Subscribe via RSS Feed

Archivio di June, 2009

La vergogna del mercato pubblicitario romano

La vergogna del mercato pubblicitario romano

Quassù in alto vi abbiamo messo il prima e il dopo. Ma lo stesso gioco, semplicemente aggirandovi per Roma con Google Street View, lo potrete fare per tutti gli altri cartelloni. Sia quelli che vi mettiamo qui sotto (Piazzale Labicano vicino allo Zozzone; all’inizio della Casilina) sia quelli che non abbiamo fotografato, ma che scandalosamente [...]

Share
Si può fare, si può fare…

Si può fare, si può fare…

Di solito, i nostri lettori lo sanno bene, non ci tiriamo indietro quando si tratta di parlar male di politici locali e assessori. Ad alcuni, oggettivamente improponibili, abbiamo affibbiato anche nomignoli (“Sciagura” vi dice qualcosa?) che sotterraneamente vengono utilizzati da mezza città. Ogni tanto, tuttavia, occorrerebbe soffermarsi anche sugli assessori bravi, della giunta messa in [...]

Share
E buon San Giovanni a tutti

E buon San Giovanni a tutti

Nella notte di San Giovanni a Firenze si fa festa, a Torino si fa festa, a Roma si fa schifo. Perché senno’ come me lo chiamate, se non schifoso, l’atteggiamento dei nostri concittadini-zingari che arrivano nella Piazza della cattedrale e vi parcheggiano sul sagrato (in zona pedonale) financo nella notte della festa del santo a [...]

Share

La ztl di San Lorenzo non esiste

There is a glitch in the matrix, diceva il personaggio Trinity nel famoso film di ormai 10 anni fa. E come in The Matrix, anche la maglia delle ztl romane è piena di falle. Ma mentre le falle della matrice di cinematografica dei fratelli Wachowski generava tuttalpiù dei dejavu, quelle nelle ztl generano morte, pericolo, [...]

Share
Cosa fareste con i soldi dell’Enpam?

Cosa fareste con i soldi dell’Enpam?

Doveva inaugurare alle fine del 2006, se andrà tutto liscio lo spacchetteranno alla fine del 2009, con i tre anni di ritardo d’ordinanza. Stiamo parlando di quel vero e proprio ecomostro del palazzo dell’Enpam, l’ente di previdenza dei medici che annovera 550 impiegati e che prenderà a breve posizione nell’ex-dente cariato tra Via Emanuele Filiberto [...]

Share

Ragionando su Colle Oppio

Del fatto che ogni civilizzazione abbia i politici che si merita non abbiamo dubbi. Certo è che questo non ci deve impedire (sebbene siamo noi stessi causa del nostro male perché questa gente la votiamo noi, pure scrivendo il cognome nel campo della preferenza), questo non ci deve impedire dicevamo di segnalare piccole e grandi [...]

Share
Benvenuti a Roma(nia)

Benvenuti a Roma(nia)

Bucarest, o almeno la sua periferia (ché il centro è mooolto meglio tenuto di Roma), è famosa per i cani randagi che imperversano per le strade. La bucarestizzazione di Roma è in atto. In un salto di qualche locale ci stiamo trasformando da romani a rumeni.Dove sono state scattate queste immagini di una grossa discarica [...]

Share
Teoria e tecniche dell’arredo urbano fai da te

Teoria e tecniche dell’arredo urbano fai da te

In mancanza d’altro ed in attesa che i nostri amministratori si rendano conto di come gira il mondo, l’arredo urbano fai da te può essere una soluzione. Un esempio macroscopico? L’ampia zona pedonale di Largo Argentina che, da quando l’Ultimo Cittadino e Sciagura hanno aperto la ztl dalle 21, è diventata un parcheggio abusivo serale [...]

Share
Per un giorno, Degrado Testaccio

Per un giorno, Degrado Testaccio

“Grazie per quello che hai fatto permettendoci di correggere un errore”, ci aveva scritto Yuri Trombetti -assessore ai lavori pubblici del Primo Municipio e testaccino doc- a seguito delle vicende, felicemente conclusesi, di Via Principe Amedeo. Li c’era un buon progetto, il cantiere era partito sbagliando completamente le misure, e si è posto rimedio.A Testaccio [...]

Share
Ci hanno fatto a strisce. E pure blu

Ci hanno fatto a strisce. E pure blu

Ieri parlavamo di un certo assessore che, indisturbato, massacra la città. E la notizia, ahinoi, non è che la città venga massacrata (questo ce lo aspettavamo), bensì che questo venga perpetrato in maniera indisturbata, nel sostanziale silenzio della stampa, nella sostanziale indifferenza dell’opposizione comunale, municipale e anche nazionale. A parte qualche battuta (anche da parte [...]

Share

Sciagura indisturbato massacra la città

Ecco a voi un’altra pezza d’appoggio per convincerci, semmai ce le fosse bisogno, della totale idiozia di chi siete all’Assessorato all’Immobilità. Tra le cose che addebitiamo a Mr. Sciagura -colui il quale l’Ultimo Cittadino ha ritenuto dover mettere a gestire le questioni di traffico e mobilità a Roma- c’è lo smantellamento delle corsie preferenziali e [...]

Share

“Ci avete convinti: niente più affissioni abusive”

La cosa potrà, ad alcuni, sembrare questione di terz’ordine. Tanta fatica (staccarli, prendere i recapiti, scrivere agli affissori) per due cartelli abusivi. Eppure non è così. Lo scambio di e-mail che vedete qui sotto è qualcosa di più che formidabile. E’ la prova provata che, in assenza (in totale assenza) di un buon gioverno da [...]

Share

Il Parco di Via Statilia è stato sempre molto degradato. Ma così mai

Hai voglia a consolarti con le promesse (per il famoso Parco di Via Statilia il Comune avrebbe stampato nonsoquantimila euro), intanto ci sono i fatti a parlare. E noi li facciamo parlare con un video-montaggio semplicemente raggelante. All’inizio si vede un primo giaciglio, poi tanta immondizia, ovunque, ancora più avanti una cucina da campo e [...]

Share
Strada-oasi è viva e lotta insieme a noi

Strada-oasi è viva e lotta insieme a noi

E intanto nel cantiere di Via Principe Amedeo -quello dove abbiamo ottenuto l’allargamento dei marciapiedi dopo un inizio rocambolesco- sono arrivate le betonelle che serviranno a lastricare i passaggi pedonali. E come promesso dal Presidente Orlando Corsetti, vista la quantità di materiale scaricato sul cantiere, sarà tutto il percorso del marciapiede ad essere lastricato, non [...]

Share
La democrazia secondo Alfredo Antoniozzi

La democrazia secondo Alfredo Antoniozzi

Non che gli altri si siano risparmiati, nell’incredibile sport nazionale dell’affissione abusiva che è cosa per la quale neppure c’è un nome al di là delle alpi, ma lui ci sta particolarmente “a cuore”. Ci sta a cuore perché è quello che ha massacrato più di tutti la città, ci sta a cuore perché lo [...]

Share
La ferita di Via Einaudi

La ferita di Via Einaudi

I nostri lettori sanno bene quanto da queste parti si sia innamorati di corsie preferenziali, spartitraffico, cordoli e canalizzazioni dei flussi veicolari. E dunque per essere contrari noi ad un provvedimento del genere vuol dire che chi l’ha realizzato ha compiuto veramente un obbrobrio. E di obbrobrio occorre parlare, tutti lo potete costatare passandoci, su [...]

Share