Subscribe via RSS Feed

Eliminare il degrado costa 20mila euro

DEGRADO: Prontooo, mi sente?
TRASLOCATORE ABUSIVO: Sì pronto.
DEGRADO: Ho visto il vostro adesivo, bhe, volevo sapere se fate dei servizi… vari
TRASLOCATORE ABUSIVO: Si, si, mi dica…
DEGRADO: No, sa, avrei bisogno di sapere quanto mi può venire a costare un servizio di eliminazione degli orridi adesivi che si trovano su tutti i secchi della immondizia a Roma e solo a Roma, sa !?
TRASLOCATORE ABUSIVO: Ah si si, certo. Li togliamo tutti (sta al gioco)
DEGRADO: Sì, sono una merda, una vergogna…
TRASLOCATORE ABUSIVO: Eh, mi aiuta anche lei?
DEGRADO: No, io pago, mi deve solo dire quant’è…
TRASLOCATORE ABUSIVO: Bhe, per tutti i cassonetti, almeno 15 \ 20mila euro ci vorranno eh…
DEGRADO: Bene, sa, il problema è grosso, è pieno di stronzi e non c’è un cassonetto in condizioni decenti…
TRASLOCATORE ABUSIVO: Eh…
DEGRADO: Beh, le faccio sapere buona serata.

Ora si potrà credere o non credere alla telefonata (che è di ieri e che è autentica), ma sta di fatto che questo dovrebbe e potrebbe essere un modo innovativo di governare il territorio. Spiazzando il nemico, pagandolo per autoescludersi, per autoeliminarsi. Sta di fatto che se a Roma dobbiamo ancora sorbirci la presenza dei cassonetti perché non si fa il porta a porta (a Milano i cassonetti non esiston più da tempo), e ce li dobbiamo pure sorbire sporchi, lerci e pieni di adesivi di pubblicità abusive. Altra risposta innovativa? Utilizzare la superficie del cassonetto per vendere la pubblcità, ma legale però: la concessionaria che vincerebbe l’appalto per gestire gli spazi pubblicitari avrebbe ben cura di tener pulita la superficie. E i traslocatori, come tutti gli onesti fornitori di qualsivoglia servizio, prenderebbero a pubblicizzarsi con mezzi leciti…
In ogni caso risulta inaudito e allucinante che degli abusi che vengono perpetrati da chi dichiara il proprio nome il proprio numero di telefono fisso e il proprio cellulare non vengano perseguiti e, quindi, interrotti tempestivamente.

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (5)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    MITICO!!!

  2. Anonymous says:

    E magari si trattasse solo degli adesivi… In via Turati purtroppo ci hanno messo un cassonetto davanti al portone e ci troviamo tutte le mattine con l’immondizia fuori dal cassonetto sparsa sul marciapiede!!!

  3. Anonymous says:

    Bah ! Francamente non so quale azienda accetterebbe di associare il proprio marchio alla spazzatura ??!!

    D.E. fammi un piacere, inizia un attacco contro la sosta selvaggia ! Colpisce tutti i quartieri di Roma ma nessuno prova a fare nulla !

  4. sessorium says:

    Come se non avessimo fatto nulla a riguardo. Ehi amico, clicca un po sul linkettino “sosta” qui a destra in basso…

  5. manuele mariani varese says:

    a milano fortunatamente non abbiamo i cassonetti per le strade, ma la città è purtroppo altrettanto tappezzata ovunque (sui pali, sui cestini, sui quadri elettrici,..) dai foglietti di carta super incollante (se fossero almeno di plastica non ci vorrebbe nulla a toglierli) dello sgombero cantine e traslochi.. anche loro mettono sfacciatamente in bella vista il Numero, e non sai quante volte ho avuto l’idea anch’io di chiamarli e mandarli a F…… !

Inserisci un commento



(facoltativo)