Subscribe via RSS Feed

Il fatto e il da farsi secondo Augusto Caratelli

Lui è Augusto Caratelli, consigliere dell’Udc al Primo Municipio e vero pasionario del Rione Esquilino all’interno del quale si pone da sempre come baluadro difensivo delle tradizioni e come bastione insormontabile per l’avanzata anche a sud di Viale Manzoni della China Town di Piazza Vittolio (la ‘elle’ non è un errore).

Interpellato da Degrado Esquilino, Caratelli ha fatto il punto sulle ‘opere’ fatte e da farsi nel rione. Prendendosene, naturalmente, una parte del merito politico. Ma vediamo la Caratelli’s list nel dettaglio, commentandola a nostro modo.

1) Riorganizzazione del mercato di Via Germano Sommelier con l’eliminazione dei vecchi banchi, pur mantenendo il mercato mobile sino alle 14. Rifacimento del manto stradale.
Su questo punto niente da dire, speriamo che il nostro piccolo mercato, oggi fatiscente, possa diventare una moderna struttura commerciale al servizio del rione. Quanto al manto stradale, oggi Beirut-style, ben venga un rifacimento. Sarebbe un peccato, tuttavia, che questa riqualificazione trascurasse i marciapiedi.

2) A settembre-ottobre rifacimento totale di Via di Santa Croce in Gerusalemme
Si tratta di capire cosa si intende per ‘rifacimento totale’. Sull’eliminazione dei sampietrini abbiamo già detto. Ma se questa infausta scelta fosse associata ad un pesante rifacimento dei marciapiedi il gioco potrebbe valere la candela. Viceversa, se verrà solo steso del catrame e verranno lasciati i marciapiedi nelle condizioni in cui sono sarebbe una beffa colossale per il rione

3) Rifacimento del manto stradale in Via Sebastiano Grandis ad agosto
Questa è in effetti cosa fatta. Purtroppo. Purtroppo perché via Grandis ha un nuovo manto d’asfalto in stile autostradale. Sopra il quale non è stata neppure ri-tracciata la segnaletica orizzontale e ai lati del quale i marciapiedi sono rimasti crivellati come erano prima. Un pessimo intervento a tutto vantaggio del traffico veicolare di passaggio nel rione. Con nessunissimo vantaggio per gli abitanti dell’Esquilino.

4) A marzo 2007 rifacimento dell’impianto d’illuminazione in Via di Santa Croce in Gerusalemme ai civici 2, 4, 6, 8, 10
Un piccolo intervento di manutenzione che è stato realizzato la scorsa primavera

5) A maggio 2007 fine dei lavori all’Acquedotto di Nerone
Attenzione. Fine un corno! L’Acquedotto di Nerone, caro Caratelli, va riqualificato veramente. Non bastano i lievi interventi di consolidamento portati a termine la scorsa primavera. Il parco dell’Acquedotto di Nerone deve essere il primo punto programmatico per un amministratore come lei. Il giardino che circonda l’acquedotto, ora una delle aree più degradate dell’intero centro storico, va riqualificato, recintato, dotato di servizi, di illuminazione. Il progetto è disponibile in questo blog. E che non si parli più di “fine” dei lavori all’Acquedotto!

6) A settembre 2007 istituzione della ztl merci
Un provvedimento diretto all’assurdo proliferare dei commerci illegali cinesi all’ingrosso nella zona dell’Esquilino Nord. Non si capisce, però, se si ravvisa un commercio illegale -quale è- perché limitarlo nel tempo con una ztl invece di cercare di estirparlo completamente come sarebbe forse anche agevole fare semplicemente inserendo una vera corsia preferenziale in via Filippo Turati

7) A settembre 2007 apertura anticipata della fermata metrò di Manzoni
Alla faccia dell’apertura anticipata. La fermata, fondamentale per il rione, è abbandonata da anni. Tra ritardi e ritrovamenti archeologici. Ottima comunque la notizia della riapertura dopo l’estate. E felicitazioni a Caratelli nel caso abbia effettivamente contribuito al sollecito della riapertura stessa.

Share

si parla di: , , , , , , , , ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (2)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    Cavolo quante cose non fatte!!!
    dovrei rispondere ad ogni punto??
    ma questo tizio vive all’esquilino?

  2. GIOVANNI says:

    CARO Augusto, puoi,cortesemente, ”intervenire” presso le autorità perriportasre il marciapiedi antistante il civico84 di Via Merulana allo stato dei luoghi;in quanto è ”OCCUPATO ”ABUSIVAMENTE”dalbar”081cafè” che non haalcun ”TITOLO ”CONCESESORIO”’?,NON PAGA ”cosap”E, INOLTRE, I VIGILI NPOON VOGLIONO ”INTERVENIRE0” TANT’è VRERO CHE, SI PARLA, ED IO CI ”CREDO DI ”MAZZETTE” pagate dal ”proprietario(corruttore), ad un Funzionario del primo gruppo della Polizia Roma Capitale,so no voci di strada, ma io ci ”credo;allora, perché non vofgliono”intervenire” e ”procedere”?

Inserisci un commento



(facoltativo)