Subscribe via RSS Feed

Alla faccia del Decoro Urbano


Dopo gli annunci, pubblicati anche sul sito del Comune, dell’ufficio Decoro Urbano siamo andati personalmente, con tutta la troupe di Degrado Esquilino Tv, a verificare i progressi a Piazza Vittorio. Scritte vandaliche eliminate? Pulizia? Decoro? Non so voi, ma noi vediamo una piazza ottocentesca meravigliosa e unica (la più grande della città), ridotta come un sobborgo di Durazzo. Abbiamo inquadrato lo schifo che c’è a mezza altezza, ma sarebbe bastato inclinare di qualche grado verso il basso la videocamera per immortalare monnezza ovunque, rifiuti, cartacce e altre amenità. Le scandalose vetrine dei negozi (cinesi, ma soprattutto italiani) che sarebbero indegne anche della più dimenticata delle periferie, completano un quadro che non ha paragoni.

Share

si parla di: , , ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (13)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. kenpachi1 says:

    Finché la feccia italiana e straniera sarà lasciata libera di pascolare in quei paraggi avremo ben poco decoro. Accontentiamoci del presidio dei carabinieri, da entrambi i lati della piazza, che non è poco.

  2. Anonymous says:

    Tutti i pali di Via Emanuele Filiberto sono tappezzati della pubblicità di una Scuola di Teatro.
    Degrado Urbano urge foto e minaccia di adire per vie legali se non tolgono questo scempio

  3. sessorium says:

    Indirizzo e-mail ?Ho la mail pronta.

  4. Anonymous says:

    quando esco dall’ufficio ci passo e prendo gli estremi che ti comunico questa sera

  5. cumulonembo says:

    quello che mi lascia stupito è con quale maniacale perseveranza abbiano attaccato su tutti i pali questa pubblicità della scuola di teatro

  6. Anonymous says:

    ecco come promesso gli estremi
    Teatro “Della Soffitta” Via Statilia 5/A
    Direttore Artistico Luciano Bottaro
    Presidente Tiziana Foscarini
    email lasoffitta@hotmail.com
    Tel 0672672141

  7. manuele varese says:

    che schifo :(

  8. manuele varese says:

    scriviamo delle e-mail all’ufficio decoro urbano e pretendiamo che ritornino subito a lavorare e ripulire seriamente questa potenzialmente fantastica piazza !

  9. Anonymous says:

    basta con colpevolizzare feccia italiana e feccia straniera termini a dir poco offensivi.adire ad azioni legali……
    ragazzi meno chiacchere sul web e piu’ azione.
    perchè invece di scrivere e scrivere su questo blog non si organizza una giornata di pulizia autogestita del quartiere.
    se il comune non lo fà lo facciamo noi.
    impariamo dai paesi stranieri.
    in italia e su questo sito si chiacchera troppo e ci si muove poco.
    le parole non servono a niente e tanto meno non si può aspettare che qualcuno faccia le cose per te,questo vale soprattutto a roma.
    per cui propongo:
    stabilire una giornata della pulizia e del decoro urbano nel nostro quartiere.dargli visibilità massima su giornali e organi di informazione.

    una cenetta fuori in meno per tutti noi e il nostro quartiere sarà piu’ pulito.

    la mia non è una provocazione ne una denigrazione dei meriti di questo blog,ma come se dice a roma….con le parole stiamo a zero.
    saluti a tutti.

    PS
    quando fate i video….cercate di camminare piu’ piano altrimenti non si ede e non si capisce nulla di quello che si vede

  10. Anonymous says:

    Ragazzi, io la sera quando esco dalla metro, stacco sempre tutti i manifesti che posso! la gente mi guarda strano, sembra quasi meravigliata che qualcuno tocchi i manifesti… quasi quasi si incazzano pure! Allora gli faccio notare che io in questo quartiere ci vivo e non ne posso piu’ di essere trattato come immondizia umana e cassonetto a cielo aperto. Quindi continuo a strappare e buttare tutti i manifesti, volantini e orpelli che puntualmente trovo tutti i giorni sotto i porticati e i negozi della sempre piu’ extracomunitarizzata piazza vittorio. Ah, tanto per precisare… i primi che rompono le scatole sono proprio gli italiani con i loro cartelli di affittasi e vendesi e fastweb e wind eccetera. Poi vengono i portoricani, beduini e sudamericani con le loro feste del menga e poi mettiamoci anche tutte le cavolate di manifesti politici che fanno davvero pena, sia da una parte che dall’altra.
    Aridatece l’esquilino!!!

  11. sessorium says:

    E io che pensavo di essere l’unico, mi ritengo ufficialmente commosso.

  12. Alan says:

    E’ stata una fatica ma l’altra sera ho tolto tutti i manifestini della sedicente “scuola di danza” sita a Piazza Dante.
    Ah, sapete che ho fatto? Ho citofonato loro e glieli ho ficcati strappati in mille coriandoli dentro la loro cassetta postale :)
    Piccole soddisfazioni.
    Teniamo pulito l’esquilo please!

  13. Anonymous says:

    C’e’ poi un rumeno o moldavo o russo non so decifrare la scrittura, che non fa altro che attaccare DAPPERTUTTO i suoi fogliettini scritti a mano con la pubblicita’ dei servizi che offre (badante forse, scarico merci, non si sa) e i numeri di telefono da contattare.
    Una volta l’ho beccato di sfuggita e gli ho detto di non attaccare sti foglietti che rovinano la citta’, e quello subito e’ scappato a gambe levate.
    Sapete cosa? Ogni giorno li tolgo dai pali e dai muri e il giorno dopo ce ne trovo altri!!! Non se ne puo’ davvero piu’, io questo stronzo la prossima volta che lo becco lo prendo e lo porto al commissariato.

Inserisci un commento



(facoltativo)