Subscribe via RSS Feed

Archivio di January, 2009

Non lasciamoli al palo

Non lasciamoli al palo

Ancora una volta, sempre nell’ambito delle nostre azioni di guerrilla antidegrado, invitiamo tutti i lettori a non avere pietà contro le immobiliari che imbrattano i pali pubblici con annunzi di vendesi e affittasi. Si sa, quando il cibo manca i cani si mozzicano tra loro. E i cani delle immobiliari, in un momento di crisi [...]

Share
Sognando il parco delle mura

Sognando il parco delle mura

Due milioni e dispari di stanziamento da parte della Soprintendenza, ben 600 giorni di lavori previsti a partire dallo scorso mese di dicembre. E’ partito il cantiere per il recupero ed il restauro del tratto Porta Maggiore – Casilina (ovvero all’altezza del ponte della sopraelevanta) delle Mura Aureliane. Un tratto di cinta muraria particolarmente delicato, [...]

Share
Non è Madrid…

Non è Madrid…

Spopolava una quindicina di anni fa un contenitore televisivo del pomeriggio che pur avendo a suo capo un volpone come Gianni Boncompagni, pur essendo magistralmente condotto da Enrica Bonaccorti, pur vantando uno stuolo di adolescenti tarantolate sullo stile delle Domeniche In di quegil anni, bhe, non era sulla Rai. La trasmissione si chiamava, proprio per [...]

Share
Prego, manifestateci addosso

Prego, manifestateci addosso

Ce la stanno impacchettando ben benino, la sopresa. E negli ultimi giorni la questione -senza che nessuno dei nostri rappresentanti in Municipio, in Comune o a Montecitorio (ehssì perché ci sono anche deputati esquilini, non lo sapevate?) abbia mosso un dito- è anche uscita dal riflettore mediatico di tv e quotidiani locali. Si parla della [...]

Share
Buone notizie all’orizzonte o i soliti pannicelli caldi?

Buone notizie all’orizzonte o i soliti pannicelli caldi?

Ci ritroviamo alla ripresa di questa settimana con la impellente necessità di commentare quanto deliberato dalla Giunta Comunale alla fine della scorsa. Stiamo parlando, come ovvio, della delibera sulla riqualificazione del commercio all’Esquilino. Che dice cose ovvie e banali e che, pur positiva in quanto tale, rischia di restare lettera morta come le delibere che [...]

Share

A tutte le auto, a tutte le auto…

Esiste una possibilità secondo la quale il delegato del sindaco per il Centro Storico tenti di mettere in piedi un tavolo per l’Esquilino assieme alle associazioni per isolare pochi e importanti punti su cui intervenire. E’ una occasione che riteniamo non si debba smarrire. Abbiamo avuto informalmente un mandato a fare un censimento delle associazioni [...]

Share

Il solito tram tram

Cosa signfica il video che vedete qui sopra? Dove è stato girato? A quando risale? Bhe, il video risale a qualche notte fa, è stato girato tra Via Emanuele Filiberto e Viale Manzoni e signfica che si sta lavorando alla linea aerea dell’ormai dimenticato tram: per ripristinarla. Gli operai hanno confessato alla troupe di Degrado [...]

Share
La favela attorno ai giornalai. Facile obbiettivo di guerrilla antidegrado

La favela attorno ai giornalai. Facile obbiettivo di guerrilla antidegrado

E questo è solo un esempio di azione di guerrilla antidegrado che si può fare in pochi minuti, senza rischi e prendendosi una grossa soddisfazione. L’operazione nasce da un assunto: Roma è e resta l’unica città nella quale ogni giornalaio, in centro o in periferia, è perfettamente autorizzato a permettere tutto intorno alla sua edicola [...]

Share
Il Semaforo del Prepotente. Casistiche e spiegazioni: se lo togli meno comportamenti incivili e più risparmi

Il Semaforo del Prepotente. Casistiche e spiegazioni: se lo togli meno comportamenti incivili e più risparmi

I nostri quattro lettori, o almeno quelli più attenti tra questi, si saranno ben resi conto che questo non è propriamente un blog-di-quartiere. Sempre più spesso cerchiamo di mutuare i problemi che si riscontrano all’Esquilino per evidenziarli come problemi cittadini in senso lato. E quando proponiamo soluzioni, non lo facciamo solo per il nostro intorno, [...]

Share
Romeo, Romeo perché sei tu Romeo?

Romeo, Romeo perché sei tu Romeo?

Una riflessione per tutti coloro che, anche su questo blog, hanno esultato alla notizia che il Comune avrebbe revocato il celebre “maxi-appalto” per la manutenzione della grande viabilità. Le cose, come sospettavamo, sono andate nel peggiore dei modi. La revoca della convenzione -che peraltro non era stata neppure firmata dall’Amministrazione- si è svolta con metodi [...]

Share
Lo spettacolare incidente e la piccola riflessione

Lo spettacolare incidente e la piccola riflessione

Vi è una cosa che nessuno scriverà a riguardo dell’incidente tra tram e trenino ieri davanti a Porta Maggiore. Ovvero che gli incidenti tra tram accadono in tutto il mondo, specie nelle città dove esiste una vera rete di tram (come Milano) e dunque per certi versi sono un segno positivo, il fatto invece che [...]

Share

Il bollettino delle associazioni

Suvvia, facciamo ogni tanto invece dei nostri sproloqui bisbetici un po’ di sano servizio pubblico come si confà ad un urban blog che si rispetti. Diamo conto, all’inizio dell’anno, dell’attività delle associazioni culturali che operano nel nostro territorio. Ehssì perché Roma, pur avendo un tasso di associazionismo probabilmente inferiore a quello della Cuba di Castro [...]

Share
Il quiz del martedì: indovina la piazza…

Il quiz del martedì: indovina la piazza…

Nel nuovo protocollo per la regolamentazione dei cortei nella capitale, che la prefettura sta preparando, “saranno individuate due o tre piazze dove potranno svolgersi le manifestazioni e due itinerari” dove i cortei potranno snodarsi. Lo ha annunciato il prefetto Giuseppe Pecoraro che oggi ha incontrato il presidente della Confcommercio, Cesare Pambianchi e la giunta dell’associazione [...]

Share
L’arredo urbano degli altri. Ancora un reportage

L’arredo urbano degli altri. Ancora un reportage

Come da tradizione della casa dopo ogni trasferta all’estero, la troupe di Degrado Esquilino di passaggio a Parigi vi riporta uno strafottente reportage sull’arredo urbano parigino. Che fa il paio, anzi il tris, con i successoni riportati a seguito di un reportage dalla Spagna e di uno dalla Turchia che potete consultare gratuitamente.L’unica controindicazione nel [...]

Share
Farsi giustizia da soli oppure no?

Farsi giustizia da soli oppure no?

Detestiamo cordialmente alcuni nostri concittadini, ma mai consiglieremo i nostri lettori a difendersi da questi prepotenti con la forza e la violenza. E saremmo anche totalmente contrari alla violenza contro le cose, se non fossimo in una città dove non è possibile neppure telefonare alla polizia municipale, dove le multe si fanno per scelta politica, [...]

Share
Se la Trombetta non suona più

Se la Trombetta non suona più

“Abbiamo finito il riso, scendi un attimo da Trombetta vah”. Quanti di noi, cresciuti all’Esquilino, hanno sentito in casa propria o da amici e compagni di scuola una frase come questa? Trombetta è innanzitutto una rinomata torrefazione, chicchi di caffe tostati e macinati a marchio Caffe Trombetta dal 1890. Il punto vendita di Via Merulana [...]

Share
Facce ride e facce da schiaffi

Facce ride e facce da schiaffi

Bhe, bhe, bhe… Vediamo un po’… abbiamo un Governo nel quale il Ministro degli Interni considera la dottrina americana della “Tolleranza Zero” valida per tutto fuorché per la lotta agli scarabocchi, perché “i muri sono i libri dei popoli”. Nel quale il Ministro della Gioventù considera l’imbrattamento alla stregua di “creatività”. Nel quale il Ministro [...]

Share
Il mondo ci guarda. Ancora San Giovanni in Laterano

Il mondo ci guarda. Ancora San Giovanni in Laterano

Per la serie “il mondo ci guarda”, ovvero Roma immortalata da Google Street View, l’utlizzatissimo strumento di mappe-a-livello-di-strada del gigante californiano, ecco cosa vedono i milioni di utilizzatori quando cercano Piazza San Giovanni. Fatalità ha voluto che nei giorni del passaggio della Google Mobile (qualcuno di voi l’avrà vista, con quella lunga telecamera sul tettuccio…) [...]

Share
Camping St. John

Camping St. John

Già che ci siete chiamatelo camping, smettetela con quel vecchio, stantio, antico nome di “sagrato”. Umiliato da un giardino privo di innaffiatoi automatici (sfasciati dopo alcuni minuti dal montaggio), irriso dalle folle di drogati piscioni durante il concerto del Primo Maggio (l’unica festa dei lavoratori dove fanno baldoria coloro che non hanno mai lavorato!), sputtanato [...]

Share