Subscribe via RSS Feed

Degrado Esquilino vicino ai cittadini di Piazza Ragusa

Linda, ordinata, rassicurante. Guardatela come era Piazza Ragusa negli anni Cinquanta. La guerra era appena finita eppure un’aria di pulizia e di decoro si respirava in questa parte del IX municipio confinante con l’Esquilino (ecco perché ce ne occupiamo). Passandoci oggi, sembra che la guerra, invece, sia ancora in corso. Lande riarse, sporcizia dovunque, deiezioni canine, rifiuti e, soprattutto, una orda di tossicomani e senzatetto che abitano i bei giardini della piazza rendendone impossibile l’uso ai cittadini del quartiere. Cittadini cui va tutta la nostra solidarietà, nella speranza che per i giardini di Piazza Ragusa (e per quelli di Piazza dei Re di Roma) si proceda come fatto per Villa Fiorelli o per Piazza Galeria (giusto per citare due esempi del IX municipio): recintare! I parchi, piccoli o grandi, vanno chiusi di notte. In aggiunta, naturalmente, un ottimo impianto di irrigazione (i giardini devono essere sempre verdi, viceversa il sentore di degrado è immediatamente evidente) ed un impianto di sorveglianza video anti vandalismo, che dovrebbe essere presente in tutte le ville storiche e non. Dei progetti per Piazza Ragusa di parla dal 2005. Nessun risultato neppure a seguito del progetto proposto dal municipio (nel frattempo preso in mano dalla brava presidentessa Susi Fantino) a dicembre 2006. Oggi i cittadini esasperati hanno inviato una petizione cui idealmente apponiamo in calce la firma di Degrado Esquilino.

foto ilmondodeitreni.it
Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (2)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    Non esiste un vicino!!! chi è che ci sta vicino???? non voglio compassione comprensione e parole, preferisco i fatti! accidenti siamo al centro di Roma…

  2. Anonymous says:

    Chiedetelo ai poveri lavoratori dell’AMA che tutte le settimane sono costretti a portare via centinaia di bottiglie di birra vuote lasciate dai “graditi ospiti” della piazza …..

Inserisci un commento



(facoltativo)