Subscribe via RSS Feed

Via di Santa Croce. In esecuzione la definitiva condanna a morte

foto di scribacchina

Doccia fredda per i più ottimisti tra i cittadini del SudEs, l’Esquilino del sud. I lavori su Via di Santa Croce in Gerusalemme non si fermerranno. Lo scempio perpetrato ad una delle più belle strade di Roma non si arresterà al tratto, già deturpato prima delle feste, tra Viale Manzoni e Via Statilia. Giusto domani, 10 gennaio 2008, betoniere e ruspe attaccheranno la parte residua della strada: Tra Via Statilia e la Basilica.
Con quali provvedimenti? I soliti applicati sull’altra porzione della strada e su Via Conte Verde. Misure che non abbiamo esitato a definire ‘pazzie’. Ricordiamo cosa ci propina l’Assessorato ai Lavori Pubblici:

1. La strada lastricata in sampietrini, e tutto sommato in discreto stato, viene smantellata e ricoperta di bitume
2. Le aree per la sosta ricoperte ovviamente di bitume vengono smantellate e lastricate con grande cura a sampietrini
3. I marciapiedi, in pessime condizioni anche perché in asfalto e non in lastricato come ad esempio sulla riuscita Via Merulana, vengono smantellati e… riasfaltati con lo stesso asfalto.

Insomma, a rischio di ripeterci, lavori fatti senza un briciolo di logica. Negli stalli per la sosta degli autoveicoli viene posato un fondo stradale di pregio (il selciato romano e i sampietrini), mentre nelle aree destinate allo shopping ed al passeggio viene colato dell’orrido catrame.
Una offesa al buon senso ed alla pazienza di cittadini e turisti. Misure rispetto alle quali non siamo riusciti a farci dare la benchemminima spiegazione da qualcuno. La spiegazione in realtà la si sa… Far girare il carosello degli appalti sulla manutenzione stradale, grande affare capitolino pluri contestato e chiacchierato negli ultimi mesi.

Concludiamo con un’anticipazione per il post di domani, sempre a proposito di lavori stradali: sapete in che condizioni sono le asfaltature svoltesi la scorsa estate nella nostra zona? Dopo soli cinque mesi? A domani…

Share

si parla di: , , ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (4)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    Devo Confessare Che Anche Io Ci Avevo Sperato Che Non Andassero Oltre Statilia!!!

  2. Istrice says:

    Preparo subito una e-mail all’assessorato dei lavori pubblici. Non è giusto.

  3. URL says:

    Non vedo l’ora di leggerti domani Degrads!!

  4. Petra says:

    Ma un’amministrazione che piglia e taglia una fontanella antica (vedi piazza Santa Croce-lavori giubilari)dimezzandone l’altezza, e poi la sega e la corrode senza pietà (2006 zetema), con la scusa di ripristinare un impianto idrico; e che butta una colata di cemento sul retro della basilica, togliendo i travi antichi; può far la delicata coi sanpietrini?

Inserisci un commento



(facoltativo)