città migliori sono Bolzano, Cuneo, Trento e Sondrio, notissime mete del business intercontinentale, mentre anche qui Roma perde posizioni ben oltre la metà classifica. Sappiamo per certo di vivere, tutto sommato, in una città sicura, ma secondo il Sole24Ore nel campo della sicurezza siamo tra le peggiori provincie d’Italia: peggio di Vibo Valentia, di Crotone, di Palermo o di Caserta, siamo 103esimi su 107 provincie. Ma Bologna, Milano, Genova e Torino fanno peggio di noi. Manca solo una classifica, quelle delle ricerche sulla qualità della vita. Con un ultimo posto già assegnato d’ufficio al giornale color salmone.
(Aggiornamento live: Velina Rossa ci annunzia che un’altra classifica -ahinoi- è uscita in questi giorni. E’ quella giallognola di Italia Oggi che, al contrario di quella salmonata del Sole, fotografa una situazione che ci è un pelino più congeniale: la capitale secondo il piccolo quotidiano economico scapicolla dal 29esimo all’82esimo posto…)

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (1)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    Sono un residente di San Lorenzo e ogni anno sono rimasto sgomento di fronte allo schifo in cui si e' trasformato il tradizionale mercatino dell'8 Dicembre, festa dell'Immacolata. Il mercatino era una festa di quartiere, in cui le bancarelle di torroni caramellati, zucchero filato e addobbi natalizi riusciva a portate in strada i cittadini, sorridenti e festosi, nell'attesa del Natale. Negli ultimi anni, grazie anche al degrado in cui versa il quartiere e l'intero circondario, e' infestato da bancarelle di chincaglierie cinesi, indumenti vari e persino saponi e detersivi. Per non parlare dello spropositato numero di ABUSIVI che occupa tutte le strade limitrofe, con la Polizia Municipale che circola tra la gente e che non si degna neanche di controllare chi sia in regola e chi no.

    E' una beffa per noi cittadini e residenti, che gia' sopportiamo il disagio del mercatino, vedere inoltre le nostre strade occupate da bancarellari che occupano lo spazio illegittimamente e lasciano, inoltre, rifiuti di ogni genere nel pieno disprezzo di qualsiasi senso civico.

    Un cittadino di San Lorenzo

Inserisci un commento



(facoltativo)