Subscribe via RSS Feed

Se questa è una segnaletica…

Tra i vari motivi delle lamentazioni dovute alla sciatteria ed alla noncuranza con cui viene ‘trattato’ il territorio dell’Esquilino non ultima è quella della segnaletica stradale. La sensazione di totale abbandono (leggi: accanimento) si percepisce, trasparente, anche qui. Eccoci nel luogo in cui Via Germano Sommelier confluisce in Via Ludovico di Savoia. Il senso vietato è segnalato da un cartello mobile, provvisorio. Sì, provvisorio da qualche decina d’anni, però. E se qualche buontempone, con minimo sforzo, si divertisse a ruotarlo di 180°? Qualcuno ha immaginato le conseguenze?

A Via Conte Rosso il cartello di divieto è rivolto verso l’alto, scurito dagli anni, consunto, logoro e rugginoso. Dalla strada, semplicemente, non-si-vede! Non mancano incidenti, numerosi, con danni, ovviamente, anche alle auto dei cittadini posteggiati sotto casa.

Ed eccola, per chiudere in bellezza, l’immagine da terzo o da quarto mondo che non poteva mancare. Un bel cartello conficcato laddova la normativa comunale prevede: nel cadavere di un albero tagliato e mai sostituito. Lì, pesante, gobbo, sbieco, pronto a cadere. Speriamo con tutto il cuore sul cranio di qualche malcapitato: probabilmente solo col sacrificio di una vita umana chi di dovere si deciderà a mettere mano a questi e a tanti altri esempi simili nel quartiere.

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (4)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    Sessorium ai lov iu !!!!

  2. Martina says:

    Hai mandato questa segnalazione alla Polizia Municipale? poliziamunicipale@comune.roma.it
    Di solito rispondono

  3. sessorium says:

    Martina ma non eri tu l’addetta alle segnalazioni???
    :-)

  4. Anonymous says:

    Mi chido cosa produce questa botta e risposta??? si parla di segnaletiche oppure no?
    non sono molti i partecipanti a questo blog…. ho letto anche le altre, decisamente molto più interessanti lasciando fuori qeusta ironia da quattro soldi. Mah!!!! scherzare è leggittimo ma nel nostro caso dovrebbe essere anche producente visto il degrado.

Inserisci un commento



(facoltativo)